Serie C 2019-2020, risultati 2° turno fase nazionale play-off: Reggio Audace-Potenza 0-0 al Mapei Stadium. Franca si fa respingere rigore, Reggiana in semifinale con Bari, Carrarese e Novara

13 Luglio, 2020 22:41 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Sfuma al Mapei Stadium di Reggio Emilia il sogno del Potenza di lottare per la promozione in serie B. Finisce 0-0 la sfida secca dei quarti di finale contro i padroni di casa del Reggio Audace, che possono contare sul fattore campo grazie al secondo posto conquistato nel girone B. Il Potenza ha avuto comunque la grande occasione per vincere il match al 67′ ma Venturi ha respinto il rigore conquistato e calciato da Franca dopo il fallo subito da Spanò. Reazione del Reggio Audace che sfiora il gol vittoria nel giro di due minuti, all’83’ con Zamparo, che spara fuori solo davanti a Ioime e all’84’ con la percussione dalla destra di Kargbo, che trova questa volta ben piazzato il portiere del Potenza.
L’avventura nei play-off del Potenza si chiude con un pareggio contro il Catanzaro per 1-1 e una vittoria contro la Triestina per 1-0 al Viviani e un pareggio purtroppo inutile per 0-0 sul campo del Reggio Audace.

A breve il tabellino del match Reggio Audace-Potenza

Di seguito i risultati dei quarti di finale

Reggio Audace-Potenza 0-0 (gara-1)

Bari-Ternana 1-1 Reti: 30’ Antenucci (B), 72’ Vantaggiato (T) (gara-2)

Carrarese-Juventus Under 23 2-2 Reti: 17’ Valente (C), 43’ Infantino (C), 75’ e 90’ Vrioni (J) (gara-3)

Carpi-Novara 1-2 Reti: 9’ Pinzauti (N), 40’ Sbraga (N), 90′ Vano (C) (gara-4).

Di seguito gli accoppiamenti per le semifinali

Reggio Audace (vincente gara 1)-Novara (vincente gara 4)

Bari (vincente gara 2)-Carrarese (vincente gara 3).

Le semifinali si giocheranno venerdì 17 luglio in casa delle squadre migliori classificate in applicazione del regolamento dei playoff della Lega Pro.

Michele Capolupo

La fotogallery di Reggio Audace-Potenza

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 commento

  1. 1 mese  

    pedrito_93

    La grande impresa del Matera del 1979 della promozione in B, restera’ per moltissimi anni ancora irripetibile e ineguagliata nella nostra regione; tra l’altro quella promozione avvenne senza giocare queste infinite partite di play-off, il Matera arrivo’ primo in classifica con il Pisa e questo certifica in assoluto la forza e il merito di quella squadra; io rimango dell’idea che i campionati debbano terminare all’ultima giornata, come in quegli anni, le prime due vanno in B, non è giusto secondo me far giocare un altro mini campionato dei play-off prendendo tutte le squadre dalla seconda alla decima; un campionato di 38 o 40 partite va chiuso all’ultima giornata, le prime due classificate vengono promosse e punto, vuol dire che sono le piu’ forti; se facciamo un altro mini-campionato di play-off al termine del normale campionato, allora che senso ha fare un campionato lungo come la serie c (ora lega pro), i meriti e i demeriti di ogni squadra quindi i punti in classifica che si fanno al termine del normale campionato certificano il valore della squadra, tutto il resto mi sembra una palese forzatura, tra qualche anno faranno la regola di prendere le squadre dalla seconda alla ventesima e faranno un altro campionato doppione di play-off, cosi’ anche la ventesima squadra avra’ qualche chance di promozione, davvero ridicolo, il calcio ormai non è piu’ credibile, meglio chiudere, resettare e rifondare questo sport.
    Concludo dicendo che quel meraviglioso Matera, restera’ nella memoria di chi ha potuto vederlo e ammirarlo, ha vinto un campionato difficilissimo, deliziando i materani con un gioco scintillante, regalando emozioni incredibili, inaspettate, erano gli anni d’oro del calcio materano.