Coronavirus in Italia, bollettino 18 febbraio: 347 morti, 13762 casi positivi, 17771 guariti

18 Febbraio, 2021 18:53 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Sono 13.762 i nuovi casi di coronavirus registrati oggi in Italia, con 347 morti. Sale il tasso di positività: sono stati 288.458 i tamponi effettuati (ieri erano stati 294.411), con un tasso del 4,8% (ieri 4,1%). Ad oggi gli attualmente positivi al coronavirus sono 384.501 (-4.363), mentre i dimessi o guariti sono 2.286.024 (+17.771). Le vittime totali, invece, sono 94.887.

In leggera salita i ricoveri gravi: in terapia intensiva si registrano due pazienti in più (ieri -15) con 177 ingressi del giorno, per un totale di 2.045, mentre i ricoveri ordinari sono 311 in meno (ieri -189) per un totale di 17.963.

La regione con più casi è la Lombardia (+2.540), seguita da Campania (+1.573), Emilia Romagna (+1.565), Veneto (+1.042) e Lazio (+1.025). Ancora in calo il numero delle persone attualmente positive, 4.363 in meno (ieri -4.822) che sono ora 384.501 in tutto. Di questi, 364.493 pazienti sono in isolamento domiciliare, 4.054 meno di ieri.

 

VALLE D’AOSTA
Sono 11 i nuovi contagi in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore su 98 persone sottoposte a tampone. Lo rivela il bollettino di aggiornamento emesso dalla Regione. I casi positivi attuali sono 136 (5 in più di ieri), mentre i guariti sono 6. Nessun nuovo decesso viene segnalato. I ricoverati all’ospedale Parini di Aosta sono 10, di cui 2 in terapia intensiva.

PIEMONTE
L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato 501 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 115 dopo test antigenico), pari al 3,5% dei 14.438 tamponi eseguiti, di cui 8.647 antigenici. Dei 501 nuovi casi, gli asintomatici sono 195 (38,9 %). I casi sono 79 di screening, 279 contatti di caso, 143 con indagine in corso, 13 in Rsa e Strutture Socio-Assistenziali, 54 in ambito scolastico e 434 tra la popolazione generale. Il totale dei casi positivi diventa quindi 240.103, di cui 21.290 Alessandria, 12.432 Asti, 8.202 Biella, 32.578 Cuneo, 18.714 Novara, 126.246 Torino, 8.847 Vercelli, 8.720 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 1.196 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I restanti 1.878 sono in fase di elaborazione e attribuzione territoriale.

LIGURIA
Il bollettino odierno sull’emergenza in Liguria registra un solo decesso di persona positiva: si tratta di una donna di 90 anni morta alla Spezia il 16 febbraio. Le vittime da inizio emergenza sono salite a 3.544.
In ospedale, secondo il report diffuso dalla Regione, ci sono 600 pazienti covid, 29 in meno di ieri. Di questi, 59 sono in terapia intensiva. Il report registra anche 334 nuovi casi; nelle ultime 24 ore effettuati 4.521 tamponi molecolari, 888.441 da inizio emergenza. Effettuati anche 3.205 tamponi antigenici rapidi, 81.505 dal 14 gennaio scorso. Dei 126.890 vaccini consegnati, ne sono stati somministrati 95.350, ovvero il 75%.

LOMBARDIA
Nelle ultime 24 ore in Lombardia si sono registrati 2.540 casi, di cui 92 ‘debolmente positivi’, e 55 morti. I decessi dall’inizio dell’epidemia salgono a 27.938. I tamponi effettuati sono stati 42.508 (di cui 30.140 molecolari e 12.368 antigenici), con un rapporto rispetto ai positivi del 5,9%. I guariti/dimessi sono 1.205 (totale complessivo: 492.112, di cui 3.355 dimessi e 488.757 guariti). I pazienti covid in terapia intensiva salgono a 368 (+5), mentre i ricoverati calano a 3.716 (-24). Ieri, a fronte di 38.296 tamponi, c’erano stati 1.764 i nuovi positivi, con un rapporto del 4,6%.

PROVINCIA DI TRENTO
In Trentino sono 61 i nuovi casi positivi al molecolare riportati oggi dal bollettino dell’Azienda provinciale per i servizi sanitari. A questi si aggiungono i 231 positivi all’antigenico. Si registrano poi altri 2 decessi, mentre tornano a salire i ricoveri per Covid-19.

 

PROVINCIA DI BOLZANO
Cinque decessi, 378 nuovi casi e 458 pazienti covid ospedalizzati: sono questi i dati principali dell’ultimo bollettino dell’Azienda sanitaria dell’Alto Adige. Nelle ultime 24 ore sono stati analizzati 2687 test pcr (265 positivi) e 9145 test antigenici (213 positivi). Nei normali reparti ospedalieri si trovano 253 pazienti, nelle cliniche private 163 e in terapia intensiva 42. Altri quattro pazienti sono ricoverati in terapia intensiva in Austria. Sono 15287 gli altoatesini in quarantena.

FRIULI VENEZIA GIULIA
In Friuli Venezia Giulia su 5.466 tamponi molecolari sono stati rilevati 197 nuovi contagi con una percentuale di positività del 3,6%. Sono inoltre 2.419 i test rapidi antigenici realizzati, dai quali sono stati rilevati 65 casi (2,68%). I decessi registrati sono 11; i ricoveri nelle terapie intensive scendono a 58 così come si riducono quelli in altri reparti (361).

 

VENETO
Dopo un mese di calo dei contagi quotidiani il Veneto torna a superare i 1.000 casi di positività in sole 24 ore. Il report della Regione registra infatti 1.042 contagi in più rispetto a ieri, per un totale di 323.888 infetti dall’inizio dell’epidemia. Sotto quota mille la regione era scesa esattamente il 18 gennaio scorso (i casi erano stati 998). I decessi sono 30 in più rispetto a ieri, per un dato complessivo di 9.651 vittime. L’incidenza dei positivi sui tamponi – ha detto il presidente Luca Zaia – è del 3,13%. Nei reparti non critici degli ospedali sono ricoverate 1.290 persone (-46), nelle terapie intensive 135 (+1).

EMILIA – ROMAGNA
I nuovi casi di positività in Emilia-Romagna oggi sono 1.565, mentre i morti sono stati 27. Dall’inizio dell’epidemia, in regione si sono registrati 240.650 casi di positività. I tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 29.633 e la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,3%. Continua intanto la campagna vaccinale anti-Covid, che in questa prima fase riguarda il personale della sanità e delle Cra, compresi i degenti delle residenze per anziani, gli ultraottantenni in assistenza domiciliare e i loro coniugi, se di 80 o più anni, e le persone dagli 85 anni in su (dal primo marzo prenotazioni aperte anche per quelle dagli 80 agli 84 anni). Alle 15 sono state somministrate complessivamente 306.233 dosi; sul totale, 128.988 sono seconde dosi, e cioè le persone che hanno completato il ciclo vaccinale. Questi i dati – accertati alle 12 di oggi – relativi all’andamento dell’epidemia in regione.

TOSCANA
Sono 956 i positivi in più rispetto a ieri (918 confermati con tampone molecolare e 38 da test rapido antigenico). Dall’inizio dell’epidemia in Toscana sono 145.976 i casi di positività al Coronavirus. I nuovi casi sono lo 0,7% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 956 nuovi positivi odierni è di 44 anni circa (il 17% ha meno di 20 anni, il 24% tra 20 e 39 anni, il 36% tra 40 e 59 anni, il 17% tra 60 e 79 anni, il 6% ha 80 anni o più). I guariti crescono dello 0,4% e raggiungono quota 128.676 (88,1% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 12.902 tamponi molecolari e 8.125 tamponi antigenici rapidi, di questi il 4,5% è risultato positivo. Sono invece 11.286 i soggetti testati oggi (con tampone antigenico e/o molecolare, escludendo i tamponi di controllo), di cui l’8,5% è risultato positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 12.803, +3,3% rispetto a ieri. Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 861 (25 in più rispetto a ieri, più 3%), 144 in terapia intensiva (7 in più rispetto a ieri, più 5,1%). Oggi si registrano 11 nuovi decessi: 10 uomini e una donna con un’età media di 77 anni.

UMBRIA

LAZIO
Nel Lazio sono 35.638 i casi attualmente positivi, di cui 1.945 ricoverati, 232 in terapia intensiva e 33.461 in isolamento domiciliare. Dall’inizio dell’epidemia i guariti sono in totale 181.583, i decessi 5.634 e il totale dei casi esaminati è pari a 222.855, secondo il bollettino aggiornato della Regione Lazio.

MARCHE
Il servizio Sanità della Regione Marche comunica che nelle ultime 24 ore sono stati testati 7.399 tamponi: 4.994 nel percorso nuove diagnosi (di cui 2.665 nello screening con percorso antigenico) e 2.405 nel percorso guariti (con un rapporto positivi/testati pari al 10,7%). I positivi nel percorso nuove diagnosi sono 532 (109 in provincia di Macerata, 264 in provincia di Ancona, 82 in provincia di Pesaro-Urbino, 37 in provincia di Fermo, 11 in provincia di Ascoli Piceno e 29 fuori regione).

ABRUZZO
Sono 482 i nuovi casi registrati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall’analisi di 4.758 tamponi molecolari: è risultato positivo il 10,13% dei campioni. Si registrano undici decessi, che fanno salire il bilancio delle vittime a 1.599. Le zone più colpite sono ancora le province di Chieti e Pescara: nell’area metropolitana dilaga la variante inglese, responsabile almeno di due contagi su tre.
I nuovi positivi hanno età compresa tra 6 mesi e 97 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 103: 8 in provincia dell’Aquila, 46 in provincia di Pescara, 41 in provincia di Chieti e 8 in provincia di Teramo. Gli undici decessi, tre dei quali avvenuti nei giorni scorsi e comunicati solo oggi dalle Asl, riguardano persone di età compresa tra 64 e 96 anni: 4 in provincia di Chieti, uno in provincia dell’Aquila, 4 in provincia di Teramo e 2 in provincia di Pescara. In aumento gli attualmente positivi, che sono 12.308 (+101). I guariti sono 35.803 (+369). Nelle ultime ore sono stati eseguiti anche 5.136 test antigenici.
La località con più nuovi casi è ancora Pescara (79), seguita da Chieti (47). Poi ci sono Montesilvano (29), Lanciano (23) e San Giovanni Teatino (20). A livello provinciale, in testa ci sono il Pescarese e il Chietino, entrambi con 192 nuovi casi. Numeri più bassi nel Teramano (+77) e nell’Aquilano (+47).

CAMPANIA
Sono 1.573, di cui 77 sintomatici, i nuovi casi di Covid in Campania, su 19.886 test processati: il tasso di incidenza è del 7,91, sostanzialmente stabile rispetto al 7,69 di ieri. Il bollettino dell’Unità di crisi segnala ventinove vittime (dieci nelle ultime 48 ore, 19 risalenti ai giorni precedenti) e un numero molto elevato di guariti, 2.041. Sale di tre unità, da 107 a 110, il numero dei pazienti in terapia intensiva; le degenze Covid calano invece da 1.301 a 1.290.

MOLISE

BASILICATA
In Basilicata – zona gialla dallo scorso 11 gennaio – ieri sono stati analizzati 1.262 tamponi molecolari: 113 sono risultati positivi al coronavirus e di questi 109 appartengono a residenti in regione. Lo ha reso noto la task force regionale, specificando che nelle ultime 48 ore non sono stati registrati decessi, con il totale delle vittime lucane fermo a 347. Sono 79 (come ieri) le persone ricoverate negli ospedali lucani, delle quali sei (una in meno di ieri) in terapia intensiva, quattro al San Carlo di Potenza e due al Madonna delle Grazie di Matera. Con 88 guarigioni registrate nelle ultime 24 ore, il numero dei lucani attualmente positivi è di 3.253 (3.174 in isolamento domiciliare). In totale i guariti lucani sono 10.541. Dall’inizio dell’epidemia in Basilicata sono stati analizzati 226.744 tamponi molecolari, 209.874 dei quali sono risultati negativi e sono state testate 138.743 persone.

PUGLIA
Oggi in Puglia si registrano 844 nuovi casi, su 10.033 test per l’infezione da Covid-19, e 37 decessi. Il tasso di positività odierno è dell’8,4% e si mantiene stabile (ieri era 8,5% con 883 contagi), mentre sono più che raddoppiate le vittime (ieri erano 17). I nuovi casi sono stati individuati 326 in provincia di Bari, 88 in provincia di Brindisi, 59 nella provincia BAT, 102 in provincia di Foggia, 75 in provincia di Lecce, 185 in provincia di Taranto (5 residenti fuori regione, 4 casi di residenza non nota). I decessi sono avvenuti 19 in provincia di Bari, 2 in provincia BAT, 3 in provincia di Brindisi, 4 in provincia di Foggia, 4 in provincia di Lecce, 5 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 1.468.882 test; 98.484 sono i pazienti guariti; 35.729 sono i casi attualmente positivi.

CALABRIA
Sono 166 (ieri 170) i positivi individuati nelle ultime 24 ore in Calabria dove si registrano due vittime con il totale che sale a 659. Calano di 6 i ricoverati in area medica (173) mentre crescono di 2 i ricoverati in terapia intensiva (20). In flessione anche gli isolati a domicilio (6.272, -62) ed i casi attivi, passati dai 6.531 di ieri ai 6.465 di oggi. Crescono, infine, di 230 i guariti (28.897). I casi confermati oggi sono suddivisi così: Cosenza 44, Catanzaro 10, Crotone 11, Vibo Valentia 44, Reggio Calabria 57. In Calabria, da inizio pandemia, sono stati sottoposti a test 531.096 soggetti con 562.061 tamponi e 36.021
positivi.

SICILIA
Sono 480 i nuovi positivi Covid19 che si registrano oggi in Sicilia con 24.774 tamponi processati e una incidenza di poco inferiore al 2,0%. La regione è all’undicesimo posto nel numero dei nuovi contagi giornalieri. Le vittime sono state 26 nelle ultime 24 ore e portano il totale a 3.941. Gli attualmente positivi sono 33.004, con una diminuzione di altri 651 casi rispetto a ieri. I guariti sono 1.105. Negli ospedali tornano a diminuire i ricoveri, adesso sono 1.075, 40 in meno rispetto a ieri; diminuiscono i ricoveri anche in terapia intensiva: sono 145, ovvero 9 meno rispetto a ieri. La distribuzione nelle province vede Palermo con 176 casi, Catania 111, Messina 51, Siracusa 50, Caltanissetta 29, Ragusa 24, Agrigento 16, Enna 16, Trapani 7.

SARDEGNA
In Sardegna, nelle ultime 24 ore, si registrano 100 nuovi casi e 8 morti, mentre il tasso di positività si attesta al 3,9%. Sono 40.538 i contagi registrati dall’inizio dell’emergenza e 1.096 i decessi. In totale sono stati eseguiti 712.437 tamponi, per un incremento complessivo di 2.545 test rispetto a ieri. In calo i ricoveri negli ospedali: sono 295 i pazienti in reparti non intensivi (-7) e 25 (-4) quelli in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 13.182. I guariti sono complessivamente 25.706 (+244), mentre le persone dichiarate guarite clinicamente nell’Isola sono attualmente 234. Dei 40.538
casi positivi complessivamente accertati, 9.537 (+57) sono stati rilevati nella Città Metropolitana di Cagliari, 6.486 (+8) nel Sud Sardegna, 3.444 (+10) a Oristano, 8.098 (+11) a Nuoro, 12.973 (+14) a Sassari.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.