Coordinamento Donne Anpi Basilicata alla manifestazione antifascista a Roma: report e foto

17 Ottobre, 2021 12:09 |
Facebooktwitterlinkedinmail

il Coordinamento Donne Anpi Basilicata a Roma per esprimere solidarietà al mondo del lavoro e difendere la democrazia italiana. Di seguito la nota integrale.

Per esprimere la solidarietà al mondo del lavoro, difendere la democrazia, fermare la recrudescenza del fascismo e affermare i valori della Carta Costituzionale, presente a Roma in Piazza San Giovanni a Roma anche una delegazione lucana del Coordinamento Donne Anpi Basilicata.
L’elevato tasso di astensione dal voto e 12 milioni di italiani che vivono al di sotto o vicini alla soglia di povertà sono due questioni emergenziali da non sottovalutare. L’eccesso di precarietà, l’insicurezza sociale e i postumi della crisi economica connessi col COVID hanno reso più vulnerabili fasce sempre più ampie di cittadini che combattono quotidianamente contro i tagli alla sanità pubblica, la disoccupazione e l’assenza di investimenti sui servizi pubblici, sulla scuola, e nel Mezzogiorno, sul controllo del territorio e la sicurezza dei cittadini.
Spetta al Governo Draghi contrastare con politiche fiscali progressive, investimenti sul lavoro, contrasto alla povertà e attenzione alle aree periferiche, questo rischio affinchè si proceda allo scioglimento delle formazioni fasciste e contestualmente si trasmetta un messaggio di equità, integrazione, solidarietà ed uguaglianza così come prescrive la nostra Carta Costituzionale.
In Basilicata l’emergenza lavoro tiene in apprensione migliaia di operai e purtroppo non si riesce a frenare da tempo il flusso migratorio di chi è costretto a ricercare opportunità in altre regioni o all’estero. Si scontano ritardi su investimenti pubblici, servizi sociali, diritto allo studio e non è chiaro cosa accadrà al sistema sanitario con la proposta di riordino avanzata dalla Giunta Regionale.
L’antifascismo deve veder impegnati tutti a perseguire sia il contrasto ad ogni forma di violenza, discriminazione, razzismo, oppressione o negazione di diritti, ma allo stesso tempo serve progettare soluzioni di dignità, inclusione e tutele attuando e rendendo fruibile la Costituzione Italiana sul nostro territorio.
Lo striscione del Coordinamento Donne Anpi Basilicata ha voluto testimoniare la solidarietà lucana a tutto il mondo del lavoro oggetto della brutale aggressione fascista del 9 ottobre alla sede della CGIL. Bello ed emozionante l’incontro in Piazza San Giovanni col Presidente Nazionale ANPI Gianfranco Pagliarulo che ha espresso apprezzamento per l’impegno antifascista dell’ANPI Basilicata.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.