Proposta di legge sistema normativo regionale, via libera da commissioni congiunte

3 Dicembre, 2020 18:51 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Le commissioni consiliari (I, II, III e IV), riunitesi nel pomeriggio di oggi, in seduta congiunta, hanno licenziato la proposta di legge recante ‘Disposizioni di integrazione e manutenzione del sistema normativo regionale’ che introduce disposizioni di integrazioni del sistema normativo regionale aggiornando alcuni testi di legge, che si compone di 20 articoli.

La prima commissione, con i consiglieri Cariello, Zullino, Vizziello, Bellettieri con delega di Acito e Baldassarre l’ha votata alla unanimità. La seconda con Braia, Vizziello, Cariello con delega di Sileo, Carlucci, Bellettieri con delega di Acito e Baldassarre l’ha votata a maggioranza con il voto contrario di Carlucci. Braia non ha partecipato al voto.
La terza con Carlucci, Braia, Baldassarre, Bellettieri con delega di Acito, Vizziello, Aliandro con delega di Sileo l’ha votata a maggioranza con il voto contrario di Carlucci. Braia non ha partecipato al voto. La quarta commissione con Zullino, Aliandro, Vizziello, Bellettieri con delega di Acito, Baldassarre e Perrino l’ha votata a maggioranza con il voto contrario di Perrino. Sulla proposta sono stati presentati diversi emendamenti che saranno esaminati direttamente nella seduta del Consiglio regionale prevista per domani.

Prima della votazione le commissioni in seduta congiunta hanno audito il Dirigente generale del dipartimento Politiche agricole e Forestali, Donato Del Corso, il quale ha illustrato gli articoli riguardanti le norme in materia forestale, in materia di emergenza cinghiali, sulla disciplina della raccolta, coltivazione, conservazione e commercializzazione dei tartufi.

Il direttore generale dipartimento attività produttive (politiche di sviluppo, lavoro, formazione e ricerca) Panetta Maria Carmela ha illustrato le modifiche che riguardano gli articoli in materia di disciplina del commercio al dettaglio su aree private in sede fissa e su aree pubbliche, di diritto allo studio e sostegno all’apprendimento permanente nel corso della vita attiva, sulla istituzione dell’Agenzia regionale per il lavoro e le transizioni nella vita attiva – L.A.B. Lavoro e Apprendimento Basilicata e sul trasferimento di fondi al Consorzio industriale di Potenza.

Nicola Coviello, funzionario del dipartimento Salute ha parlato di strutture residenziali autorizzate e accreditate che alla data di entrata in vigore della presente legge, abbiano prestato assistenza alle persone anziane non autosufficienti o allettate sulla base della certificazione di non autosufficienza rilasciata dalla Azienda sanitaria competente, di Rete regionale integrata dei servizi di cittadinanza sociale.

Per l’ambiente è intervenuto il funzionario Carlo Gilio il quale ha parlato delle modifiche e delle integrazioni alla legge regionale del 29 dicembre 2016, n. 30, ‘Norme regionali in materia di esercizio, conduzione, controllo, manutenzione e ispezione degli impianti termici’ e
alla legge regionale 14 marzo 1994, n. 17 ‘Norme per la formazione della cartografia regionale di informazione territoriale’ che viene attestato all’ufficio regionale competente per materia.

Salvatore Margiotta dell’Ufficio prevenzione e controllo ambientale ha illustrato l’articolo 4 riguardante le ‘Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 16 novembre 2018, n. 35
in materia di gestione dei rifiuti e di bonifica di siti inquinati – Norme in materia ambientale e della legge 27 marzo 1992, n. 257 – Norme relative alla cessazione dell’impiego dell’amianto).

La seconda Commissione (Bilancio e Programmazione), presieduta da Braia (Iv), riunitasi subito dopo la seduta congiunta delle Commissioni I, II, III e IV, ha approvato a maggioranza con l’astensione di Braia e il voto contrario di Carlucci l’assestamento e la variazione al bilancio di previsione esercizio finanziario 2020 e pluriennale 2021-2022 dell’Apt.

Hanno partecipato alla riunione congiunta, oltre ai presidenti delle rispettive commissioni, prima Cariello, seconda Braia, terza Carlucci, quarta Zullino, i consiglieri Trerotola Cifarelli, Polese, Pittella, Leggieri, Perrino, Aliandro, Vizziello, Baldassarre, Sileo, Bellettieri.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.