Al via a Matera i lavori del Congresso Anaesthesia and Intensiva Care: To be or not to be (aggressive) 3.0: report, intervista Dimona e foto

21 Febbraio, 2020 11:09 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Al via questa mattina i lavori della prima delle due giornate in programma nella sala convegni dell’hotel del campo di Matera per la quinta edizione del Congresso Anaesthesia and Intensiva Care: To be or not to be (aggressive) 3.0, un evento organizzato dal Servizio di Anestesia e Rianimazione dell’ASM.
Lo sviluppo tecnologico negli ultimi anni ha prepotentemente influenzato i comportamenti dei professionisti sanitari che operano in Anestesia Rianimazione e Terapia intensiva, obbligando di fatto le Società Scientifiche a continui aggiornamenti delle Linee Guida vigenti per mantenerle sempre up-to-date.
I Professionisti di contro hanno ritenuto necessario e obbligatorio adeguarsi ai Protocolli in continua evoluzione sia per aderire alle nuove metodiche in campo diagnostico terapeutico e sia per i risvolti medico legali che la malpractice rischia di comportare.
Con queste premesse, l’Unità Operativa di Anestesia e Rianimazione dell’ASM Basilicata, per il quinto anno consecutivo, ha riunito attorno a questo evento un pool di specialisti di chiara fama nazionale ed internazionale che si confrontano per due giorni a Matera sulle tematiche previste nel programma, con un’attenzione particolare alle più recenti linee guida inerenti il trattamento extracorporeo, le infezioni gravi da germi multiresistenti e, non ultima, l’umanizzazione delle cure nel rispetto della Persona ammalata e dei familiari, come da giuramento di Ippocrate.
L’auspicio é che la condivisione delle conoscenze (interverranno infatti ben undici Università Italiane da Nord a Sud) possa divenire il carburante necessario a fornire quegli elementi di aggiornamento utili alla moderna pratica clinica, per raggiungere l’obiettivo della riduzione di morbilità e mortalità dei pazienti più critici.

Francesco Dimona, primario del reparto di anestesia e rianimazione dell’ospedale Madonna delle Grazie di Matera e dell’ospedale Giovanni Paolo II di Policoro e presidente del congresso, illustra le finalità di questa iniziativa. “E’ il quinto congresso consecutivo che organizziamo a Matera con la partecipazione di illustri ospiti che arrivano da 12 Università italiane, le più importanti del nostro Paese, personaggi di spessore europeo che sono gli estensori delle linee guida per la nostra attività quotidiana.La continua innovazione tecnologica ci porta ad inseguire nuove terapie e nuove diagnosi. Sono il nostro faro per l’attività quotidiana. Questo evento è diventato il simposio dell’Italia meridionale per quanto riguarda anestesia e rianimazione. Sono orgoglioso di questo evento, che ha portato quest’anno a Matera circa 150 persone, un numero cospicuo.

Qual è il tema che quest’anno ha attirato in maniera particolare l’attenzione degli iscritti? “Gli argomenti sono abbastanza variabili, da come fare una buona anestesia fino alle ultime tecniche di rianimazione, prevalentemente sulla rimozione extracorporea delle endotossine in patologie molto gravi come per esempio lo shock settico”.

Michele Capolupo

PROGRAMMA DELLA PRIMA GIORNATA

Venerdì 21 febbraio 2020 – I Giornata

Ore 10.00 Registrazione dei partecipanti
Ore 10.15 Saluto delle Autorità
Ore 10.30 Apertura dei lavori:
Obiettivi del Convegno
FOCUS I LA DISPONIBILITA’ DI OSSIGENO
Moderatori: Giacinto Calculli, Francesco Dimona, Sebastiano Macheda
Ore 11.00 Monitoraggio emodinamico nel paziente chirurgico ad alto rischio – Nicola Brienza
Ore 11.20 Il ruolo degli ultrasuoni nella gestione del paziente con scompenso cardiaco acuto e shock cardiogeno in terapia con inotropi
Fabio Guarracino
Ore 11.40 Gestione dell’assetto coagulativo nel paziente critico con scompenso multiorganico – Paolo Feltracco
Ore 12.00 Come si fa l’anestesia? – Alfredo Del Gaudio
Ore 12.20 Patient blood management – Gilda Cinnella
Ore 12.30 Discussione
Ore 13.00 Pausa Pranzo
FOCUS II LA VENTILAZIONE
Moderatori: Elio Costantino, Vito Delmonte, Lucia Mirabella, Francesco Massimo Romito
Ore 13.30 LETTURA MAGISTRALE
Ventilazione protettiva: istruzioni per l’uso – Paolo Navalesi
Ore 14.00 La gestione delle vie aeree difficili: dove siamo? – Ida Di Giacinto
Ore 14.20 Gestione del paziente con ipossiemia refrattaria – Salvatore Grasso
Ore 14.40 Ipossia o iperossia: qual è peggiore? – Massimo Girardis
Ore 15.00 NIV: casco, maschera, alti flussi – Salvatore Maurizio Maggiore
Ore 15.20 Discussione
Ore 16.00 LETTURA MAGISTRALE Vito Marco Ranieri
FOCUS III
UMANIZZAZIONE
Moderatori: Michele Cacciapaglia, Libero Mileti, Antonio Mazzarella, Gianluca Paternoster
Ore 16.30 LETTURA MAGISTRALE:
Umanizzazione delle cure in terapia intensiva aperta – Antonio Corcione
Ore 17.00 Disfunzione cognitiva E delirium postoperatorio in terapia intensiva – Francesco Forfori
Ore 17.20 D.A.T. Disposizioni anticipate di trattamento – Aldo Di Fazio
Ore 17.40 Appropriatezza delle cure nel paziente critico in terapia intensiva – Antonio Mazzarella
Ore 18.00 Appropriatezza della terapia antibiotica nel paziente critico in terapia intensiva – Pier Giorgio Cojutti
Ore 18.20 Discussione
Ore 19.00 Chiusura dei lavori della I giornata

PROGRAMMA SECONDA GIORNATA

Sabato 22 febbraio 2020 – II Giornata

Ore 8.30 Apertura dei lavori
FOCUS IV – SEPSI
Moderatori: Giulio De Stefano, Teodorico Iarussi, Giuseppe Pulito, Maria Luciana Tancredi
Ore 09.00 LETTURA MAGISTRALE
Polimixina B: per chi e quando – Massimo Antonelli
Ore 09.30 Rimodulazione delle citochine: come e perché  – Vito Fanelli
Ore 09.50 Infezioni multiresistenti: nuove opportunità teraputiche – Carlo Tascini
Ore 10.10 Immunoglobuline: chimera o realtà? – Francesco Massimo Romito
Ore 10.30 Biomarkers della sepsi – Francesco Conte
Ore 10.50 Epidemiologia MDR – Bruno Viaggi
Ore 11.10 La nutrizione artificiale nel paziente critico alla luce delle Nuove Linee Guida – Marco Zanello
Ore 11.30 Discussione
Ore 12.00 Considerazioni finali
Ore 12.30 Chiusura dei lavori e compilazione del questionario ECM

Presidente del Corso: Dr. Francesco Dimona
Comitato Scientifico: Dr. Antonio Mazzarella, Dr. Francesco Massimo Romito e Dr.ssa Maria Luciana Tancredi

La fotogallery della prima giornata del Congresso Anaesthesia and Intensiva Care: To be or not to be (aggressive) 3.0 (foto www.SassiLive.it)

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.