Triathlon, challenge di Riccione: buone prestazioni per i materani Antonio Ambrosecchia, Luigi Scupola e Emanuele Lisanti del Team Light Matera

13 Maggio, 2021 20:25 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Si è svolta domenica 9 maggio 2021 la terza edizione del Challenge di Riccione gara di triathlon. “ll triathlon – spiega Angelo Rubino delegato FITRI della Basilicata – è uno sport multidisciplinare di resistenza nel quale l’atleta copre nell’ordine una prova di nuoto, una di ciclismo e una di corsa, senza interruzione. Il triathlon è divertimento, salute, sfida con sé stessi, impresa, armonia con la natura.
La gara del challenge di Riccione è stata caratterizzata da tracciati spettacolari e selettivi dove ha visto la partecipazione di atleti di fama internazionale. Ai nastri di partenza i portacolori del Team Light Matera Antonio Ambrosecchia, Luigi Scupola e Emanuele Lisanti che hanno nuotato per 1,9 km, pedalato per 90 Km e corso per 21,75 Km chiudendo la prova con i seguenti tempi:
Antonio Ambrosecchia 5 ore e 10 minuti;
Luigi Scupola 5 ore e 28 minuti;
Emanuele Lisanti 5 ore e 56 minuti.
Questi i commenti di Antonio Ambrosecchia e Luigi Scupola

Antonio Ambrosecchia: “Dopo la gara, con gli amici Luigi e Emanuele, rifletti molto su quanta determinazione e sacrificio si fa durante gli allenamenti per arrivare a questi traguardi, soprattutto se sei un normale lavoratore,che dopo il lavoro e la famiglia,indossi gli abiti da sportivo e sogni quei traguardi impossibili, ma domenica, con gli anni che passano,ho passato per la 5 volta quella finish line di un triathlon medio 70.3 e felicissimo perché sul percorso sentivo le grida di mio figlio Claudio a incitarmi”.

Luigi Scupola: “Esperienza incredibile in quel di Riccione. Come da aspettative è stata una bellissima giornata di sport che ci ha visto gareggiare con atleti provenienti da diverse nazioni. Io e i miei compagni abbiamo portato in alto l’onore di atleti lucani arrivando al traguardo di una gara difficile. Personalmente ho raggiunto il 312° posto su 1000 partecipanti, con il crono di 5h e 28m. Non potevo chiedere di meglio alla mia seconda esperienza su questa distanza, che ricordo prevede di nuotare 1,9km, pedalare per 92km ed infine correre per altri 21. Avanti tutta ed alla prossima”.

 

.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.