Progetti infrastrutturali decreto presidente del Consiglio dei ministri, Cgil e Fillea Cgil Basilicata: “Subito la nomina dei commissari per dare attuazione agli importanti interventi”

19 Gennaio, 2021 12:41 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Riportiamo la nota dei segretari generali Cgil Basilicata Angelo Summa e Fillea Cgil Basilicata Fernando Mega sulla nomina dei commissari per i progetti infrastruttruali che riguardano la Basilicata nel decreto del presidente del Consiglio dei Ministri
Progetti infrastrutturali decreto presidente del Consiglio dei ministri.

“Si proceda con la nomina dei commissari per dare attuazione al vitale e importante programma infrastrutturale della nostra regione”. Lo affermano il segretario generale della Cgil Basilicata Angelo Summa e il segretario generale Fillea Cgil Basilicata, Fernando Mega, sulla realizzazione del tratto ferroviario Ferrandina – Matera e l’ammodernamento della Taranto – Potenza – Ferrandina, progetti entrambi inseriti nello schema di decreto del presidente del Consiglio dei ministri, attualmente in attesa del parere del Parlamento, per un valore complessivo di 1,8 miliardi.

“Le infrastrutture rappresentano i prerequisiti fondamentali e insostituibili per il rilancio socio – economico ed occupazionale della Basilicata – continuano Summa e Mega – gli interventi del governo nazionale, a partire dal Recovery Fund, possono rappresentare una opportunità per accelerare la realizzazione delle opere già programmate e finanziate e di altre in fase di approvazione. La Regione Basilicata in questa fase dovrebbe svolgere un ruolo attivo per la definizione della programmazione e la realizzazione delle infrastrutture e soprattutto adempiere agli interventi tecnici di propria competenza per accelerare l’attuazione delle opere finanziate.

In quest’ottica rientrano gli interventi per la Matera – Ferrandina – precisano Summa e Mega – che prevede il collegamento della città di Matera all’infrastruttura ferroviaria nazionale attraverso una linea elettrificata di 20 chilometri a semplice binario che si allaccia alla stazione di Ferrandina sulla linea Battipaglia – Potenza – Metaponto – Taranto. Una infrastruttura strategica, che metterebbe in collegamento la Zona logistica intermodale e retro portuale di Ferrandina con le diverse aree industriali del territorio rientranti nella Zona economica speciale Jonica e Basilicata. Un’opera completamente finanziata con circa 350 milioni di euro, inclusa nel Decreto Semplificazioni, a cui spetta di diritto l’individuazione di un commissario straordinario.

La Taranto – Potenza – Ferrandina è un tratto ferroviario strategico e fondamentale per mettere in connessione la Basilicata con le direttrici nazionali. Altro nodo da sciogliere, dando priorità nel Recovery Fund, è la quattro corsie della strada statale 7 Matera-Ferrandina, che contribuirebbe ulteriormente a potenziare le zone Zes e i collegamenti su gomma con Matera.

È necessario – concludono – porre la massima attenzione affinché le nomine dei commissari vengano effettuate il prima possibile e dare garanzie ai cittadini lucani che da anni attendono un miglioramento delle infrastrutture materiali per uscire dall’isolamento in cui si trovano”.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.