Carnevale Montese 2012, dj Get Far Mario Fargetta batte anche la pioggia, fa ballare piazza Roma e annuncia il Massive Radio Show: report e fotogallery di SassiLive.it

27 febbraio, 2012 01:42 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Primo premio a Monte in progress, in seconda posizione i Ragazzi fuori e medaglia di bronzo a Magna Grecia Magna Magna. Sono questi i carri allegorici premiati dalla giuria nell’edizione 2012 del Carnevale Montese, che ha celebrato la serata finale domenica 26 febbraio a causa della pioggia che aveva fatto slittare la festa finale prevista nella giornata del martedì grasso. In realtà le avverse condizioni meteo hanno disturbato anche la serata in cui si recuperava lo spettacolo annullato per pioggia martedì scorso ma il tempo questa volta è stato quantomeno più clemente perchè la pioggerellina non ha fermato gli appassionati del Carnevale Montese, pronti a sfidare una temperatura piuttosto rigida pur di condividere in piazza Roma il gran finale della manifestazione organizzata a Montescaglioso e giunta alla 23^ edizione.  L’ospite più atteso dal popolo della notte, che ha trasformato la centralissima piazza Roma in una grande discoteca era il dj e produttore di musica dance e hous “Get Far” Mario Fargetta, uno dei mitici protagonisti del Deejay Time e della Deejay Parade, programmi cult negli anni novanta e duemila di Radio Deejay. Il dj Fargetta, già noto per la sua carriera artistica è diventato negli ultimi anni anche un personaggio da rotocalco per aver sposato la conduttrice televisiva Federica Panicucci,  la donna che lo ha fatto diventare padre per due volte, prima di  Sofia che oggi ha 6 anni e poi di Mattia, che ne ha 4. Dopo aver lavorato dal 1987 al 2012 a Radio Deejay, Mario Fargetta ha deciso di lasciare l’emittente che lo ha consacrato come dj e produttore di musica dance per dedicarsi ancora di più alla sua grande passione, quella di creare in studio dei successi dance ballati in tutto il mondo. Il dj Fargetta è nato a Lissone ma ha sempre mostrato con orgoglio le sue origini siciliane (la sua famiglia è di Catenanuova, in provincia di Enna) esaltandole anche in radio con lo sketch di “Radio Rosalia Network” all’interno dello storico programma radiofonico “W Radio Deejay”, in cui erano protagonisti anche il dj Albertino e l’animatore emergente Rosario Fiorello. Il 19 luglio Fargetta compirà 50 anni ma chi ha avuto modo di ammirarlo dal vivo avrà notato che anche all’ex tappezziere e calciatore del Besana (per cinque stagioni è stato anche il capo-cannoniere della squadra che è riuscita a passare dalla Terza alla prima categoria ) il mestiere del dj fa produce certamente benefici dal punto di vista estetico. Un deejay non invecchia mai perchè ha sempre voglia di far divertire tutti coloro che apprezzano la musica. Fargetta per oltre un’ora ha fatto ballare tutti i ragazzi che hanno partecipato alla serata finale del Carnevale Montese con le sue produzioni e quelle degli amici che stima di più. Il dj set di Mario Fargetta, preceduto dal warm-up di Rocco Dreamjay con la partecipazione straordinaria della vocalist Lady Jenny, si è aperto con l’ultimo successo presentato nella serata finale del Festival di Sanremo, il remix di Respirare, la canzone di Loredana Berte e Gigi D’Alessio. Un lavoro che ha permesso a Fargetta di andare in diretta in mondovisione direttamente dal palco dell’Ariston. Quindi Mario Fargetta propone al pubblico le due produzioni più recenti: The champion of the world, brano della scorsa primavera e Free, alternati con la versione house del dolcissimo brano di Adele, “Someone like you”. In sequenza due dischi electro-house anticipano un successo dance del dj campano Alex Gaudino, l’intramontabile “Calabria”.  I suoni di Calabria si mescolano con “Found Love” di Rhanna featuring Calvin Harris e il pubblico apprezza. Un altro successo di Mario Fargetta, che ha segnato l’estate del 2009 è “The Radio”, una produzione ispirata nella parte melodica dal brano “Il giocatore di biliardo” di Angelo Branduardi con la quale è arrivato in vetta alla classifiche americane. Sempre attento all’evoluzione della musica dance, Fargetta inserisce nel cd-j anche il nuovissimo remix di Children, nella produzione firmata “Jack Holiday and Mike Candys”. Nel dj set di Fargetta non può mancare una versione electro-house di Levels di Avicii, nome d’arte di Tim Berg, dj remixer e produttore discografico svedese. La sua canzone è diventata la colonna sonora della festa per i 30 anni di Radio Deejay celebrata al Forum di Milano il 31 gennaio 2012. Dj Fargetta sorprende anche con il brano rock “In the shadow” dei Rasmus e con il classico “Sweet Dreams” degli Eurythmics Sweet Dreams, tutti naturalmente rivisitati con suoni elettronici. Satisfaction di Benny Benassi, dj di Reggio Emilia tra i più apprezzati all’estero è uno dei pezzi più amati dai giovani che vanno a ballare e Fargetta lo inserisce al momento giusto. I suoni diventano più “commerciali” e per lasciare un ottimo ricordo arrivano Afrojack & Shermanology con- Can’t Stop Me e la sdolcinata Titanium di David Guetta featuring Sia. In ogni spettacolo c’è un bis e Fargetta sceglie Free, brano lanciato a novembre del 2010.  Dopo aver fatto ballare i ragazzi del Carnevale Montese il dj Get Far, Mario Fargetta ci concede l’intervista per SassiLive.

Dopo tanti anni dedicati alla radio, sempre e solo su Radio Deejay con Deejay Time, Deejay Parade, Megamix, Dance Revolution e Disco Ballo oltre naturalmente alle incursioni nei programmi comici dell’ora di pranzo da W Radio Deejay a Ciao Belli ha deciso di fermare il tuo rapporto con questo mondo. E’ stata una scelta sofferta?

“No, anzi. Ero felice perchè finalmente potevo concentrare tutte le mie energie sulle mie produzioni. Naturalmente Radio Deejay ha segnato una parte importante della mia carriera e sono fiero di aver lavorato con tanti amici, a partire dai fratelli Di Molfetta, Linus e Albertino”.

Avresti mai immaginato un giorno di ritrovarti a Sanremo? “Mai. E’ accaduto perchè una mente sorprendente come quella del mio amico Gigi D’Alessio ha deciso di farmi realizzare il remix della canzone per Sanremo e poi mi ha invitato a partecipare all’ultima puntata del Festival. Naturalmente quello non è il mio mondo ma è stata comunque una bella esperienza”.

Torniamo a Radio Deejay. Al Forum hai trovato tanti amici e ti sei divertito alla fine con i tuoi amici Molella, Prezioso e Albertino a selezionare un po’ di dischio per una puntata speciale dal vivo del Deejay Time. Come ricorderai quell’evento? 

“E’ stata una festa molto bella, commovente direi. Mi ha fatto piacere anche rivedere insieme Cecchetto e Linus. Ero convinto che prima o poi avrebbero fatto pace e la festa per i 30 anni era l’occasione giusta per celebrare questa riconciliazione. Claudio Cecchetto era già predisposto in tal senso e quindi era naturale rivedere tutti insieme quelli che hanno fatto la storia di Radio Deejay, figuriamoci se poteva mancare chi l’ha creata.”

A quale produzione sta lavorando Mario Fargetta e quali sono i nuovi progetti in cantiere?

“A maggio uscirà il nuovo disco firmato “Get Far” e poi sto preparando il mio ritorno in radio, ma questa volta si tratta di un progetto personale, che troverà spazio nella piattaforma web. Si chiama Massive web radio, sarà un programma di musica mixata nel quale parlerò tre volte, in italiano e in inglese.”

Michele Capolupo.  

La fotogallery dedicata all’ultima serata del Carnevale Montese (foto www.sassilive.it e Giovanni Rosetti) 

 

 

Biografia di Mario Fargetta tratta da Wikipedia

Appassionato di musica e di calcio, comincia a fare il disc jockey durante la prima adolescenza. A 14 anni, in seguito alla scomparsa del padre, prosegue gli studi informatici e svolge il mestiere di tappezziere. Dopo aver vinto un concorso per dj nel 1980, lavora per un breve periodo nella radio Super Antenna di Monza alternandosi anche con la carriera calcistica.

Nel 1987 (stagione sportiva 1986-1987) rinuncia alla maglia di calciatore dilettante (“Mariolino” è stato per 5 stagioni il capocannoniere dell’A.C. Besana[1] dalla Terza alla Prima Categoria) per lavorare a Radio Deejay grazie alla proposta dell’amico Linus. Dal 1988 si occupa del mixaggio musicale delle due trasmissioni di Albertino: il Deejay Time e la Deejay Parade: i due programmi radiofonici di punta degli anni novanta, ispirati ai quali verranno realizzate, sempre grazie alla collaborazione tra i due, svariate compilation, delle quali, Mario, si è occupato della miscelazione delle tracce, avvalendosi anche in questi casi, della stessa tecnologia utilizzata nelle trasmissioni, come ad esempio jingles personalizzati.
Produce il suo primo disco negli studi della Media Records nel 1992: The Music is Movin. Seguirà il singolo cantato da Ann Marie Smith, Music, fortunata cover del successo di John Miles. Le due canzoni entreranno nelle classifiche da club inglesi. Tra gli altri successi nelle classifiche dance italiane: Your Love (1993), This Time (1994), Midnight (1995).
Sul finire 1997 partecipa con Albertino al programma televisivo Volevo Salutare. L’estate successiva partecipa a Italia Unz su Italia Uno e con Alex Farolfi al progetto The Tamperer feat. Maya, che raggiunge il primo posto della classifica di vendita inglese con Feel It, brano basato sul campionamento di un classico dei Jackson 5 (Can You Feel It). Subito dopo il follow-up If You Buy This Record (#3 UK Chart), il cui intro trae ispirazione da Material Girl di Madonna. Dal 2001 produce alcune canzoni house-dance più legate allo stile radiofonico come I will rise again (2001), Good Times (2002) e People On The Beat (2003). Nel 2003 diventa proprietario di tre etichette dance: la Hands Up, la My Life e la Whim. Con lo pseudonimo di “Get Far” realizza remix di brani di altri artisti, e nel 2006 pubblica il brano Shining Star, cantato da Sagi Rei. Il brano sarà uno dei più ballati nelle discoteche di tutto il mondo, e nell’estate del 2007 viene realizzato un ulteriore remix, con videoclip, che ne rinnova il successo, riuscendo ad arrivare al primo posto della classifica dance di billboard.
Nella primavera del 2008, nuovamente in collaborazione con Sagi Rei realizza un nuovo singolo: All I Need.
Nel giugno 2009, presenta il suo nuovo singolo, The Radio, brano che prende spunto dalla canzone Il giocatore di biliardo di Angelo Branduardi. Nell’agosto 2010 la canzone arriva in cima alle classifiche dance radiofoniche americane. Dal settembre 2010 non lavora più a Radio Deejay perché troppo impegnato con il suo progetto Get Far. A novembre 2010 esce il singolo Free. Nel 2011, a fine primavera, è uscito il suo ultimo singolo, The Champions of the World.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento