Al Vicolo Cieco la seconda edizione di Extemporart

16 Ottobre, 2012 16:30 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Al via la seconda edizione di ExtemporArt, l’esposizione di opere artistiche e realizzazione delle stesse all’interno degli spazi messi a disposizione del Vicolo Cieco. Sono queste le novità della seconda edizione presentate nel corso di una conferenza stampa a cui hanno preso parte l’Assessore alla Cultura del Comune di Matera Alberto Giordano, Gaetano Russo docente di arte all’Accademia delle Belle Arti di Roma, Nando Irene proprietario del locale e ideatore della mostra, l’artista  Paolo Cicchetti e Michele Russo rappresentante dell’associazione Yambulè. Nel corso delle serate organizzate presso il locale di via Fiorentini gli artisti potranno realizzare, ogni lunedì e mercoledì, in tempo reale, delle opere: quadri, sculture, dando libero sfogo alle innumerevoli sfaccettature che l’arte riserva oltre che alla loro creatività. L’iniziativa ha riscosso lo scorso anno un notevole successo poiché le opere, 21 in totale, furono poi vendute tutte  all’asta dopo essere state in mostra presso il palazzotto del Casale. Il ricavato andò in parte all’artista, per chi voleva tenerlo, e in parte fu devoluto all’associazione Yambulè  che si occupa di acquistare materiale didattico, libri, sedie, banchi, penne in una zona dell’Africa dove basta poco per permettere agli innumerevoli bambini presenti di avere un’istruzione.
“Sulla scia del successo e dell’entusiasmo rilevato lo scorso anno  – ha dichiarato Nando Irene – ho pensato di riproporre questa iniziativa anche grazie all’opportunità che ho di concedere a questi artisti uno spazio molto più ampio e adeguato per accogliere le loro istallazioni, in quanto il Vicolo Cieco quest’anno ha una veste diversa ma ha conservato il suo stile dinamico e creativo, dove la musica e l’arte  la fanno da padrone. Questo progetto – ha continuato – si sposa benissimo con la candidatura di Matera a Capitale della Cultura perché questa è la base che una città culturale deve avere per potersi esprimere” .
A proposito di tale argomento si è espresso anche l’assessore Giordano che ha sottolineato la necessità di proporre simili eventi ed iniziative  in una rete che deve estendersi sempre più perché Matera non è città della cultura ma città culturale. Riconfermato anche quest’anno il curatore della mostra,  il professor Gaetano Russo  che ha abbracciato questa iniziativa perché ci crede fermamente, perché crede in tutte le forme artistiche al punto tale che ha accennato anche alla possibilità, non proprio lontana, di aprire una scuola di cinema.   Un’iniziativa lodevole  che favorisce l’estendersi dell’arte a macchia d’olio su un territorio fertile da questo punto di vista che deve continuare a puntare sulla cultura per poter sopravvivere.  

La fotogallery della presentazione di Extemporart 2012

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 commento