Serie C girone C, 6^ giornata: Bari rallenta a Monopoli, Ternana spietata a Catania: il report di Pippo Franzò

22 Ottobre, 2020 15:48 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Pippo Franzò fa il punto sulla sesta giornata del campionato di serie C girone C.

CATANIA – TERNANA 1-3

Secca e netta vittoria della Ternana sul Catania per 3 a 1. La squadra di Lucarelli, ex Catania, ha messo in mostra una tecnica individuale ed un gioco collettivo veramente da squadra che ambisce alla leadership in classifica. Il Catania è riuscito a contenere la Ternana fino a quando ha potuto, ma dopo ha subito la prima rete da parte di Partipilio, il migliore degli ospiti, al 42’ con un preciso colpo di testa su suggerimento di Vantaggiato. Nella ripresa la musica non cambia ed è sempre la squadra rossoverde a dettare i ritmi in campo e avere la superiorità numerica sotto porta avversaria grazie alle ottime qualità dei singoli. Al 57’ arriva la seconda rete per gli ospiti per opera del serbo Raicevic che mette in rete senza difficoltà a due metri dalla porta. Il Catania accenna ad una reazione ma il possesso palla dei centrocampisti, e l’ottima individualità degli attaccanti costringono gli etnei a chiudersi nella propria area. Al 66’ Defendi chiude definitivamente i conti con un gol di astuzia. Il giocatore bergamasco è abile nel riprendere il tiro di Torromino che si era stampato sul palo, e mettere alle spalle di Martinez la palla in rete. Il gol della bandiera per gli etnei è siglato da Maldonato. A fine gara tanti applausi per la squadra di casa nonostante la sconfitta ma anche per Lucarelli che ha dimostrato affetto verso il Catania, e per avere giocato allo stadio Angelino Nobile di Lentini (la prossima gara il Catania ritorna al Massimino) una gara veramente eccellente, mettendo in mostra gioco collettivo, individualità di alcuni giocatori che vanno oltre la media, e la conquista del primo posto solitario, anche se con una gara in più rispetto alle inseguitrici.

MONOPOLI – BARI 0-0

Bella partita tra Monopoli e Bari, ricca di emozioni ma avara di reti, infatti, il risultato finale ad occhiali sancisce la divisione dei punti. Al derby pugliese sono mancati solo i gol, e questo lo si deve al portiere del Monopoli Menegatti che nel secondo tempo ha chiuso tutti i varchi agli avanti baresi, negando la gioia del gol in almeno due occasioni con parate strepitose. Il primo tempo tutto di marca biancoverde che mette in ansia i ragazzi di Auteri. Lombardo, ex giocatore del Siena, va vicinissimo alla rete, con una punizione che si stampa sul palo negando la gioia del gol. Ci prova Paolucci da ottima posizione dentro l’area ma la sfera va fuori di poco. Nella Ripresa il tecnico dei biancorossi Auteri sostituisce Citro, non proprio al massimo, con Candellone, e il Bari si porta in avanti con una certa facilità verso la porta di Menegatti.
Sarà proprio il portiere casalingo che negherà più volte il gol agli avanti del Bari con ottime parate. La prima viene effettuata su D’Orazio, e poi su Antenucci. Nel finale il Bari perde Sabbione per doppia ammonizione, e si mette ancora in mostra Menegatti che nega la rete a Montalto, entrato nella ripresa, su perfetto colpo di testa. Si chiude la gara a rete inviolate, anche se ai punti avrebbe meritato sicuramente la squadra barese. Importante comunque resta il punto conquistato dal Bari in un campo esterno difficile come quello di Monopoli, che gli permette di restare agganciata alla vetta, anche se sotto di un punto sulla Ternana ma con una partita in meno.

POTENZA – TERAMO 1-1
Il Potenza pareggia in casa contro il Teramo, ma quanti rimpianti per avere buttato al vento i tre punti, solo se ci fosse stato più convinzione da parte dei ragazzi di Somma nel proporsi in avanti invece di accontentarsi la supremazia territoriale. Il Potenza scende in campo con meno giovani, e si vede subito in quanto mettono in difficoltà il Teramo. Passa in vantaggio meritatamente il Potenza con Cianci, che ironia della sorte era arrivato in prestito proprio dalla squadra abruzzese, ed è 1 a 0. Il Teramo non riesce a tenere il passo dei padroni di casa, e stentano ad imbastire un’azione degna di nota. Chi toglie le castagne dal fuoco al Teramo è l’attaccante Pinzauti, ex Novara, che in rovesciata mette alle spalle di Marchegiani, dopo un perfetto corner battuto da Diakite. Il pareggio viene difeso dagli ospiti fino alla fine, riuscendo cosi a conservare imbattibilità (tre vittorie e due pareggi) ed anche un secondo posto in classifica assieme al Bari, con un solo punto di distacco dalla capolista Ternana che ha disputato una gara in più.

CASERTANA – CATANZARO 0-0
La Casertana sul campo dell’Avellino (indisponibile lo stadio “Alberto Pinto “di Caserta) impatta l’incontro con il Catanzaro con un nulla di fatto. Nella squadra di Guidi mancavano Castaldo, Fedato e Matarese, pertanto il tecnico campano è stato costretto a modificare l’assetto tattico, con un 3-4-2-1. Il tecnico dei calabresi Calabro ha preferito giocare la gara ben coperta a centrocampo e difesa ed ha sostituito ben sei uomini rispetto alla gara vittoriosa di domenica contro il Foggia. Le due squadre sono state timorose, e si sono studiati a centrocampo, con poche azioni offensive nella prima parte della partita. Nella ripresa il Catanzaro ha tentato il “ Jolly “ vincente inserendo i due attaccanti Evacuo e Di Piazza ma senza esito. Nei minuti finale della gara è stato il difensore Fazio, ex Juve Stabia, a far gridare al gol, ma il suo colpo di testa da distanza ravvicinata è terminato di poco a lato. Un punto buono per la Casertana che pian pianino risale la classifica (tre punti in quattro gare, terz’ultimo posto), mentre il Catanzaro continua la sua scalata verso i quartieri alti della classifica.

VITERBESE – BISCEGLIE 1-1
La Viterbese si lascia sfuggire la vittoria in casa proprio allo scadere dei novanta minuti regolamentari contro il Bisceglie. I padroni di casa partono bene, e al 16’ riescono a segnare il gol con Rossi, al suo secondo gol consecutivo, che da distanza ravvicinata non ha difficoltà a mette in rete. Subito il gol i ragazzi di Bucaro riescono ad emergere mostrando ottima organizzazione di gioco abbinata ad una buona forma atletica che li ha accompagnato fino alla fine della gara. Preso il comando del gioco il Bisceglie ha insistito in avanti alla ricerca del gol. Il tecnico siciliano cambia tatticamente qualcosa in campo e, proprio allo scadere dei novanta minuti l’attaccante brasiliano Perez pareggia su mischia. La gara doveva essere disputata alle 18,30 ma è stata posticipata alle 20,30 perché’ si sono ripetuti i tamponi per la positività di un giocatore della Viterbese.

PAGANESE – FRANCAVILLA 0-0

Un altro 0 a 0 della sesta giornata infrasettimanale tra Paganese e Francavilla. Le due squadre hanno preferito non punzecchiarsi troppo per portare a termine la divisione dei punti. Nella prima parte della gara il gioco si è fermato a centrocampo con qualche spunto individuale dell’attaccante senegalese Diop che al 27’ riceve in area, e da buona posizione tira fuori. Nella ripresa la gara non accenna a salire di ritmo ma è sempre Diop ad impensierire l’estremo difensore ospite con due buone azioni ma la difesa del Francavilla riesce ad allontanare il pericolo. Per il Francavilla solo un’azione degno di nota con Puntorieri ma il portiere neutralizza. Alla fine, nessuno esce sconfitto ma i problemi per le due squadre rimangono sia per la posizione precaria in classifica, e sia per il poco gioco espresso nella partita.

PALERMO – TURRIS – Rinviata poiché prima del fischio d’inizio risultavano 10 positivi nelle file del Palermo, compreso il tecnico Boscaglia. La Lega ha disposto l’immediato rinvio della gara a data da destinarsi.

Ha riposato la Vibonese

Stasera giocano alle 20,45 Foggia – Avellino e Juve Stabia – Cavese

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.