Volley, l’ufficiale di gara materano Eustachio Papapietro promosso in serie A

3 Agosto, 2021 14:28 |
Facebooktwitterlinkedinmail

 

Grande risultato per il settore arbitrale lucano, il “fischietto” materano Eustachio Papapietro ottiene la promozione nel ruolo A.
Eustachio Papapietro, 32 anni, dipendente presso la Antezza Tipografi, esordirà dal prossimo mese di ottobre, sui campi di volley di serie A.
La promozione è giunta al termine di una stagione non facile, segnata dal Covid-19, che ha visto l’Ufficiale di Gara impegnato nella direzione di importanti incontri di cartello della serie B, prima della partecipazione alle fasi finali nazionali di Under 19 Maschile, tenutesi 15 giorni fa a Fano.
Superato brillantemente questo importante banco di prova, è cominciatal’attesa per il verdetto finale: la promozione in ruolo A, con la piena soddisfazione di tutto il movimento FIPAV Basilicata, come testimoniamo le parole del Presidente Enzo Santomassimo: “sono veramente contento per lui, è un passaggio meritato sul campo per la qualità e la professionalità del suo impegno. Mi auguro possa avere una lunga militanza in Serie A e che continui ad essere disponibile per favorire la crescita del nostro settore arbitrale. Troppo spesso sentiamo lamentele, nei confronti del settore, che non hanno nessun fondamento. E’ invece importante sottolineare come si sia arrivati alla terza promozione in A nel giro di pochi anni, mi riferisco a Marco Colucci e a Emilio Sabia. Appare quindi del tutto evidente che stiamo parlando di un settore che rappresenta una eccellenza nel nostro panorama sportivo“.
L’ufficiale di gara Papapietro ha dichiarato: “A inizio stagione sapevo di essere in una buona posizione, ma non mi aspettavo tale risultato già quest’anno. Le ottime prestazioni e la convocazione per le fasi finali di Under 19 maschile mi hanno ancor più motivato a terminare la stagione dando il massimo su tutti i campi. Dirigere le gare in periodo Covid non è stato facile, gli impianti vuoti tolgono un po’ quel fascino alla pallavolo e allo sport in generale.La stagione è stata compressa in poco tempo, diversa da quella standard che va da ottobre a giugno. Alla fine, ero cosciente di esser riuscito a fare una positiva prestazione, e la notizia ufficiale di aver raggiunto un obiettivo importante ha liberato la mia gioia e soddisfazione.”
“A livello personale, entrare fra i migliori100 ufficiali di gara d’Italia mi riempie di orgoglio e mi sprona ancor di più nel voler dare sempre il 100% su tutti i campi. Inoltre, spero fermamente che il risultato da me raggiunto possa essere un segnale per la crescita di tutto il settore arbitrale lucano. E’ anche un invito a tutti i giovani che vorrebbero intraprendere la carriera di arbitro di pallavolo: in una regione piccola come la Basilicata, si possono raggiungere risultati importanti, pertanto vi aspettiamo ai prossimi corsi per arbitro di volley che inizieranno a settembre”.
“Devo ringraziare innanzitutto la mia famiglia per il sostegno datomi in tutti questi anni di ruolo B, soprattutto per la tranquillità che mi hanno dato nei weekend in cui mi recavo sui campi di gara. Poi ringrazio tutti i colleghi che ho avuto in questi anni di “avvicinamento” alla serie A:in primis il mio collega Mario Chiechi, che mi ha “accompagnato” in questi ultimi anni. Ringrazio inoltre i colleghi di ruolo nazionale:da Giuseppe Persia, con il quale ho iniziato questa avventura a livello nazionale, al già arbitro di Ruolo A Marco Colucci, al collega di Ruolo B Felice Curci, a Stefano Capobianco (Responsabile Regionale UdG della Basilicata), a Giuseppe Cancelliere (Componente Commissione UdG Basilicata) e a Claudia Chietera, con la quale ho macinato chilometri insieme per qualche anno: senza il loro sostegno “morale” non sarei arrivato a questo traguardo. Inoltre, vorrei ringraziare per la sensibilità e comprensione a riguardo i Sigg.ri Enzo, Eustachio e Dario Antezza, titolari dell’azienda presso la quale sono assunto da qualche anno. Ora mi godo un piccolo periodo di ferie, da ottobre si comincerà nuovamente a fare sul serio.”

 

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.