Abusivismo turistico a Matera, lettera aperta di Fiavet, Assoturismo, Confguide e GTI al Prefetto Argentieri

26 Agosto, 2020 17:33 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Riportiamo di seguito il testo della lettera aperta oggi inviata dalla sigle turistiche al Prefetto di Matera, Rinaldo Argentieri, sulla lotta all’abusivismo turistico. A sottoscriverla sono le sezioni regionali e locali di Fiavet, Assoturismo, Confguide e GTI.

Egregio Signor Prefetto,

dallo scorso 3 Giugno è consentito ai turisti di partecipare a visite guidate nella nostra città entro i limiti dei protocolli vigenti. Si è aperto, finalmente, un nuovo capitolo per il nostro territorio e per tutte le attività connesse al turismo, settore fondamentale per Matera.

E’ indispensabile che la Basilicata sia considerata regione sicura. Ma, al contempo, serve sostenere in modo deciso il rilancio dell’immagine della nostra terra con una adeguata campagna di promozione che vada ad incidere sul potenziamento dei flussi turistici di cui sentiamo tutti bisogno. E’ necessaria tutta la professionalità, l’autorevolezza e la tradizionale capacità di accoglienza degli operatori lucani per riconquistare la fiducia dei visitatori.

Occorrono quindi regole chiare e precise per far risaltare, oltre che la bellezza, anche la sicurezza della nostra regione. Non possiamo permetterci incertezze ed errori: una cattiva pubblicità, un passaparola negativo, potrebbero rallentare la ripresa dopo questa drammatica crisi.

Noi operatori del turismo, dopo aver subito enormi disagi economici e professionali, siamo nuovamente pronti a dare il meglio di noi stessi per Matera. A tal proposito, abbiamo il piacere di segnalare l’intensa attività di coordinamento, scambio di informazioni, condivisione di scelte che abbiamo messo in campo in questi mesi di pausa forzata.

Vogliamo risollevarci, siamo fiduciosi. Ci stiamo impegnando insieme per scongiurare perdite di posti di lavoro e ci faremo carico di ulteriori investimenti per accrescere ulteriormente la qualità e la sicurezza del sistema di accoglienza.

Alla luce di quanto sopra, egregio sig. Prefetto, dobbiamo registrare, con nostro forte disappunto, la ripresa e l’aumento esponenziale delle attività abusive nel nostro settore, da parte di individui e associazioni ben note, che operano senza alcuna autorizzazione.

Siamo molto preoccupati giacché tali individui non solo agiscono indisturbati senza il rispetto di alcun protocollo di sicurezza, vanificando ogni sforzo per tutelare la salute dei visitatori e della comunità locale, ma danneggiano fortemente chi opera nella legalità e compromettono l’immagine di Matera e di tutta la Basilicata.

Per questo la Fiavet Campania-Basilicata (Federazione Agenzie di Viaggi e Truismo), AssoTurismo Confesercenti Matera, ConfGuide Confcommercio Matera, GTI-Guide Turistiche Italiane Basilicata e Puglia, associazioni di categoria del settore turistico, chiedono alla S.V. l’adozione urgente di tutte le misure previste dalla legge per stroncare definitivamente il fenomeno dell’abusivismo turistico.

Invochiamo attenzione al problema e la necessaria collaborazione delle Forze dell’Ordine affinché il contrasto all’esercizio abusivo di attività turistiche, sia efficace e risolutivo.

Fiduciosi di un accoglimento delle nostre istanze, nell’attesa di un pronto riscontro porgiamo distinti saluti.

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 commento

  1. 1 mese  

    Tamase

    Dispiace. Purtroppo ci sono guide turistiche o personaggi (dipendenti statali assunti in pubbliche amministrazioni di Matera o collaboratori scolastici a tempo indeterminato che fanno più ferie dei docenti con i recuperi e quant’altro) che procurano turisti a guide non autorizzate. E a Matera nessuno controlla….