Matera Calcio, il portiere Bifulco chiede il sostegno del pubblico per battere la capolista Casertana

2 febbraio, 2016 18:48 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

E’ il numero uno del Matera e difende la porta biancoazzurra da quattro stagioni, due consecutive in serie D e altre due in Lega Pro. Uno dei pilastri del Matera Calcio è sicuramente il portiere Mariano Bifulco. Pescarese di 33 anni, Bifulco prova a fare il punto in casa biancoazzurra dopo lo stop che ha interrotto la striscia di undici risultati utili consecutivi, con sette vittorie e quattro pareggi.

Marino, a Catania una sconfitta che brucia? “Purtroppo si perchè la partita l’abbiamo fatta noi mentre il Catania ha giocato di rimessa. Ci è mancato il gol e dispiace perdere perchè comunque quadno fai prestazioni importanti e non riesci a vincere rimani con l’amaro in bocca. Se giochi male e perdi meritatamente te ne fai una ragione ma a Catania non meritavamo certamente di uscire sconfitti. Certamente questo stop diventa uno stimolo per continuare la strada intrapresa e ora pensiamo a lavorare per arrivare preparati all’appuntamento di domenica contro la capolista”.

All’andata sei stato decisivo proprio contro i falchetti parando un rigore con il Matera già in dieci uomini. Cosa temi di questa squadra? “Rigore a parte, all’andata abbiamo sofferto tantissimo perchè la classifica parla da sola. La Casertana gioca un ottimo calcio e noi dobbiamo rispettare tutto il collettivo. Ci sonogiocatori importanti e all’andata per il gioco espresso mi hanno fatto un’ottima impressione.
Secondo me merita il primo posto i punti non si fanno a caso. Probabilmente non sono partiti per vincere il campionato e all’inizio non se l’aspettavano neanche loro di trovarsi in testa ma ora non sono più una sorpresa e sicuramente puntano alla promozione”.

E il Matera dove può arrivare? “Noi siamo a sei punti dai play-out ma fino a tre mesi fa eravamo ultimi in classifica Una sconfitta a Catania non ci butta giù di morale e proveremo a far punti ogni domenica per restare più in alto possibile”.

La svolta in casa Matera è arrivata con Padalino, sei d’accordo?
“Noi abbiamo sempre creduto nelle nostre possibilità e pensavamo che non era l’ultima posizione quella che meritivamo. Sicuramente il mister ha fatto un grosso lavoro sulla nostra testa e ha lavorato tantissimo tatticamente. A lui piace avere il possesso della palla e imporre il proprio gioco.
Abbiamo lavorato sodo per capire come dovevamo fare per interpretare il suo modo di vedere il calcio e ora siamo qui a commentare un’altra classifica”.

Bifulco è una delle bandiere di questo Matera ma il capitano è Iannini, avresti voluto indossare la fascia? “Iannini ha fatto più presenze di me ed è giusto che sia lui a indossare la fascia di capitano. Con Gaetano ho un ottimo rapporto e anche lui gioca ogni partita con grande generosità per onorare i colori biancoazzurri”.

Quest’anno il punto di forza è stata sopratutto la difesa, da portiere cosa puoi dire in merito? “Non bisogna mai pensare ai quattro difensori ma alla fase difensiva e noi la facciamo bene perchè il mister ci fa lavorare molto sotto questo punto di vista. Se hai la palla sempre tu è più difficile che gli avversari ti fanno male. Il mister è stato un difensore e quindi sa registrare bene la difesa. Il segreto? Tanta applicazione durante la settimana”.

Matera e Bifulco, come ti trovi in questo ambiente e in questa città? “Sicuramente sono legato alla maglia e non a caso con mia moglia Antonia abbiamo concepito proprio qui nostra figlia Giordana, che ora ha due anni. A Matera mi trovo benissimo, la vita extracalcio è ottimoa perchè Matera è una città tranquilla, ideale per una famiglia. Qui si vive benissimo. Matera è l’ambiente ideale per fare bene”.

Domenica arriva la capolista, cosa vuoi dire al pubblico materano “All’inizio il Matera andava male ed è normale che avevamo pochi tifosi allo stadio. Io sono qui da quattro anni e ho visto i materani accendersi tante volte, quindi so il calore che ci possono dare e spero vivamente che domenica prossima possano gremire gli spalti come è accaduto già in tante occasioni. Sicuramente poi toccherà a noi ripagare il loro entusiasmo con una grande prestazione. Un pronostico? Speriamo di vincerla per portare a casa i tre punti e daremo il massimo per vincere…sperando di infiammare Matera!”

Michele Capolupo

Nella foto di Emanuele Taccardi la super-parata di Bifulco nel match contro l’Andria, in basso il primo piano del portiere del Matera

bifulco

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

3 commenti

  1. 7 mesi  
    Tifoso

    curva nord

    Raggiungiamo traguardi prestigiosi,col tempo la gente capirá che il Matera é una squadra forte e tornerá a gremire lo stadio.