Dietro gli scaloni, l’inno del Matera calcio di Roots ‘n’ Stones è già un tormentone: ascolta il disco e leggi l’intervista esclusiva di SassiLive alla crew materana

7 Gennaio, 2013 19:52 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

La crew materana  Roots ‘n’ Stones crew ha prodotto “Dietro gli scaloni”, il nuovo inno del Matera calcio. Il brano, presentato per la prima volta al pubblico in occasione della prima gara interna del 2013 disputata dai biancoazzurri al XXI Settembre-Franco Salerno contro il Nardò è stato particolarmente apprezzato dai tifosi materani sia per l’arrangiamento reggae molto orecchiabile sia per il testo in cui vengono ricordati anche due grandi protagonisti del calcio materano, il presidente Ciccio Salerno, che ha festeggiato da Presidente del club assieme agli sportivi materani la storica promozione del Matera in Serie B nel giugno 1979 e il compianto Franco Mancini, portiere materano prematuramente scomparso lo scorso anno dopo una luminosa carriera nel campionato di Serie A conquistata con grandi sacrifici dopo l’esordio avvenuto all’età di 17 anni nella squadra della sua città.  

La crew materana Roots ‘n’ Stones si è fatta già apprezzare sulla scena della dance hall con il brano Ogni tand’, che sottolinea la presenza nella città dei Sassi di gruppi musicali che si cimentano in produzioni reggae.

Dopo aver realizzato il disco “Dietro gli scaloni” la Roots ‘n’ Stones ha concesso un’intervista in esclusiva per SassiLive.it a Michele Capolupo

Da chi è composta la crew Roots ‘n’ Stone? La crew è composta da Pisello (Michele Masiello), Fumetto (Gianrocco Bruno) e Pomplemo (Pier Paolo Genco). Siamo tre materani doc che hanno deciso di lavorare ad un progetto con l’intenzione di diffondere vibrazioni genuine e positive attraverso un approccio cosciente alla diffusione musicale”.

Pur avendo avuto una formazione musicale differente, i tre componenti del gruppo si identificano pienamente nella musica come mezzo d’informazione e denuncia.

Quali esperienze avete maturato in ambito musicale?

“Da diversi anni siamo attivi nella promozione di eventi nella città dei Sassi e abbiamo suonato al fianco di nomi illustri della scena reggae nazionale e non solo, tra cui: Nico ’Different’ Mudù, Winston, Francis(Jamaica), Sud Sound System,Villa Ada Crew, Cool Runnings Sound, Ginko, Marracash, BoomDaBash, Brusco.

Qual’è stato il primo lavoro discografico? “Il nostro primo cd si chiama come la band, “Roots ‘n’ Stones”, ed è  uscito nel 2010. Il disco è un mix di passione, cultura musicale, denuncia e amore.


Quando avete deciso di realizzare un disco per la squadra di calcio e come siete arrivati a “Dietro gli scaloni?

“Il singolo “dietro gli scaloni…”, interamente autoprodotto, è stato presentato il 5 gennaio scorso in occasione dell’evento culturale promosso da R’n’S a scopo benefico “Give a helping hand 4”,  appuntamento fisso dal 2010, in cui il gruppo materano ha avuto il piacere di ospitare Brusco.
“Dietro gli scaloni…” nasce innanzitutto dalla passione per la squadra di calcio della città e dall’amore per la propria terra. Il brano è un tributo che i tre componenti del gruppo hanno voluto dedicare principalmente a tutti coloro che ogni domenica, nonostante le tantissime difficoltà, seguono i propri colori in casa e in trasferta. Ma è allo stesso tempo un incoraggiamento verso i “meno affezionati” e verso tutti i cittadini a sostenere la propria squadra. E la musica si rivela ancora una volta il mezzo più idoneo ad incentivare, tra gli altri, progetti sportivi che si inseriscono a pieno titolo tra gli eventi culturali di cui la nostra città ha bisogno”.

Come mai avete deciso di chiamarlo “Dietro gli scaloni”? “Questo titolo è stato scelto perchè rappresenta il punto di ritrovo tra il primo e il secondo tempo delle partite , ma sopratutto perchè è li che vengono realizzate le coreografie della tifoseria”.

Autori del testo sono Pisello e Pompelmo mentre le musiche sono scritte ed arrangiate da Fumetto. Il brano si apre con il coro per eccellenza, “il Maaa”, che da sempre ha contraddistinto la voce della gradinata. Il testo richiama i momenti e le emozioni che tipicamente si vivono seguendo con passione e con amore la propria squadra, ma non potevano mancare due dediche speciali. Una per “il presidente vincente”, mai dimenticato, Franco Salerno. L’altra per Franco Mancini, il portierone di Bottiglione, che ha sempre unito la passione per il calcio a quella per la musica reggae.
La crew è attualmente impegnata nella produzione del loro prossimo cd.

Michele Capolupo

 

Riportiamo di seguito i “credits” della canzone che entra direttamente al numero uno nella speciale classifica delle canzoni dedicate alla squadra di calcio della città di Matera, l’audio inserito su youtube di “Dietro agli scaloni” in attesa del video ufficiale che sarà realizzato nei prossimi giorni e che pubblicheremo in questa pagina e la fotogallery delle immagini relative alla copertina del disco e una foto di un live della crew materana Roots ‘n’ Stones.

Testo by Pisello e Pompelmo

arrangement & mixing: Riddim by Roots brown a.k.a. Fumetto 

mastering & vox recording presso Labsonic recording studio

Il gruppo ringrazia per la collaborazione Tenente, Pluto, Naicol, La Volpe, Raffaele.

Stampa by BM graphic

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

17 commenti

  1. 7 anni  

    materano(MT)

    Meravigliosamente bello, parole in cui mi rivedo totalmente!!!

  2. 7 anni  

    uffamuffa

    DA BRIVIDI, EMOZIONATO. GRAZIE A TUTTI GRAZIE MATERA MI MANCHI.

  3. 7 anni  

    Zukkavuota

    Life if you want to live
    Rastaman vibration yeah!
    Positive!

    Bravi ragazzi!

  4. 7 anni  

    ODIOPZ 80

    LA STò ASCOLTANDO 20 VOLTE AL GIORNO IN MACCHINA TROPPO BELLA!!!! QUANTI RICORDI C…O!!!!!!!!!!!

  5. 7 anni  

    bellod

    NON HO PAROLE!!!!!!!!!!!!!!
    BELLISSIMO!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    FORZA MATERA DAL VENEZUELA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  6. 7 anni  

    ahahhahah, propio come facciamo la domenica………..bella questa canzone……I MATERANI SE LA CANTANO A MACCHINETTA SOLO CUORE BIANCAZZURRI……POI IL GRANDE RICORDO ,FRANCO SALERNO E FRANCO MANCINI……COMPLIMENTI AL PRODUTTORE ………..forza matera….un amore eterno!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!DOPO LA MAMMA SOOOLO IL MATERA ………………………………………..

  7. 7 anni  

    Luciano

    Bravi questi ragazzi, spero diventi l’inno della squadra e venga già suonata la prossima al XXI settembre

    • 7 anni  

      alk

      basta cone canzoni di m…. allo stadio..vogliamo questa al XXI settembre……………………..

  8. 7 anni  

    il lamento della nostra parlata rovina un po’ la canzone però cioè che è scritto e cantato è tutto vero…. quindi bella..

  9. 7 anni  

    Roots'N'Stones

    Per chi fosse interessato al CD può rivolgersi direttamente ai ragazzi della Gradinata lasciando loro un contributo che servirà per pagare una parte delle trasferte visto che , per chi non lo sapesse , spesso sono costretti a fare mille rinunce e sacrifici per andare a sostenere il Matera fuori casa.
    Grazie a tutti per i complimenti .

  10. 7 anni  

    gian79

    ad ariano irpino diffidato ingiustamente….pompelmo ti vogliamo presidente!!!!

  11. 7 anni  

    antonio

    Bellissimo l’inno, struggente il ricordo del Presidentissimo ” Ciccio Salerno” e del compianto Franco Mancini, l’unica nota stonata ahimè è ” T’so vist stiv pur tu” non corrisponde al vero dialetto materano. Avrei preferito ” T’ so vust stiv pir tij. Per il resto è perfetta!!!

  12. 7 anni  

    alex80

    STRAPPALACRIME E MOLTO ORECCHIABILE SIN DAL PRIMO ASCOLTO.

    STUPENDA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  13. 7 anni  

    materano 100%

    complimenti…………acquistato il CD allo stadio domenica…..

  14. 7 anni  

    john

    bella ””””
    ragga ci voleva proprio un salto di qualità una pompelmata ed una pisellata cose che ci vogliono
    FORZA SEMPRE LA TERRA LUCANA ED IL MATERA
    “SIEMPRE IN N’ANZ! UAGNUNNNNNNNNNNNNN”