Coronavirus in Italia: 3815 positivi, 756 morti, guarite 646 persone

29 Marzo, 2020 17:56 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Il trend di crescita delle persone attualmente positive al coronavirus rimane stabile: oggi l’aumento è di 3815 unità, ma è un numero stabile rispetto ai giorni passati (sabato l’incremento era stato di 3.651 persone). Complessivamente i malati sono 73.880. Cresce ancora il bilancio delle vittime da Covid-19: nelle ultime 24 ore sono morte 756 persone, portando il totale a 10.779. I guariti sono 13030, rispetto al bollettino di ieri +646. Sono 3.906 le persone in terapia intensiva. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 97.689. Lo ha detto il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli, in conferenza stampa dalla sede del dipartimento. “Guardando i numeri di questo fine settimana, quindi venerdì sabato e domenica, il numero più crudo, quello delle persone decedute, è passato da 969 a 756. “Cambiamenti grandi, dell’ordine del 10-15% a giornata, che segnalano un sistema sanitario che sta rispondendo e l’efficacia delle misure adottate”, è stato il commento di Luca Richeldi, direttore dell’Unità di Pneumologia al Policlinico Gemelli di Roma, intervenuto anche lui alla conferenza stampa. Borrelli ha anche voluto ringraziare “il popolo albanese e il presidente Edi Rama” per la partenza di 30 tra medici e infermieri in aiuto del nostro Paese.

Il numero di casi totali italiani che hanno contratto il coronavirus tocca quota 97.689. Di questi, 73880 risultano ancora positivi. Sono 3.906 i malati ricoverati in terapia intensiva, 50 in più rispetto a ieri. Di questi, 1.328 sono in Lombardia. Dei 73.880 malati complessivi, 27.386 sono poi ricoverati con sintomi e 42.588 sono quelli in isolamento domiciliare, il 58% del totale, senza sintomi o con sintomi lievi. Il dato è stato reso noto dalla Protezione civile.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.