Matera in Google Arts & Culture, capitale europea della cultura 2019 sulla piattaforma tecnologica di Google per la cultura online: report e foto

12 Dicembre, 2019 22:31 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Matera 2019 sulla piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura online. Presentata nel pomeriggio nell’Open Dome allestita in piazza San Francesco, nel centro storico di Matera, l a collaborazione fra la Fondazione Matera Basilicata 2019 e Google Arts & Culture, grazie alla quale Matera 2019 sarà presente sulla piattaforma tecnologica sviluppata da Google per promuovere e preservare la cultura online.
La presenza della Fondazione sulla piattaforma, punta a valorizzare le storie ed i processi che hanno accompagnato le iniziative del 2019. “Anche in questo caso come per altre tantissime attività – afferma il direttore generale della Fondazione, Paolo Verri – Matera è la prima capitale europea della cultura a raccontarsi attraverso lo strumento della piattaforma Google. E a differenza di altre istituzioni che hanno valorizzato su questa piattaforma i patrimoni materiali del territorio, la Fondazione ha lavorato e si è concentrata sui processi, le storie, che hanno reso possibile questa esponenziale visibilità mondiale in ambito culturale. Quindi storie dedicate ai volontari, ai cittadini protagonisti delle produzioni culturali, agli artisti che hanno arricchito l’offerta culturale, le grandi mostre, le produzioni filmiche, la cava di tutte le musiche del mondo, il grande laboratorio di Matera 2019 (attività di Casino Padula, i tanti laboratori, Silent Academy, etc.), Matera sotterranea (le produzioni ospitate negli spazi ipogei), la città allargata (le attività a Piccianello, nel borgo La Martella, Serra Venerdì, le cave, la Murgia, il carcere, etc.), i Sassi come palcoscenico della capitale europea della cultura (Abitare l’opera, Open sound, Heritage Games, Matera alberga, etc.) le grandi co-produzioni (Rai Radio3, Teatro San Carlo, Teatro delle Albe, etc.), i murales di Matera 2019, e molto altro ancora”.
L’incontro è stato promosso condividere e mettere a sistema l’esperienza della collaborazione della Fondazione Matera-Basilicata 2019 con Google al fine di incentivare e coinvolgere anche nuovi stakeholder regionali, offrendo anche un momento di riflessione sull’importanza dell’uso delle nuove tecnologie e di nuove piattaforme di conoscenza per la promozione della cultura. La Basilicata, con il suo immenso patrimonio culturale e artistico dispone di moltissimo materiale da poter valorizzare attraverso questi nuovi strumenti di promozione.
L’incontro, incentrato sul tema del rapporto fra cultura e piattaforme digitali, è stato suddiviso in due sessionii. Nella prima parte è stata presentata la collaborazione con Google attraverso gli interventi del direttore dell Fondazione Matera-Basilicata 2019, Paolo Verri, Raffaella Pontrandolfi, Responsabile della Comunicazione Digitale della Fondazione, Marina Gemma, Team Digital Matera 2019, Lorenzo Ortona, Console Generale di San Francisco, Alberto Acito, Head – Foreign Investment Unit Consolato di San Francisco, Chiara Fauda Pichet, Google Arts & Culture Coordinator.
Nella seconda parte sono intervenuti i rappresentanti di diverse Istituzioni interessate: Giampaolo D’Andrea, Consigliere del Ministro per i Beni e le Attività Culturali e Assessore alla Cultura del Comune di Matera, Antonio Nicoletti, Direttore Generale dell’APT, Marta Ragozzino, Direttrice del Polo Museale della Basilicata, Michele Somma, Presidente della Camera di Commercio della Basilicata.
In mattinata gli studenti del Liceo artistico di Matera sono stati protagonisti di un laboratorio con la youtuber Lucrezia Oddone, famosa sul web per le sue lezioni di italiano agli stranieri.

La fotogallery dell’incontro nell’Open Dome (foto www.SassiLive.it)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.