A Scuola di Open Coesione, Team healthworkers del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Potenza in collegamento con direttore e dirigente gestione tecnico-patrimoniale dell’azienda ospedaliera regionale San Carlo

6 Marzo, 2021 10:40 |
Facebooktwitterlinkedinmail

A un anno di distanza il Team healthworkers, composto dagli studenti della classe VB del Liceo Scientifico Galileo Galilei di Potenza, si è collegato con l’ingegnere Spera e con l’ingegnere Palermo, rispettivamente Direttore e Dirigente gestione tecnico patrimoniale dell’AOR (Azienda Ospedaliera Regionale) San Carlo di Potenza, per la continuazione del progetto PCTO ASOC promosso dal MIUR e dal Dipartimento delle Politiche di coesione con ASOC Experience 2020/21.
Lo scorso anno scolastico gli studenti, partendo dall’analisi degli open data, hanno visitato i padiglioni M2 e M3 dell’Ospedale San Carlo di Potenza, interessati da un progetto di adeguamento sismico e di ampliamento della piastra poliambulatoriale, progetto finanziato dall’UE per un ammontare di circa 4.000.000di euro. I giovani Workers, in quelle occasioni, hanno effettuato sopralluoghi, realizzato interviste e sviluppato infografiche,
Oggi, hanno chiesto all’ing. Spera a che punto fossero i lavori, che dovevano iniziare nel 2020 e terminare a giugno 2021. Purtroppo la risposta è stata prevedibile: la situazione di emergenza sanitaria provocata dall’epidemia COVID, non ha permesso nemmeno l’inizio dei lavori né sono stati utilizzati i fondi, se non per la progettazione. L’ing. Spera ha però ribadito l’impegno degli enti affinché il progetto veda la luce: l’adeguamento sismico dei padiglioni e l’ampliamento della piastra poliambulatoriale sarebbe una spinta in più per limitare il fenomeno della mobilità sanitaria passiva, che vede molti pazienti lucani spostarsi per avere cure specialistiche non effettuabili in loco, e per sviluppare al contrario una mobilità sanitaria attiva e fare del San Carlo, ancor di più, un punto di riferimento sanitario di eccellenza.
Grande la soddisfazione della referente e tutor del progetto, prof.ssa Maria Rosaria Sabina, e della dirigente scolastica del Liceo Galilei, prof.ssa Lucia Girolamo, per gli sviluppi del lavoro dei ragazzi. La dirigente Girolamo ha poi sottolineato, nel suo intervento conclusivo, l’importanza della collaborazione tra la scuola ed Enti come l’Ospedale, due realtà che in questo momento pandemico sono punto di riferimento per l’intera comunità civile, e l’importanza dell’uso di strumenti innovativi multimediali per lo svolgimento non solo delle attività didattiche, ma anche per la prosecuzione di progetti culturali e civili.
A presto per una pubblicazione dei dati su monithon.it

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.