Ispettorato Territoriale del Lavoro Potenza-Matera: avviso pubblico indagine di mercato per immobile in locazione sede di Matera

28 Settembre, 2020 14:05 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’Ispettorato territoriale del lavoro di Potenza-Matera, di seguito denominato Ispettorato, ha necessità di individuare nel territorio urbano comunale di Matera un immobile, da acquisire in locazione passiva, idoneo per uso Ufficio Pubblico, da destinare a sede in Matera dell’ispettorato.
Il presente avviso pubblico riveste carattere di ricerca di mercato, nel rispetto del dettato normativo di cui all’art. 2, comma 222 della Legge n.191/2009 e ss.mm.ii., con finalità̀ esclusivamente esplorative delle zone urbane confacenti e delle caratteristiche strutturali di immobili disponibili ed offerti in locazione ad uso ufficio nel territorio urbano comunale di Matera
La richiesta di manifestazione di interesse non vincola in alcun modo questo Ispettorato, conseguentemente, nessun diritto e/o titolo potrà essere avanzato dai soggetti che presenteranno la propria manifestazione di interesse.
I soggetti interessati partecipano alla consultazione di mercato in parola, liberamente con spese e responsabilità a loro totale carico e senza alcun vincolo e/o implicazioni per l’Ispettarato e nulla potranno pretendere e/o vantare per le eventuali successive fasi che si potranno attivare, anche per l’eventuale stipula di contratto di locazione con altro soggetto scelto ad insindacabile giudizio dell’Ispettorato.
È esclusiva prerogativa di questo Ispettorato valutare l’adeguatezza dell’immobile, tra quelli che saranno proposti, alle proprie finalità istituzionali senza che possano insorgere pretese di qualsiasi natura dei soggetti partecipanti alla ricognizione di mercato.
Le proposte contrattuali di locazione passiva dell’immobile saranno valutati secondo criteri di economicità̀, adeguatezza e dislocazione logistica meglio rispondenti alla ottimale funzionalità istituzionale a cui è preposto l’Ispettorato, tenendo conto della rispondenza funzionale delle caratteristiche e requisiti dell’immobile che si riportano di seguito.

REQUISITI DELL’IMMOBILE
➢ Ubicazione nell’area urbana del Comune di Matera, costruzione nel rispetto dei regolamenti urbanistici; nel rispetto della normativa antisismica; in zona adeguatamente e ordinariamente servita dai mezzi pubblici urbani transitanti con elevata frequenza; raggiungibile e collegata agevolmente con le principali vie di comunicazione.
➢ L’ immobile dovrà avere destinazione ad uso “UFFICIO PUBBLICO”, come previsto degli strumenti urbanistici adottati dal Comune di Matera (attestata con idonei titoli abilitativi: permesso di costruire, concessione edilizia, etc.).
➢ È richiesta una superficie complessiva lorda coperta di circa mq. 2.331,50 ripartiti o da ripartirsi in stanze e locali ad uso uffici ed aree ad uso archivio e magazzini. Laddove necessiti provvedere alla ripartizione questa dovrà essere eseguita dall’offerente a proprio carico e senza oneri, secondo le indicazioni dell’Ispettorato.
➢ L’immobile dovrà essere dotato di idonei accessi per il personale e per il pubblico utente, ed idonei accessi per i portatori di handicap, e di adeguata area destinata a sala d’attesa;
➢ L’immobile deve essere di recente costruzione e/o ristrutturazione comunque dovrà essere in buono stato manutentivo;
➢ L’immobile dovrà essere dotato almeno di una ampia area al piano terra, e deve essere dotato di scale e di adeguati ascensori per poter raggiungere i piani superiori, idonei anche per l’utilizzo di portatori di handicap.
➢ L’immobile deve essere corredato di certificato di prevenzione incendi previsto per la destinazione ad uso ufficio, in conformità al DM 22 febbraio 2006 e per le attività di cui al DM 16 febbraio 1982 definite al punto 43.
➢ L’immobile dovrà essere corredato di attestato di certificazione energetica.
➢ L’immobile dovrà essere corredato del certificato di agibilità;
➢ L’immobile dovrà essere conforme alla normativa antisismica da attestare con idonea certificazione;
➢ L’immobile dovrà essere dotato di idonei locali ad uso archivio, corredati di impianti di climatizzazione adeguati ed a norma, di sistemi e presidi di sicurezza ed antincendio, nonché predisposto con impiantistica per il cablaggio della rete dati, telefonia ed impianti di riscaldamento e raffreddamento ad aria condizionata nonché cablaggio per installazione di impianto antifurto dotato di sensori volumetrici sui principali luoghi di passaggio e contatti magnetici sulle possibili vie di fuga;
➢ I locali destinati ad uso archivio devono essere dotati di impianto d’allarme antincendio, solaio di calpestio in linea con i parametri tecnici determinarti dalle norme in vigore, in ordine alla portata del carico degli ambienti destinati a tale uso e relativa certificazione antincendio.
➢ L’immobile dovrà essere dotato d’impianto elettrico, conforme alla normativa vigente, con quadri elettrici di partizioni adeguati agli ambienti ed idonei per l’uso d’ ufficio, anche con riferimento alle linee elettriche di alimentazione dei computer ed altre utenze in ogni piano.
➢ L’immobile deve essere predisposto in modo da servire ogni postazione di lavoro dotata di computer e strumentazione connessa per quanto attiene l’alimentazione elettrica, la linea dati, la linea telefonica, e le apparecchiature (stampanti, fotocopiatrici, scanner) con “frutti” di connessione a parete in numero adeguato alle esigenze che verranno indicate dall’ISPETTORATO, e installate in modo tale da non arrecare alcun intralcio.
➢ L’immobile deve essere dotato di finestre adeguate alle aree interessate con infissi e serramenti conformi alla normativa vigente.
➢ L’immobile deve essere dotato di impianto di illuminazione a norma di legge ed adeguato all’ambiente da illuminare, completo di corpi illuminanti idonei ed in numero adeguato che sarà indicato dall’Ispettorato.
➢ L’immobile deve essere dotato di impianto di illuminazione di sicurezza a norma di legge con indicatori al neon adeguati in numero e tipologia, muniti di segnalazione e indicazione delle vie di fuga e delle uscite di sicurezza;

➢ L’immobile deve essere dotato di vani porta con serrature di sicurezza e finestre del piano terra a serramenti a tecnologia certificata antieffrazione, con porte blindate e dotate di maniglione antipanico. Gli infissi esterni devono essere provvisti di serrature di sicurezza, corredati da vetri antischegge, antisfondamento, protetti contro l’accesso dell’irraggiamento solare.
➢ Tutti gli impianti devono essere corredati di adeguata certificazioni che attesti la conformità̀ alla normativa in vigore.
➢ Gli spazi dovranno essere interamente cablati (c.d. “cablaggio strutturato”: cavi secondo la categoria prevista dalla normativa in vigore, fonia, corrente elettrica di alimentazione ai P.C. e attrezzature a corredo, connessione a rete dati e lampade da tavolo, ogni connessione elettrica deve essere fruibile singolarmente ed indipendentemente dalle altre) così da poter essere immediatamente fruibili rispetto all’uso prefissato. In mancanza, offerente dovrà dichiarare la disponibilità ad eseguire la canalizzazione degli impianti di rete elettrica, di rete dati, di rete telefonica, e antifurto, dotato di sensori volumetrici sui principali luoghi di passaggio, per un numero di postazioni e punti rete da dimensionare sulla base delle esigenze che saranno indicate secondo le indicazioni dell’Ispettorato, al fine di rendere l’immobile idoneo alla specifica destinazione d’uso;
➢ L’immobile deve essere dotato di impiantistica rispondente alla normativa in vigore, in caso di carenza l’offerente dovrà dichiarare espressamente la disponibilità̀ a provvedere, a proprie cure e spese senza oneri per l’Ispettorato.
➢ Tutta la canalizzazione della rete dati dovrà confluire in apposto locale abitabile in cui saranno installati gli apparati di rete (switch, server, hub ..) adeguatamente climatizzato e sufficientemente insonorizzato;
➢ L’immobile deve essere dotato di adeguato impianto di climatizzazione, riscaldamento e raffrescamento, in ogni ambiente in linea con la normativa in vigore per gli impianti ad aria condizionata;
➢ L’immobile, che insiste su più piani anche di uno solo, deve essere dotato di ascensori di dimensioni idonee anche al trasporto di portatori di handicap dotati di carrozzina, e di spazi adeguati per il ricovero in sicurezza di persone disabili in caso di emergenza;
➢ L’immobile deve essere dotato di impianto antincendio a norma in relazione alle specifiche destinazioni dei vari locali.
➢ L’immobile deve essere dotato di impianto fognario e idrico sanitario completo, con erogazione di acqua calda e fredda.
➢ L’immobile dev’essere dotato di servizi igienici in numero congruo ad uso del personale e dell’utenza, distintamente, adeguati anche per l’utilizzo di portatori di handicap, nel rispetto delle norme igienico sanitarie.
➢ L’immobile deve essere dotato di adeguata area esterna dedicata da destinare al parcheggio di automezzi del personale e dell’utenza, agevolmente praticabile, e dotato di camminamenti pedonali percorribili in sicurezza.
Saranno valutati ulteriori elementi, quali:
a) Collocazione dell’immobile (Zona “Centrale” o “Semicentrale”), ben collegato con le principali vie di comunicazione e di accesso alla città di Matera;
b) La possibilità̀ di fruire gratuitamente di ulteriori aree di parcheggio ad uso esclusivo per il personale dipendente e per l’utenza ovvero, in mancanza, la fruizione di parcheggi pubblici nelle vicinanze, compresi gli appositi spazi di parcheggi destinati ai portatori di handicap;
c) Ubicazione nelle vicinanza a stazioni ferroviarie, a fermate di mezzi pubblici urbani/extraurbani e punti di ristoro;
d) L’indipendenza dell’immobile.
e) L’assenza o la limitatezza di aree condominiali, al fine di limitare ulteriori oneri aggiuntivi. f) L’autonomia degli impianti tecnologici.
g) Una razionale distribuzione dei locali.
h) La non vetustà dell’immobile, degli impianti e delle strutture tecnologiche di servizio.
L’eventuale stipula del contratto di locazione è subordinata al parere di congruità̀ ed al rilascio di nulla-osta da parte dell’Agenzia del Demanio, in ossequio ai requisiti previsti dalla normativa.
Il possesso di tali requisiti dovrà̀ essere dichiarato dal proponente in sede di offerta locativa e adeguatamente documentati solo da parte del soggetto individuato dall’ISPETTORATO quale locatore, prima dell’eventuale stipula del contratto di locazione.

DURATA DEL CONTRATTO
Il contratto di locazione avrà durata di sei anni.

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE
La manifestazione di interesse, sottoscritta dal proprietario dell’immobile (nel caso di persona giuridica deve essere firmata dal legale rappresentante) e corredata della documentazione appresso indicata, dovrà pervenire, utilizzando una delle modalità di seguito indicate entro le ore 12:00 del giorno 16 ottobre 2020.
Sul plico dovranno essere chiaramente indicati i dati del mittente.
Le proposte potranno essere inviate sempre entro l’indicato termine delle ore 12:00 del giorno 16 ottobre 2020, anche a mezzo di:
• CONSEGNA A MANO all’ indirizzo: Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza-Matera – via A.M. di Francia n 34 MATERA, dalle ore 9:30 alle ore 12:30, tutti i giorni dal lunedì al venerdì e dalle ore 15:00 alle ore 16:00 il martedì e il giovedì, in busta sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura su cui sarà apposta la dicitura: “Offerta immobile indagine di mercato per la sede di MATERA dell’ITL di Potenza-Matera”. Al ricevimento sulla busta sarà annotata l’ora e la data di consegna e la sigla dell’addetto al ritiro. Verrà rilasciata ricevuta di avvenuta consegna;
• A MEZZO DEL SERVIZIO POSTALE con raccomandata AR da spedire all’ indirizzo: Ispettorato Territoriale del Lavoro di Potenza-Matera – via A.M. di Francia n 34 MATERA. La spedizione e la consegna sarà a totale rischio e spese del mittente, in busta sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura su cui sarà apposta la dicitura: “Offerta immobile indagine di mercato per la sede di MATERA dell’ITL di Potenza-Matera”. Farà fede l’ora e la data di arrivo che sarà apposta sulla busta dall’addetto al ricevimento dell’Ispettorato.
• POSTA ELETTRONICA CERTIFICATA all’indirizzo [email protected] In oggetto dovrà riportare la dicitura: “Offerta immobile indagine di mercato per la sede di MATERA dell’ITL di Potenza-Matera”. Si precisa che la PEC mittente deve essere in capo all’offerente titolare proprietario dell’immobile o alla società proprietaria dell’immobile con allegata copia del documento di identità in corso di validità.

In ogni caso il plico dovrà pervenire entro il termine indicato. Non saranno prese in considerazione, e per l’effetto ritenute irricevibili, le offerte pervenute fuori termine. Il plico dovrà contenere tutti gli allegati richiesti nessuno escluso a pena di esclusione.
Tenuto conto che questo Ispettorato dovrà valutare ipotesi allocative a condizioni più vantaggiose ed in linea con la politica di contenimento della spesa pubblica, la manifestazione di interesse sottoscritta dal proprietario dell’immobile (o dal legale rappresentante nel caso di persona giuridica), ovvero da soggetto munito dei necessari poteri di rappresentanza, dovrà essere corredata da:
1) domanda di partecipazione, secondo lo schema di cui all’Allegato A
2) dichiarazione con cui l’offerente attesti l’insussistenza dei motivi di esclusione di cui all’art. 80 D. Lgs. 50/2016, nonché l’assenza di altre condizioni che possano invalidare il perfezionarsi della locazione o comportino il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione (allegato B); 3) planimetria dell’immobile in scala adeguata, con indicazione di misura delle superfici; 4) relazione descrittiva attestante i seguenti elementi/requisiti tecnici dell’immobile:
a. dati identificativi catastali e di proprietà dell’immobile
b. situazione giuridica dell’immobile con riferimento a gravami, pesi, diritti attivi o passivi, ecc.
c. descrizione ubicazione dell’immobile con particolare riferimento alla sua posizione rispetto all’area urbana, indicazione dei servizi, collegamenti e principali vie di comunicazione ed infrastrutture, mezzi di trasporto pubblico urbani ed extraurbani
d. conformità allo strumento urbanistico per la realizzazione ad uso ufficio pubblico ove già disponibile o, in mancanza, attuale destinazione d’uso dell’immobile e dichiarazione sostitutiva della proprietà con la quale si impegna a conseguire successivamente la certificazione
e. estremi del provvedimento di abitabilità/agibilità
f. rispondenza alle norme vigenti in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro
g. rispondenza dell’immobile alle normative in materia di abbattimento delle barriere architettoniche
h. conformità alla normativa sul risparmio energetico
i. attestato di prestazione energetica dell’immobile
j. descrizione dell’attuale stato di manutenzione dell’immobile, con indicazione dell’anno di costruzione e di ultima ristrutturazione
k. relazione tecnica dettagliata circa le caratteristiche dell’immobile: la struttura, la distribuzione dei locali, la dotazione impiantistica, con particolare riguardo alla descrizione delle caratteristiche degli impianti esistenti (climatizzazione, impianto elettrico, impianto di rilevazione dei fumi, impianto di spegnimento automatico, ecc.)
l. indicazione del numero di piani, della superficie lorda e utile dell’immobile, distinta per piani e per le diverse destinazioni d’uso (uffici, archivio, ecc.)
m. elaborati grafici, planimetrie, prospetti, sezioni, ecc. in numero e scala adeguata a fornire una descrizione completa e permettere una comprensione il più possibile esaustiva dell’immobile o della porzione di esso proposta
n. eventuale documentazione fotografica
o. ogni altra documentazione ritenuta utile dall’offerente per descrivere al meglio le caratteristiche essenziali dell’immobile proposto;
p. indicazione di eventuali oneri accessori alla locazione (spese condominiali) ed importo annuo presunto.
Le proposte dovranno, inoltre, contenere una dichiarazione di disponibilità̀ a realizzare, con ogni utile immediatezza, a proprie cura e spese e senza oneri per l’amministrazione, le opere che si dovessero rendere necessarie per adeguare i locali a specifiche esigenze legate all’esercizio dell’attività istituzionale richieste dall’amministrazione conduttrice.
Una volta valutate le offerte pervenute, relativamente alla proposta ritenuta più̀ conveniente per l’ISPETTORATO, il soggetto proponente sarà invitato a presentare tutta la documentazione prevista nonché́ i titoli giuridici legittimanti l’offerente alla stipula del contratto di locazione.
Si ribadisce che il presente avviso riveste il carattere di ricerca di mercato, quale mero invito a presentare offerte, e le proposte che perverranno non saranno impegnative per l’Ispettorato il quale si riserva l’insindacabile facoltà di avviare la trattativa finalizzata alla stipula del contratto di locazione (anche in ragione di una intervenuta disponibilità di immobili a da parte delle Pubbliche Amministrazioni e degli Enti
Pubblici); l’Ispettorato si riserva l’insindacabile facoltà di selezionare l’offerta che riterrà preferibile ovvero di recedere dalle trattative, qualsiasi sia lo stadio di avanzamento ovvero di non selezionare alcuna offerta, laddove:
– l’immobile offerto non sia ritenuto idoneo a soddisfare i bisogni connessi al buon funzionamento dell’Ispettorato;
– ragioni organizzative, preesistenti o sopravvenute, suggeriscano diversa soluzione logistica;
– l’offerta non rientri nella disponibilità finanziaria o non si pervenga ad un accordo con il locatore sul canone di locazione;
– il canone non sia ritenuto congruo dall’Agenzia del Demanio o comunque non segua da parte di questa il previsto nulla osta;
– l’Agenzia del Demanio abbia dichiarato disponibile all’uopo immobile appartenente all’Amministrazione dello Stato;
– nella eventualità che una Pubblica Amministrazione o Ente Pubblico abbia reso disponibile un immobile idoneo.
In ogni caso, questo Ispettorato si riserva di dar seguito eventualmente anche all’unica proposta pervenuta, se valutata idonea, congrua e conveniente alle proprie necessità.
Con la partecipazione al presente annuncio l’offerente prende espressamente atto che l’ISPETTORATO non ha alcun obbligo di comunicazione dell’esito dell’indagine, tuttavia l’offerente potrà richiedere informazioni sullo stato del procedimento.
Con la presentazione dell’offerta, il soggetto proponente dichiara di accettare tutte le condizioni del presente Avviso Pubblico.
Nessun diritto sorge per il semplice fatto della presentazione della manifestazione di interesse. L’offerente si impegna a tenere ferma la proposta per il termine di 6 mesi dalla scadenza del presente Avviso Pubblico. L’Ispettorato non corrisponderà rimborso alcuno, a qualsiasi titolo o ragione, per la documentazione presentata che sarà acquisita agli atti e non sarà restituita.
Si precisa che il canone di locazione, ai sensi dell’art. 2, c. 222 della legge 23 dicembre 2009, n.191, sarà determinato e congruito dall’Agenzia del Demanio nel rispetto delle disposizioni normative in vigore.

Al fine di accertare l’adeguatezza degli immobili alle esigenze di natura istituzionale, la proprietà deve garantire la disponibilità ad consentire di effettuare tutte le verifiche sui luoghi, sugli impianti e sulle strutture, anche finalizzate a proporre eventuali modifiche per lo scopo sopra rappresentato.
Nel caso in cui venisse accertata la non rispondenza dell’immobile a quanto attestato nell’offerta, ovvero nel caso di accertata irregolarità dal punto di vista urbanistico e/o normativo, si dovrà intendere revocato ogni eventuale accordo sopravvenuto e il soggetto proponente sarà obbligato a rimborsare tutte le spese eventualmente sostenute sino alla data di interruzione della trattativa.
Si avverte che la presente ricerca di mercato non è diretta a ricevere assistenza da parte di agenzie immobiliari o intermediari del settore immobiliare, comunque denominati, bensì̀ ad esplorare la situazione del mercato locativo d’immobili uso ufficio nel territorio comunale di MATERA, al fine di definire le caratteristiche principali dell’immobile da adibire a futura Sede territoriale di questo Ispettorato Territoriale del Lavoro.

TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR- informativa sul trattamento dei dati personali. I dati personali concorrente saranno trattati in conformità alla normativa vigente in materia di Trattamento dei dati personali, esclusivamente e limitatamente a quanto necessario per lo svolgimento della presente procedura. Con l’invio del singolo riscontro informativo, pertanto, l’autore esprime il proprio assenso al predetto trattamento. Il mancato rilascio dei dati personali comporta l’impossibilità per il Concorrente di accedere alla suddetta procedura.
Per ogni informazioni contattare il responsabile del procedimento:
Bruno Di Cuia tel. 0835 344424 mailto: [email protected]
Il presente avviso e relativi allegati sono pubblicati sul sito Internet dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, nella sezione “Amministrazione trasparente” – “Bandi di gara e contratti”, e mediante affissione in bacheca posta nei locali dell’attuale sede di Matera. Lo stesso viene altresì pubblicato mediante affissione all’Albo pretorio del Comune di Matera, per il tempo necessario alla consultazione e, comunque, almeno fino al termine di presentazione delle offerte locative in oggetto.

Allegato A-domanda-di-partecipazione

Allegato-B-dichiarazione-sostitutiva

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.