Scorie a Scanzano? Per Buccico “una scelta inopportuna, conflittuale e provocatoria”

5 Agosto, 2009 22:28 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

“Una scelta assolutamente inopportuna e conflittuale, e, per certi versi, anche provocatoria”. Così il Sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico commenta la possibile candidatura del sito di Scanzano Jonico quale uno dei siti di centrale nucleare da attivare nei prossimi anni, manifestando la netta contrarietà alle voci che preannunciano come imminente la indicazione dei siti.
“Nel nostro territorio – sottolinea il Sindaco – è già presente il centro Enea nella Trisaia di Rotondella, che da oltre trenta anni rappresenta una zona a rischio nucleare.
La proposta di Scanzano, ove malauguratamente la notizia dovesse avere fondamento, è da respingere subito e senza esitazioni.
Senza indugi e senza ambiguità si ritrovi compatta la intera comunità lucana sul fronte del no ad una scelta che penalizzerebbe lo sviluppo della intera Regione e le prospettive della sua riconosciuta e comprimaria vocazione turistica”.

 


L’Avv. Emilio Nicola Buccico, nell’apprendere dalla stampa di oggi di essere stato inserito tra i componenti del coordinamento regionale del Pdl, si è dimesso immediatamente dall’incarico e ha dichiarato: “Il Pdl ha bisogno di confronto e di democrazia, non di regi decreti”.

In riferimento alla nomina del coordinamento regionale del Pdl, i Consiglieri Provinciali Giuseppe Labriola, coordinatore provinciale vicario, Antonio Mangiamele, Salvatore Cosma, Vice Presidente del Consiglio Provinciale, Giovanni Vizziello e Francesco Carbone, i Consiglieri Comunali di Matera Carlo Lorusso, Romeo Sarra, presidente del Consiglio Comunale, Adriano Pedicini, Corrado Arfò, Aldo Panessa, Nicola Di Marzio, Francesco Rosmarino e Silvana Bianculli, e gli Assessori Comunali Giovanni Vizziello e Nicola Rocco concordano con la posizione assunta dal Sindaco Emilio Nicola Buccico e denunciano la incomprensibilità del metodo adottato, che vede la totale assenza della base, estranea a qualsiasi forma di coinvolgimento.
Reclamano la necessità e l’urgenza di una svolta diretta ad evitare l’emarginazione del Mezzogiorno: in questo quadro la Basilicata, carente di apparati produttivi e di infrastrutture, ha diritto ad una centralità nazionale.
Riconfermano, infine, la volontà di lottare per dare al Pdl forza e progettualità e sottolineano come Matera, insieme con il suo entroterra provinciale sia stata fucina di successi col grande, forte ed omogeneo gruppo che da Alleanza Nazionale è confluito nel Pdl.

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.