Coronavirus in Italia, bollettino 9 agosto: 2 morti, 463 casi positivi, 151 guariti

9 Agosto, 2020 17:40 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Sono 463 i nuovi contagi da coronavirus in Italia registrati nel bollettino odierno del ministero della Salute che segnala anche due decessi, un dato che non si aveva dal febbraio scorso. Il bollettino di ieri parlava di 347 nuovi positivi e 13 vittime. Due giorni fa i contagiati erano stati 552 e le vittime 3. Complessivamente, i morti dall’inizio dell’epidemia sono 35.205.

Sono 151 i guariti. Per quanto riguarda i tamponi, ne sono stati effettuati 37.637, per un totale da inizio emergenza di 7.249.844.

Sono quattro le regioni italiane dove nelle ultime 24 ore non si registrano nuovi casi di coronavirus: Calabria, Valle d’Aosta, Molise e Basilicata. Al primo posto la Lombardia invece, dove si registrano 71 casi, seguono l’Emilia Romagna, con 69 casi, la Toscana (61) e il Veneto (58).

Attualmente sono 45 le persone ricoverate in terapia intensiva: 9 in Lombardia, 8 nel Lazio, 6 in Veneto, 5 in Sicilia, 4 in Emilia-Romagna, 3 in Friuli Venezia Giulia e Piemonte, 2 in Liguria e Campania, 1 in Toscana, Abruzzo e Calabria. I ricoverati con sintomi sono 763, mentre quelli in isolamento domiciliare 12.455.

La situazione regione per regione
Lombardia
Con 6.494 tamponi eseguiti, sono 71 i nuovi casi registrati in Lombardia. Di questi 12 debolmente positivi e 3 a seguito di test. Il numero di ricoverati cala ancora: restano come ieri 9 i pazienti in terapia intensiva mentre negli altri reparti passano da 162 a 155 (-7). Il numero dei decessi arriva a 16,833, uno più di ieri. Per quanto riguarda le Province, il numero maggiore di casi si è registrato a Milano: 20 (di cui 12 in città), a seguire Mantova con 13, Brescia con 15, mentre a Bergamo sono stati trovati 5 positivi.
Piemonte
Resta alto il numero dei nuovi contagi in Piemonte. Nelle ultime 24 ore l’Unità di crisi regionale ne ha registrati 38. Era da metà giugno che non se ne registravano così tanti. Si tratta per la maggior parte (33) di casi asintomatici; sette sono importati, 26 sono contatti di caso. Dall’inizio della pandemia, dunque, i positivi in Piemonte sono 31.868, mentre il numero dei decessi, 4.136, resta invariato: nelle ultime 24 ore non è stata infatti registrata nessuna vittima. I pazienti guariti sono 26.272 (+13), con altri 638 in via di guarigione.
I ricoverati in terapia intensiva sono 3, come ieri, quelli non in terapia intensiva 85 (-2). Le persone in isolamento domiciliare sono 734. I tamponi sono 521.071, di cui 286.612 risultati negativi.

Veneto
Sono 58 i positivi in Veneto nelle ultime 24 ore. E’ quanto emerge dal report diffuso dalla Regione Il totale dei casi con tampone positivo è passato da 20.598 a 20.656. Non si riscontra nessun nuovo decesso.

Alto Adige
Sono 7 i nuovi casi in Alto Adige. Nelle ultime 24 ore su 1.209 tamponi esaminati, sette hanno dato esito positivo per un dato complessivo di persone positive dal 24 febbraio – giorno della prima positività annunciata in ambito provinciale – di 2.773. In un solo giorno le persone sottoposte a tampone sono state 627 per un totale di 59.260. Restano 8 i pazienti ricoverati nei normali reparti ospedalieri e nelle cliniche private mentre 5 persone si trovano in isolamento presso la struttura allestita a Colle Isarco. Le persone in isolamento domiciliare sono attualmente 1.137, più del doppio rispetto a due settimane fa. Il numero dei decessi è fermo dal 3 giugno a 292.

Friuli venezia Giulia
Le persone attualmente positive in Friuli Venezia Giulia sono 173 (+5 da ieri). Tre pazienti risultano in cura in terapia intensiva e 11 sono invece i ricoverati in altri reparti. Non sono stati registrati nuovi decessi (346 in totale). Lo comunica il vicegovernatore con delega alla Salute.

Toscana
Balzo di nuovi casi in Toscana: sono 61 in piu, ieri i nuovi positivi erano stati 23. Non registrati invece nuovi decessi. In totale da inizio epidemia la Toscana ha avuto 10.644 casi e 1.137 decessi. Riguardo ai 61 nuovi casi, 17, spiega la Regione, sono da ricondurre a un cluster relativo ad una casa famiglia già noto in provincia di Massa Carrara, 8 sono in provincia di Arezzo e sono relativi a un gruppo di giovani italiani rientrati da una vacanza all’estero (più 2 contatti) così come due casi rilevati rispettivamente nel Senese e in provincia di Grosseto anch’essi rientrati da una vacanza all’estero. Infine i casi rilevati in provincia di Lucca, Pisa e Livorno “sono riconducibili” a casi rilevati nella zona della Valle del Serchio nei giorni precedenti”. L’età media dei 61 casi è di circa 32 anni, e il 77 per cento è risultato asintomatico, il 19 pauci-sintomatico e il 4 con stato lieve.

Marche
Sono 16 i nuovi casi individuati nelle Marche nelle ultime 24 ore, rispetto ai 1.160 tamponi complessivamente testati, dei quali 713 nel percorso per le nuove diagnosi e 547 nel percorso guariti. Lo si apprende dal primo bollettino del Gores, secondo il quale i casi individuati comprendono rientri dall’estero, operatori sanitari, contatti con casi positivi e casi di contatto domestico. Il totale dei casi positivi finora accertati è salito così a 6.951, numero che tiene conto dei focolai individuati all’Hotel House di Porto Recanati (Macerata) e nel comune pesarese di Montecopiolo.

Umbria
Sono sette i nuovi casi registrati in Umbria nell’ultimo giorno, 1.505 totali. Sei sono frati novizi appena giunti da diversi Paesi al Sacro Convento di Assisi e si aggiungono agli otto emersi ieri. L’intero gruppo, già isolato, risulterebbe quindi contagiato. Il settimo caso accertato è uno straniero residente a Terni. La trasmissione del virus sarebbe avvenuta in ambiente di lavoro e l’uomo, asintomatico, si trova ora in isolamento. In Umbria salgono da 47 a 54 gli attualmente positivi, secondo quanto riporta il sito della Regione. Stabili le vittime, 80, e i ricoverati, otto, nessuno in terapia intensiva. Dall’inizio della pandemia sono stati eseguiti 128.008 tamponi, 520 nell’ultimo giorno.

Lazio
Si impennano i contagi giornalieri anche nel Lazio. Nelle ultime ventiquattro ore se ne contano 38, di cui 22 di importazione, e nessun decesso. “Di questi ventidue sono casi di importazione: otto i casi di rientro dalla Romania, un caso da India, un caso da Croazia, un caso da Ucraina, uno da Thailandia, uno da Ibiza e uno da Russia. Per quanto riguarda il cluster della comitiva dei ragazzi dai 17 ai 19 anni di rientro da Malta sono 8 i casi positivi su 10, tutti i contatti stretti sono stati individuati e isolati. Voglio rivolgere un appello alla massima attenzione e al rispetto delle misure di prevenzione, non bisogna abbassare la guardia e utilizzare la mascherina sempre”, ha detto l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato.

Il numero totale di casi nel Lazio è arrivato oggi a 8.822. Lo ha reso noto la Regione su Facebook. Il numero di deceduti fino a questo momento è pari a 866, mentre il numero totale di guariti è di 6.910.
Sono attualmente positive 1046 persone, 189 sono ricoverate fuori dalla terapia intensiva e 8 in terapia intensiva. In isolamento domiciliare sono invece in 849.

Sardegna
Sei nuovi casi nel Sud Sardegna: cinque contatti di casi precedentemente confermati e un turista arrivato dalla Francia, tutti si trovano in isolamento domiciliare. Resta invariato il numero delle vittime, 134 in tutto. È quanto emerge nell’ultimo aggiornamento dell’Unità di crisi regionale. Sono 1.439 i casi di positività complessivamente accertati in Sardegna dall’inizio dell’emergenza. In totale sono stati eseguiti 113.066 tamponi. I pazienti ricoverati in ospedale sono 6, nessuno in terapia intensiva, mentre 54 sono le persone in isolamento domiciliare.

Campania
Sono ben 22 i nuovi positivi (uno degli incrementi più rilevanti degli ultimi giorni) registrati ieri in Campania, su 1.675 tamponi analizzati. Lo rende noto il bollettino giornaliero dell’Unità di crisi della Regione, aggiornato alla mezzanotte scorsa. Il totale delle vittime resta fermo a 438, con zero decessi nelle ultime 24 ore, mentre si segnalano sei guarigioni con il totale che raggiunge quota 4.251 dall’inizio dell’epidemia.

Puglia
Nove nuovi casi di positività in Puglia, come ieri. Il dato stabile di crescita è contenuto nel bollettino quotidiano reso noto dalla Regione. Non si sono registrati decessi nelle ultime 24 ore. Ieri c’era stato un morto. I decessi in tutto finora sono 554. Dei nove casi positivi, 1 riguarda la provincia di Bari, 6 la provincia di Foggia, 1 la provincia di Lecce, 1 è attribuito a un residente fuori regione. E’ diminuito il numero di test: oggi appena 1.368 mentre ieri erano stati 1908. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 256.307 test. Sono 3.973 i pazienti guariti (dato stabile rispetto a ieri) e 187 i casi attualmente positivi (+9), dei quali 31 ricoverati e nessuno in terapia intensiva.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.