I “gunners americani” sfidano il Matera nella gara d’esordio della Coppa Scirea

4 Giugno, 2009 13:37 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Arsenal Usa, società satellite di uno dei più prestigiosi club londinesi e protagonista nell’esordio della Coppa Scirea 2009 contro i padroni di casa del Matera. Sarà questa la supersfida che darà ufficialmente il via alla tredicesima edizione della Coppa Scirea, torneo intercontinentale di calcio under 16 che per una settimana diventa la vetrina per lanciare i nuovi talenti del calcio mondiale. Alla vigilia del match d’esordio i ragazzi che giocano a Temecula, centro della California ad un’ora di macchina da Los Angeles, si ritrovano già nello stadio materano per una seduta d’allenamento. Ci avviciniamo alla panchina e scopriamo che il direttore tecnico della squadra è Davide De Donato. Lo scorso anno aveva guidato alla Coppa Scirea la squadra della sua città, il Toronto. Davide ha 35 anni, è italo-canadese e vive di calcio. Allenatore, direttore tecnico e anche membro del comitato regionale dell’Ontario. E’ il giovane tecnico americano a presentare la selezione che aprirà in serata la Coppa Scirea: “L’Arsenal USA è una delle tre squadre statunitensi più forti a livello giovanile. Il club è campione in carica della categoria under 16 nella Academy USA, una sorta di Superlega giovanile americana e quest’anno ha nuovamente conquistato i play-off. La società conta più circa 1200 tesserati e in questa formazione ci sono ben cinque giocatori nel giro della nazionale a stelle e strisce: il portiere Adam Zepete, i difensori Ricardo Hernandez e Mykal Riley, il centrocampista Sebastian Velasquez e l’attaccante Henry Rios.” Al termine dell’allenamento ecco il coach PJ Brown, che non vede l’ora di affrontare la prima partita. “Sono molto eccitato e anche io sono pronto per questa gara d’esordio. Affrontare la squadra di casa è ancora più stimolante. Il nostro obiettivo? Offrire al pubblico un bel calcio, poi dopo aver visto all’opera le altre squadre potrò dire se possiamo arrivare in fondo”.

E in proposito ricordiamo come sono state suddivise le dieci formazioni che partecipano all’edizione numero tredici della Coppa Scirea, che partirà ufficialmente venerdì 5 giugno alle 20,30, dopo l’esecuzione degli inni nazionali eseguiti dal coro delle voci bianche “Padre Giovanni Semeria”. Inter, Sampdoria, Sparta Praga, Arsenal USA e Matera nel girone A, Juventus, Real Madrid, Bari, Taranto e Noia Pro Gioventù Noicattaro nel gruppo B. Per la prima volta saranno quattro i campi di gara: con Matera e Laterza, già presente nella passata edizione, quest’anno la Coppa Scirea raggiunge anche Castellaneta e Laterza. Ad eccezione della prima giornata, che prevede la gara d’esordio a Matera venerdì 5 e le altre tre sui campi pugliesi sabato 6 giugno, dal 7 al 10 giugno sono previste quattro gare al giorno che partiranno in contemporanea dalle 20,30. Le semifinali si disputeranno a Laterza e Castelleneta giovedì 11 mentre al XXI Settembre-Franco Salerno di Matera è prevista la finalissima, preceduta da una gara amichevole tra una selezione composta dai migliori giocatori delle squadre eliminate nella prima fase e la squadra di Sassocorvaro, centro del marchigiano dove il Matera svolgerà anche quest’anno il ritiro pre-campionato. Un’altra novità prevista nel giorno della finale è l’arrivo allo stadio materano dei corridori iscritti alla venticinquesima edizione del Giro dei Due Sassi, corsa podistica internazionale organizzata dalla polisportiva Rocco Scotellaro, che ha deciso così di sperimentare una nuova formula per rendere ancora più affascinante e spettacolare la corsa su strada che percorre anche le strade degli antichi rioni tutelati dall’Unesco.

Michele Capolupo.

 

Nelle foto in basso la squadra dell’Arsenal USA dopo l’allenamento sul campo di Matera, il direttore tecnico Davide De Donato con il portiere Tyler Jaramillo e il giornalista Michele Capolupo mentre intervista il coach PJ Brown.

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.