Prima uscita di Tortorelli (Uil Basilicata) da segretario regionale alla Fca di Melfi

14 Gennaio, 2020 15:03 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

 

Il segretario regionale della Uil Vincenzo Tortorelli, come ha annunciato in occasione della sua elezione alla guida della Uil lucana, oggi ha voluto fare la sua prima uscita pubblica incontrando i delegati della Uilm nello stabilimento Fca di Melfi. Con lui c’era anche il segretario regionale Uilm Marco Lomio. Tortorelli ha avuto un primo scambio di valutazioni con delegati e dipendenti della Fca sull’attuale fase che caratterizza l’attività della Fca in previsione della produzione dei nuovi modelli. L’incontro – ha ribadito il segretario della Uil -ha un doppio significato: da una parte l’esigenza di tenere sempre vivi i rapporti con i lavoratori in ogni posto di lavoro e dall’altra l’attenzione per la più grande fabbrica della Basilicata. Proprio ieri in Regione è stato ricordato, tra gli eventi più importanti dell’anno che si è concluso – ha detto – il contratto di sviluppo sottoscritto tra MISE, Regione Basilicata, Invitalia ed FCA che prevede investimenti complessivi di 102 milioni di euro, di cui 99 milioni di euro per l’ampliamento della capacità produttiva dello stabilimento di Melfi e 3 milioni di euro per lo sviluppo di un progetto di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale denominato “Ricarica”, finalizzato allo studio di nuove soluzioni per la realizzazione di veicoli con propulsione puramente elettrica in uno scenario di mercato post 2024. La Uil, in stretta sinergia con la Uilm, seguirà tutte le fasi dell’attuazione del contratto di sviluppo e del cronoprogramma stabilito da Fca per lo stabilimento. Siamo convinti che il Campus Tecnologico di S. Nicola di Melfi – ha detto Tortorelli – ha compiti importanti da svolgere nel settore della ricerca per l’automotive. Ho avuto modo – ha continuato il segretario – di rafforzare i legami, in primo luogo affettivi, con colleghi e personale della Fca. Un ricordo per me indimenticabile è quando nel 2012 l’allora Fiat decise, in un momento particolare per l’automotive, di cambiare la natura della produzione di Melfi con l’investimento su marchi Premium e noi di sottoscrivere un’intesa che poi si rivelata utile al rilancio dello stabilimento. L’incontro inoltre è stata l’occasione per ricordare l’operaio lucano, Raffaele Ielpo, di 42 anni, originario di Lauria, morto mentre lavorava a 18 metri di profondità nel cantiere della nuova linea 4 della metro di Milano. Per la Uil la sicurezza su ogni posto di lavoro è una priorità.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.