Rai Libri a Matera, Massimiliano Ossini presenta il libro “Kalipè” con Alessandra Comazzi a Casa Cava: “Racconto una vetta fisica e una vetta interiore”. Intervista e foto

28 Giugno, 2019 20:46 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Dopo il convegno “Ieri, oggi e domani. Presente e futuro del libro in Italia tra rivoluzione tecnologica e nuovi linguaggi della comunicazione” promosso a Casa Cava, nei Sassi di Matera, la prima delle due giornate di Rai Libri nella città dei Sassi si è conclusa con la presentazione nel pomeriggio di due libri selezionati dal catalogo della nuova casa editrice della Rai.
La giornalista Alessandra Comazzi ha dialogato con il conduttore televisivo e scrittore Massimiliano Ossini, autore di “Kalipè”.

Di seguito l’intervista rilasciata a margine dell’incontro da Massimiliano Ossini e la fotogallery dell’incontro a Casa Cava

Perchè hai scelto questo titolo e cosa contiene il romanzo? “Kalipè è un detto tibetano, significa passo lento e corto, quindi tutto quello che bisogna fare bisogna farlo con calma, guardare tutto quello che c’è attorno, ascoltare, sentire i profumi e quando ti trovi in questa meraviglia riesci ad assaporare non solo la storia, ma anche il presente e quello che verrà nel domani. Nel mio libro cerco di raccontare due vette, una vetta fisica, vera, che è quella della montagna in quanto lo scorso anno ho scalato la vetta sacra dell’Adamello insieme al mio compagno Lino. E in questa spedizione abbiamo raccontato la storia di chi ha combattuto proprio lì. E poi una seconda vetta, una vetta interiore, più profonda, in cui sono andato a raccontare il Massimiliano che non si conosce. Quel Massimiliano che ha avuto un’infanzia non semplicissima, un po’ difficile, dei cambiamenti, ho girato sei città fino a quando non ho trovato il silenzio, la condizione mgliore, perfetta per ritrovare noi stessi e questo lo ritrovo grazie ad una grande maestra di vita che è la montagna”.

Qual è la vetta più difficile, quella interiore o esteriore? “Quella della montagna basta un po’ di allenamento e si riesce comunque a raggiungere, basta saper aspettare, la vetta interiore è qualcosa di estremamente delicata, perchè è una condizione di vita che bisogna comunque raggiungere. Nel mio caso è stato semplice perchè ho avuto la fortuna di incontrare una meravigliosa donna che è mia moglie con cui ho fatto tre figli e quindi già vivevo in un’atmosfera serena, bella. Tutto questo l’ho portato in uno studio mio interiore durato 5 anni, profondo, in cui sono riuscito a capire il senso della vita, almeno il mio ma che forse lo posso condividere anche con gli altri ed è semplice. Riuscire a togliersi quella zavorra che abbiamo sulle spalle e sentire la vita, non sopravvivere ma vivere. Noi con i ragazzi rincorriamo sempre qualcosa, programmiamo qualcosa che dovrà arrivare, ma in realtà non stiamo vivendo questo momento. Oggi sono qui a Matera, devo vivere appieno questo, poi sto programmando il mio futuro ma vivo al 100% questa giornata e dobbiamo ritornare a viverlo. Dobbiamo illuminare la nostra ombra ma ricordarci che è sempre dietro di noi e ci può anche aiutare poi nella vita”.

Che emozioni ti dà Matera? “Io sono stato qui per un servizio di Geo & Geo e già all’epoca si stava lavorando. Mi immergo nell’agricoltura, amo le vacche e di fronte avevamo le podoliche, c’erano agricoltori giovani che stavano puntando a qualcosa per il futuro. Lavoravano di giorno ma pensavano al futuro. Qui si è dimostrato che quando si riesce a fare squadra si raggiunge l’obiettivo, Matera lo ha raggiunto ma la cosa più bella è che si vedrà anche nei prossimi anni”.

Nel pomeriggio di sabato 29 giugno, sempre a Casa Cava, dalle ore 17,30 per Rai Libri la scrittrice e conduttrice televisiva Andrea Delogu presenterà il libro “Dove finiscono le parole” e Bianca Guaccero il libro “Il tuo cuore è come il mare”.

Michele Capolupo

 

Di seguito la biografia di Massimiliano Ossini

Massimiliano Ossini è nato a Napoli il 22 dicembre 1978. E’ un conduttore televisivo ed ex modello italiano.
Conseguita la maturità scientifica nel 1997, si è poi laureato in Scienze della Comunicazione a Milano. Inizia a lavorare nel campo della pubblicità.
Nel 2000 fa il suo debutto da attore entrando nel cast della commedia teatrale con Cyrano de Bergerac.
La sua popolarità arriva come conduttore del canale satellitare per ragazzi Disney Channel. Dal 2003 al 2006 conduce le tre ultime edizioni di Disney Club su Rai 2. Nel 2005 si occupa dei servizi in esterno di Random, magazine di Rai 2, e partecipa come concorrente alla prima edizione di Notti sul ghiaccio, talent show in onda su Rai 1 condotto da Milly Carlucci, risultandone vincitore.
Nella stagione 2006-2007 conduce ogni domenica mattina, insieme a Gianfranco Vissani, Linea verde, programma che riprenderà anche l’anno seguente affiancato da Veronica Maya.
Nelle stagioni 2008-2009 e 2009-2010, su SKY Italia, conduce il primo quiz della piattaforma, intitolato Sei più bravo di un ragazzino di quinta? e, contemporaneamente, continua a condurre su Rai 1 Linea Verde fino alla primavera del 2010.
Dal 5 gennaio al 9 febbraio 2013 conduce E se domani su Rai 3. Dal 9 settembre dello stesso anno conduce Uno Mattina Verde su Rai 1. Dal 2014 conduce su Rai 1 la trasmissione Linea bianca.
Dalla stagione 2016-2017 conduce assieme a Manila Nazzaro e Adriana Volpe il programma Mezzogiorno in famiglia, in onda sabato e domenica mattina su Rai 2. Il 21 giugno 20 17 presenta la ventinovesima edizione di Premio Bellisario. Nella scorsa stagione estiva ha condotto al fianco della giornalista Valentina Bisti Unomattina estate, in onda su Rai 1, dal lunedì al venerdì dalle 7:10 alle 9:55.
La fotogallery delle presentazioni dei libri di Salvo Sottile e Massimiliano Ossini (foto www.SassiLive.it)

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.