Festa della Bruna 2014, bando di concorso per il carro trionfale in onore della protettrice di Matera

15 Ottobre, 2013 14:34 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Si avviano i primi adempimenti propedeutici alla prossima edizione della Festa di Maria SS della Bruna. E’ stato messo a punto il Bando di concorso per la costruzione del carro trionfale edizione 2014 che, come è noto, quest’anno avrà per tema: «Non possiedo né argento né oro, ma quello che ho te lo do» (At 3,6) – “La Chiesa nel mondo testimonia la carità”. Il bando è stato emesso dall’Associazione Maria SS della Bruna in collaborazione con la CNA, la Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola Media Impresa; la decorrenza partirà da domani 16 ottobre
2013. I progetti dovranno pervenire, o essere depositati, presso gli uffici della CNA, Via B. Croce, 21 di Matera, entro e non oltre le ore 12,00 del 5 dicembre 2013. All’interno del bando sono inserite le modalità di partecipazione. Di seguito il testo integrale del bando di concorso.

Art. 1 – ISTITUZIONE DEL CONCORSO
L’Ass. Maria SS. della Bruna, con sede in Matera Piazza Duomo 7,
in collaborazione con la Confederazione Nazionale dell’Artigianato
e della Piccola Media Impresa, che di seguito più brevemente,
sarà indicata come CNA, con sede in Matera Via B. Croce 21,
istituisce un concorso pubblico per la costruzione del Carro Trionfale
in onore di Maria SS. della Bruna. Il concorso è finalizzato
alla scelta del miglior progetto da realizzare per la festa del 2 luglio
2014, onde sensibilizzare la popolazione sui temi della pace, del
rispetto e della solidarietà umana, supportata dalla fede.
Art. 2 – OGGETTO DEL CONCORSO
Il tema del concorso Edizione 2014 è il seguente:
“Non possiedo né argento né oro, ma quello che ho te lo do …” (At
3,6).
LA CHIESA NEL MONDO TESTIMONIA LA CARITÀ!
La scheda riguardante il tema è a completa disposizione di quanti ne
faranno richiesta all’Associazione Maria SS. della Bruna e alla CNA.
Art. 3 – PARTECIPAZIONE
Possono partecipare al concorso, individualmente o riuniti in
gruppo, gli artisti e gli artigiani, residenti o originari di Matera e
Provincia in grado di assumersi materialmente l’impegno di costruire
in prima persona il Carro Trionfale secondo le norme contrattuali
contenute nel contratto, il cui schema può essere visionato o
richiesto dagli interessati all’Associazione Maria SS. della Bruna
(Piazza Vittorio Veneto – Palazzo dell’Annunziata) ed alla CNA.
Nel caso di partecipazione di un gruppo dovrà essere designato al
suo interno un responsabile.
I partecipanti al concorso hanno l’obbligo:
1) di possedere la partita I.V.A.;
2) di essere iscritti nel Registro delle Imprese della Camera di
Commercio;
3) di sottoscrivere una dichiarazione con la quale si impegna, in
caso di ricorso a mano d’opera, ad adempiere tutto quanto previsto
per legge sulle assunzioni, di applicare i contratti collettivi di
lavoro per categoria, ad osservare le norme di sicurezza sul lavoro,
ad assumersi tutti gli oneri nei confronti dell’INPS e dell’INAIL e
di sollevare l’Associazione Maria SS. della Bruna da ogni responsabilità
per eventuali inadempienze al riguardo.
Al fine di sensibilizzare le coscienze di tanti desiderosi di offrire
un contributo culturale ed artistico alla Festa in onore di Maria
SS. della Bruna, anche nel corrente anno, possono presentare un
proprio bozzetto senza gli oneri di cui ai precedenti punti 1), 2),
3), tutti coloro che non sono nella materiale e concreta possibilità
di realizzare la costruzione del Carro Trionfale, siano essi artisti
senza adeguata struttura organizzativa, siano essi privati cittadini,
studenti delle Scuole d’Arte , etc., che saranno iscritti nella sezione
NON PROFESSIONALE, e considerati “fuori concorso”.
Al vincitore di tale sezione sarà rilasciato un attestato di primo
classificato; agli altri, un attestato di partecipazione.
Art. 4 – PRESENTAZIONE DEI PROGETTI:
TERMINI E MODALITÀ
I progetti dovranno pervenire, o essere depositati, presso gli Uffici
della CNA, Via B. Croce 21 di Matera, entro e non oltre le ore
12,00 del 05/12/2013, avendo cura di evidenziare sul plico per
quale sezione si concorre, e cioè PROFESSIONALE oppure NON
PROFESSIONALE.
I progetti che perverranno oltre l’ora e la data sopraindicata saranno
esclusi dal Concorso.
I progetti dovranno essere contenuti in involucri non deformabili,
su cui dovrà essere apposta solo la dicitura: Progetto per la costruzione
del Carro Trionfale in onore di Maria SS. della Bruna e
l’indicazione della Sezione per la quale si concorre, e cioè PROFESSIONALE
oppure NON PROFESSIONALE.
Art. 5 – PRESENTAZIONE DEL PROGETTO
Sul progetto non dovrà essere apposta la firma del concorrente, pena
l’esclusione dal concorso.
I concorrenti sono tenuti a presentare, oltre al bozzetto di cui al successivo
art. 6, altre due buste mezzo foglio di colore bianco, chiuse e
sigillate ai lembi con nastro adesivo trasparente:
– la prima, che il concorrente dovrà contraddistinguere con la lettera
“A”, dovrà contenere un foglio formato A4 su cui sarà riportata una descrizione
fedele e dettagliata del progetto; detto foglio non dovrà essere
firmato, pena l’esclusione dal concorso;
– la seconda, che il concorrente dovrà contraddistinguere con la lettera
“B”, dovrà contenere nr. 6 fogli formato A4 su cui saranno riportati:
• I foglio – le proprie generalità, la residenza con via e numero civico;
• II foglio – l’impegno a realizzare il Carro entro il 15 Giugno 2014;
• III foglio – il proprio curriculum, in forma sintetica, circa l’attività
svolta nell’arte della cartapesta;
• IV foglio – autocertificazione di avere i requisiti di cui ai punti 1) e 2)
del precedente art.3;
• V foglio – dichiarazione come da punto 3 del precedente art.3;
• VI foglio – dichiarazione di aver preso visione del contratto di affidamento
per la realizzazione del carro trionfale in onore di Maria SS.
della Bruna – edizione 2014- e di accettare incondizionatamente tutte
le clausole e condizioni.
Tutti i suddetti fogli della busta “B” dovranno essere sottoscritti con
firma leggibile, pena l’esclusione dal concorso.
Il concorrente della sezione NON Professionale dovrà, invece,
allegare una sola busta mezzo foglio di colore bianco, sigillata
ai lembi con nastro adesivo trasparente, contenente un foglio
formato A4, su cui saranno riportate le proprie generalità, la residenza
con via e numero civico. Detto foglio dovrà essere sottoscritto
con firma leggibile, pena l’esclusione.
Art. 6 – ELABORATI RICHIESTI
Il bozzetto dovrà essere realizzato su cartoncino o su tela o su supporto
ligneo di dimensioni cm 50×70, con tecnica coloristica a scelta.
Ai concorrenti della Sezione Professionale che presenteranno il bozzetto
come da precedente comma, arricchito da adeguati elaborati
grafici riproducenti la facciata laterale, quella anteriore e quella posteriore,
sarà assegnato un punteggio di valutazione, come da successivo
art. 8.
Il bozzetto e tutti gli elaborati non devono presentare alcuna firma o
segno di riconoscimento, pena l’esclusione dal concorso.
Il progetto dovrà essere unico, originale ed esclusivo, pena l’esclusione
dal concorso.
Nella elaborazione del progetto, il concorrente dovrà tenere conto
delle dimensioni del carro e della base di appoggio. La struttura lignea
(scheletro) del carro può essere visionato, a richiesta, presso il deposito
comunale ove avrà luogo la costruzione del carro edizione 2014.
I concorrenti potranno ritirare, presso l’Associazione Maria SS. della
Bruna o gli Uffici della CNA, lo schema dello scheletro del carro.
I concorrenti della sezione NON Professionale dovranno presentare
il bozzetto, come indicato dal comma 1 del presente articolo.
Art. 7 – IMPORTO DELLA SPESA
L’importo previsto per la realizzazione dell’opera non dovrà
superare la somma di Euro 23.000,00, (ventitremila) oltre IVA
come per legge.
Art. 8 – ESAME DEI PROGETTI
I progetti saranno sottoposti all’esame di un’apposita Commissione
che sarà composta dal Presidente dell’Associazione Maria SS.
della Bruna, dal Delegato Arcivescovile e da nr. 4 membri esterni.
Il Presidente dell’Associazione non avrà diritto di voto, mentre gli
altri componenti potranno esprimere il proprio giudizio, avendo
ogni membro a disposizione complessivamente 20 punti, da assegnare
come di seguito indicato.
Il funzionario delegato della CNA avrà funzione di segretario, senza
diritto di voto.
La giuria dovrà tener conto:
1) aderenza del progetto al tema religioso: ogni membro della commissione
avrà a disposizione punti da 0 a 10 per ogni progetto;
2) armonia artistica ed equilibrio dell’insieme, che comprende:
a) Forma visiva;
b) Percezione e struttura;
c) peso;
d) Colore e percezione;
e) Luce;
f) Significato e arte.
Ogni membro della commissione avrà a disposizione punti da 0 a
10 per ogni progetto.
Ai concorrenti della Sezione Professionale che, oltre al bozzetto,
presentano gli elaborati grafici di cui al 2° comma del precedente
art.6, sarà attribuito un punteggio aggiuntivo, relativo agli elaborati
grafici, di 3 punti per ogni facciata presentata, per un massimo
di punti 9.
I punteggi aggiuntivi attribuiti a ciascun candidato della sezione
professionale dovranno essere sommati a quelli della giuria.
Sarà formata un’apposita graduatoria.
Risulterà vincitore il candidato della Sezione Professionale che
complessivamente avrà più punti.
A parità di punteggio, la Commissione valuterà il curriculum dei
candidati e ogni membro della giuria avrà a disposizione un punto,
da assegnare al candidato ritenuto più meritevole.
Risulterà vincitore il candidato che complessivamente prenderà
più punti.
I progetti dei candidati della Sezione NON Professionale saranno
valutati con gli stessi criteri detti in precedenza; agli stessi però non
saranno attribuiti voti aggiuntivi.
Il giudizio della Commissione è inappellabile.
Art. 9 – DISPOSIZIONI FINALI
L’elaborato che risulterà vincente rimarrà di proprietà dell’Associazione
Maria SS. della Bruna, quale documentazione ai fini storici.
La partecipazione al concorso implica l’accettazione senza riserva
alcuna, di tutte le norme contenute nel presente bando e del relativo
contratto da stipularsi con il vincitore.
Il concorso verrà comunque espletato anche se sarà presentato un
solo progetto.
Art.10 – INFORMAZIONI
Gli interessati potranno chiedere informazioni e/o chiarimenti
all’Associazione Maria SS. della Bruna presso la sede operativa sita
presso il Palazzo dell’ Annunziata, in Matera P.zza Vittorio Veneto,
tutti i venerdì e sabato ricadenti nel mese di novembre 2013 dalle
ore 18,00 alle ore 20,00.

Matera, 16 Ottobre 2013
L’Associazione Maria SS. della Bruna  e CNA Matera

 

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

4 commenti

  1. 7 anni  

    IL GOVERNATORE

    Ancora questi bandi fasulli!!!!!… finirà come lo scorso anno…non si presenterà nessuno!!!!!…. epoi si sa che il prossimo carro lo rifarà Andrea Sansone!!!!!….

  2. 7 anni  

    alex80

    ancora devono cominciare e già criticate, ma è mai possibile?
    …fatevela da soli la festa se siete capaci…………………………………………………………….

  3. 7 anni  

    IL GOVERNATORE

    Caro ALEX80, non si tratta di criticare, ma di mettere fine una buona volta a un sistema organizzativo della festa che è simile alla politica lucana. BASTA PRENDERCI IN GIRO!!!!!!!!!!!!….Non è possibile assistere ancora a questo TEATRO!!!!…. sempre e solo i soliti protagonisti che fanno da padrone. Il solito Don (è che è una dittatura!!!!) ci sono pure altri parroci….., e gli amici degli amici…..tutto come prima più di prima!!!!!!!!!!!!!!!………… proprio come la politica!!!!!!……poi chiameranno per le luminarie i soliti, per i fuochi i soliti…e via dicendo!!!!!!!!!!!!!! DOVE’ IL RINNOVO????????…. hanno fatto presidente il Bravo Andrisani….ma non avrà nessuna libertà di decidere!!!!!…….

    UN MIO CONSIGLIO: Fate un confronto a 360 gradi con la città e cittadini Materani, parroco e curia, compreso e vediamo se la città è dalla vostra parte o no. Basta a fare gli IPOCRITI!!!! e gettate la maschera una volta per tutte. Dopo 5 anni dovete andare a casa e passare l’organizzazione ad altri…capito?????……

  4. 7 anni  

    Sig. Pietro I.

    Condivido in pieno ciò che ha espresso il governatore. Si faccia un referendum popolare e decidiamo il futuro e nuovo statuto di questa festa, perchè non appartiene ai soliti amici degli amici o al Vescovo e altri, ma all’intera città di Matera. Dunque serve un rinnovamento radicale, che piaccia o no, ma va comunque fatto. Grazie.