Gregorio Esposito non si ripresenta, nessun presidente per l’ASI Basilicata

29 Novembre, 2020 17:14 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Come prevede il regolamento dell’ASI Nazionale, ente di Promozione Sporitva riconosciuto dal CONI, l’assemblea elettiva del comitato regionale della Basilicata si sarebbe dovuta celebrare nel mese di novembre. Invece il presidente uscente Gregorio Esposito (già dirigente sportivo, già commissario stratordinario dell’ASI per la regione Basilicata; due volte presidente eletto del comitato territoriale e due volte consigliere eletto del CONI Basilicata) con un comunicato stampa ha fatto sapere che non si sarebbe ripresentato.

Di seguito la nota di Esposito: “Quando l’ASI nazionale mi chiese di occuparmi della Basilicata non sapevo a cosa sarei andato incontro ma sin dall’inizio ho fiutato in questa occasione l’opportunità di fare qualcosa di concreto per aiutare la mia regione. Da quel momento non mi sono mai fermato nonostante le difficoltà del nostro territorio.

Sin dall’inizio però mi ero ripromesso che avrei fatto solo due mandati perchè non ho mai creduto nell’ereditarietà delle poltrone. Lo Sport non ha bisogno di altri feudatari anzi necessita di rinnovarsi puntualmente per fuggire dalle stagnazioni e dagli immobilismi di potere. “Con lo Sport oltre lo Sport” è sempre stato questo il motto che mi ha accampagnato e sostentuto con determinazione sino ad oggi.

Infatti, in questi 10 anni di promozione sportiva, lunghi ed impegnativi, abbiamo lavorato affinchè l’ASI Basilicata diventasse uno degli EPS più rappresentativi a livello locale. La conferma di questo risultato straordinario arriva proprio dai numeri delle ASD (Associazioni Sportive Dilettantistiche) e degli atleti che hanno scelto di tesserarsi con noi. Questo ci ha consentito di affermarci anche nel consiglio nazionale e di contribuire a far crescere i numeri dell’ASI. Infatti, oggi più vantare al suo attivo più di 1 milione di tesserati, oltre 11 mila associazioni, circa 20 mila tecnici e 90 discipline praticate. Anche la formazione è stata una delle nostre priorità che, in questi anni, ci ha consentito di formare nuovi istruttori già operativi in diverse discipline sportive.

Sul territorio lucano abbiamo lanciato tante iniziative e realizzato numerosi progetti che, tra le province di Potenza e di Matera, hanno consentito di recuperare terreno e prestigio sul nostro indice di sportività. Ne ricordo solo alcuni come quello di “Attivissimo Me”, “Luoghi di Sport”, “Colline Oraziane”, ecc.

Ritornando però alla conclusione di questo secondo mandato da presidente regionale, che ahimè coincide con questo triste periodo di sospensione di tutte le attività sportive (legate alle misure di contenimento del COVID-19 messe in campo dal Governo), ho provveduto a pianificare una serie di interventi in favore delle ASD che si sono affiliate per il tramite del nostro comitato. Ciò consentirà loro di ripartire con maggiore serenità già con l’affiliazione del prossimo 2021. Questo era un impegno che mi ero assunto pubblicamente e che ho voluto onorare prima di congedarmi. Sono altresì fiducioso che l’ASI nazionale provvederà al più presto anche per ciò che attiene la nomina di un commissario straordinario.

Concludo ringraziando tutti coloro che in questi 10 anni di attività mi hanno aiutato a raggiungere questi risultati. Ringrazio anche i membri del direttivo e i presidenti provinciali che si sono succeduti nel tempo alla guida dei comitati di Matera e di Potenza. Ringrazio in modo particolare tutti i presidenti delle ASD che hanno confidato e sostenuto la nostra governance sportiva senza mai dubitare del nostro impegno e del nostro coraggio di puntare ad uno Sport di qualità”.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.