Le tavole palatine per promuovere il turismo materano

23 Luglio, 2009 21:37 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Il Parco Archeologico di Metaponto con le Tavole Palatine, simbolo dell’antichità materana e di Basilicata diventa vetrina di promozione dell’offerta turistica  e punto  informativo turistico integrato dei prodotti tipici dell’artigianato artistico e agroalimentare dal 1 agosto al 30 settembre. L’inaugurazione vedrà l’esibizione di un quartetto d’Archi  e di una voce recitante “I Meridies”.

Il sito dell’ex Museo archeologico adiacente il Parco  è stato oggetto di un protocollo d’intesa tra la Camera di Commercio rappresentata dal presidente Angelo Tortorelli, la Soprintendenza per i beni Archeologici della Basilicata con il neo direttore Antonio De Siena, ex allievo di Dino Adamesteanu, nominato proprio mercoledì scorso dal direttore Regionale Alfredo Giacomazzi,  la Provincia di Matera nella persona del suo presidente Franco Stella, il Comune di Bernalda rappresentato dal Commissario Prefettizio  Maria Rita Iaculli, l’APT di Basilicata con  Giampiero Perri, la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Basilicata con Alfredo Giacomazzi. L’annuncio è arrivato durante la conferenza stampa promossa nel Salone della Conferenza della Camera di Commercio. Al tavolo erano presenti anche Achille Spada per la Camera di Commercio, Salvatore Martelli del distretto agroalimentare di Qualità, Giuseppe Coretti presidente azienda Cesp (Azienda speciale della Camera di Commercio di Matera).

L’apertura del  “Centro di valorizzazione  del patrimonio turistico, produttivo e culturale della provincia di Matera’’  negli ambienti dell’Antiquarium di Metaponto rappresenta una grande opportunità di promozione per l’economia e per il turismo del Materano. Lo ha detto il presidente della Camera di commercio di Matera, Angelo Tortorelli, nel corso della presentazione del Centro, fortemente voluto dall’Ente camerale, che ha investito risorse e progettualità e coinvolto altri soggetti istituzionali. “ Per due mesi, da agosto a settembre  -ha detto Tortorelli- questo progetto, nato da una vecchia aspirazione dell’imprenditore meta pontino Gino Lavieri e che ha incontrato la nostra totale disponibilità, rappresenta una tappa importante per unire sforzi e obiettivi in grado di promuovere il territorio e sostenere l’offerta turistica locale. Il Centro, gestito dal personale dell’azienda speciale Cesp, si presenta come una vetrina informativa e promozionale delle attrattive ambientali e culturali del Metapontino e della provincia di Matera in generale. Ci sono le proposte dei Comuni, itinerari e offerte degli operatori economici, i prodotti dell’artigianato artistico, del Distretto agroalimentare e del progetto Le Terre del Pane. E c’è dell’altro. La Camera di commercio intende attivare,con le diverse opportunità del sistema cameral,e iniziative mirate di sostegno al settore turistico e tra queste rientra il progetto di Assonautica, nel quale crediamo fermamente e che -ne  siamo certi-  porterà valore aggiunto all’economia locale’’.   Tortorelli ha anche evidenziato le potenzialità espositive e di riferimento del “Centro’’, nato da una intesa interistituzionale,  che per la collocazione lungo la statale 106  rappresenta un luogo ideale di promozione per i visitatori in transito lungo una arteria di fruibilità interregiona

La Iaculli : “ L’iniziativa è degna di una grande attenzione e occorre organizzare un turismo in sinergia con le varie componenti. Provvederò all’inaugurazione con un quartetto d’Archi”.

Stella: “La provincia di Matera comincia ad attivare quelle sinergie di rapporti tra tutti i soggetti istituzionali. Da rimarcare che il sito è stato reso attivo nel giro di poco tempo. Adesso dobbiamo mettere in rete le esigenze del territorio e i nostri prodotti. Il nostro turismo va ripensato come è accaduto per l’offerta dell’olio per Assisi.”

Giacomazzi: “La concertazione è fondamentale per divulgare tutti i prodotti della Lucania. In mattinata ho nominato direttore per i Beni Archeologici il dottor Antonio De Siena. Nei prossimi giorni firmerò altri accordi con l’Apt e ritengo che a breve presenteremo altri protocolli”.

Giampiero Perri: “ Ho sempre pensato di valorizzare i parchi archeologici nell’ottica di un partneriato  e oggi il mio progetto diventa realtà. Il turismo è l’argomento più dibattuto e sentito in Italia dopo il calcio. Ma purtroppo nei siti culturali scema il numero dei visitatori. L’impulso della Camera di Commercio va raccolto per offrire anche sul piano archeologico un servizio di qualità”.

De Siena: “C’è una perfetta sintonia tra gli enti  e questo è un grande risultato. In passato ho notato un certo “strabismo” a guardare verso la costa jonica mentre si preferiva sempre il Tirreno”.

Salvatore Martelli. “Garantisco la presenza di prodotti non biodegradabili. Occorre legare il prodotto al territorio e i nostri beni archeologici sono un punto di riferimento importante”.

Tortorelli ha concluso annunciando la prossima iniziativa relativa alla pasta di Matera ed in particolare alla pasta Padula”. 

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.