Sanremo 2021, cover dei big in gara e ospiti terza serata: Arisa senza duetto per l’omaggio a Pino Daniele. Svelata la scenografia

23 Febbraio, 2021 00:44 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Come da tradizione da diversi anni a questa parte anche nell’edizione 2021 la terza serata del Festival di Sanremo (giovedì 4 marzo) è dedicata alle cover dei 24 artisti della sezione Campioni che hanno scelto una canzone edita tra i grandi brani della storia della canzone d’autore.

Gli Artisti, che potranno scegliere di esibirsi da soli oppure insieme ad artisti ospiti italiani o stranieri, verranno votati dai musicisti e dai coristi componenti l’Orchestra del Festival. Tutti i cantanti in gara hanno scelto un partner o un gruppo per la cover del giovedì ma ci sono anche artisti che hanno rinunciato ai duetti: tra questi anche la lucana Arisa, che canterà da sola “Quando” di Pino Daniele.

I DUETTI

AIELLO Gianna (Rino Gaetano) con VEGAS JONES

ANNALISA La musica è finita (Ornella Vanoni)

ARISA Quando (Pino Daniele)

BUGO Un’avventura (Lucio Battisti) feat PINGUINI TATTICI NUCLEARI

COLAPESCE DIMARTINO Povera Patria (Franco Battiato)

COMA_COSE Il mio canto libero (Lucio Battisti) con ALBERTO RADIUS e MAMAKASS

ERMAL META Caruso (Lucio Dalla) con NAPOLI MANDOLIN ORCHESTRA

EXTRALISCIO feat Davide Toffolo Medley Rosamunda (Gabriella Ferri) con PETER PICHLER

FASMA La fine (Nesli) con NESLI

FRANCESCO RENGA Una ragione di più (Ornella Vanoni) con CASADILEGO

FULMINACCI Penso positivo (Jovanotti) con VALERIO LUNDINI e ROY PACI

GAIA Mi sono innamorato di te (Luigi Tenco) con LOUS AND THE YAKUZA

GHEMON Medley “Le ragazze”, “Donne”, “Acqua e sapone”, “La canzone del sole” con NERI PER CASO

GIO EVAN Gli anni (883) con I CANTANTI DI THE VOICE SENIOR

IRAMA Cyrano (Francesco Guccini)

LA RAPPRESENTANTE DI LISTA Splendido Splendente (Donatella Rettore) con DONATELLA RETTORE

LO STATO SOCIALE Non è per sempre (Afterhours) con SERGIO RUBINI E I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO

MADAME Prisencolinensinainciusol (Adriano Celentano)

MALIKA Insieme a te non ci sto più (Caterina Caselli)

MANESKIN Amandoti (CCCP di GIOVANNI LINDO FERRETTI) con MANUEL AGNELLI

MAX GAZZE’ Del Mondo (Csi di GIOVANNI LINDO FERRETTI) con M.M.B

FRANCESCA MICHIELIN e FEDEZ Medley (Calcutta – Del Verde, Daniele Silvestri – Le cose che abbiamo in comune)

NOEMI Prima di andare via (Neffa) con NEFFA

ORIETTA BERTI Io che amo solo te (Sergio Endrigo) con LE DEVA

RANDOM Ragazzo fortunato (Jovanotti) con THE KOLORS

WILLIE PEYOTE Giudizi Universali (Samuele Bersani) con SAMUELE BERSANI

Sanremo 2021, svelata la scenografia della 71^ edizione Festival della Canzone Italiana

Un’astronave che ci trasporti verso il domani, quando la pandemia e il Covid saranno soltanto un brutto ricordo. È questo il messaggio che gli autori della scenografia del 71° Festival di Sanremo hanno voluto lanciare in occasione dell’edizione del 2021. «Amadeus dice che questo non sarà il suo secondo Festival, ma il primo verso un altro futuro – rivelano Gaetano e Maria Chiara Castelli, gli autori dell’opera che raffigura un «involucro» che avvolge e riempie i vuoti del teatro – e lo sarà anche per la scenografia, per la quale abbiamo immaginato un’astronave e una sorta di stargate, verso un futuro migliore al quale aspirare»

«Abbiamo cercato – spiegano – di sfruttare il più possibile gli spazi, anche per la necessità, ad esempio, di distanziare l’orchestra. E allo stesso tempo di sopperire al senso di vuoto, utilizzando anche le pareti laterali fino alla galleria, creando un involucro che con la sua forma di astronave aumentasse la profondità. In realtà, la lunghezza della scena è uguale a quella dello scorso anno, ma ora è avanzata molto l’orchestra e per questo abbiamo cercato di lavorare sulla prospettiva, con due punti di fuga centrali e con una scenografia che riducendosi progressivamente in ampiezza e in altezza crea un effetto prospettico importante, che dà profondità a tutto. E a questo si aggiunge che anche il soffitto diventa elemento scenografico, tra luci, schermi e materiali video-luminosi che sono parte integrate della scena», così Gaetano e Maria Chiara Castelli.

Si tratta di un lavoro realizzato a stretto contatto con il regista Stefano Vicario e il direttore della fotografia Mario Catapano che per questa edizione potranno contare anche su una scenografia esterna: «Un lavoro avviato da molti mesi – proseguono gli autori della scenografia – con loro e con una squadra di professionisti eccezionali con i quali, per la prima volta, siamo anche ‘usciti’ dall’Ariston in un nuovo spazio scenografico dove ci sarà una telecamera che, dall’alto, potrà varcare la soglia del teatro», così Castelli.

 

 

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.