“Poesia in azione” presenta a Matera “Il festival della parola – abitare poeticamente la città”: eventi dal 23 al 26 settembre 2021

21 Settembre, 2021 17:55 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Poesia in Azione, che fa capo all’associazione Leggo Quando Voglio, è l’incontro della parola poetica con le persone, abita luoghi nuovi che diventano ogni volta casa. Come in un viaggio, il bagaglio cambia pur sembrando lo stesso di quando siamo partiti. Le attività del Festival della Parola | Abitare poeticamente la città, proseguono inPuglia dove sono iniziate prima online a marzo 2021 e poi finalmente in presenza damaggio, e arrivano anche aMatera, per la coda dell’estate materana con il sostegno di Fondazione Puglia, del Comune di Matera, Regione Puglia -Assessorato cultura e sviluppo delle imprese culturali, Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio.
Gli incontri di questa parte del Festival della Parola a Matera (23 e 26 settembre) sanciscono anche la collaborazione con il Women’s Fiction Festival, come nello spirito di condivisione fra associazioni che vogliono far crescere una città nel segno del reciproco supporto.
In particolare, seguendo parola chiave,GIOIA, il 23 settembre alle 21. 30 nel Chiostro di San Domenico, Prefettura, la presentazione del libro Collezione di piccole felicità, divagazioni sulla gioia intorno al libro di poesie e fotografie di Silvana Kühtz e Andrea Semplici, appena uscito per Casalta ed. Firenze. I commenti sono dell’architetto prof Ina Macaione docente al DiCEM di Matera, che con gli autori e con Adele Caputo e Piero Pacione, ragionerà intorno alle domande Che cosa fa di un libro un libro di poesia? Che succede quando si declina la gioia con due linguaggi diversi che si intrecciano e divergono? In che modo una fotografia racconta? E cosa la poesia dipinge? Può un libro raccontare poeticamente una città? Un libro leggero e denso, fluido e pieno di elementi su cui tornare, ritornare, accarezzare. Per prenotare il posto usa il modulo al link: https://forms.gle/5QTMzqWWZNDDrfYn9

In Puglia poi si torna per lo spettacolo Pierino e il lupo in jazz il 25 sett alle 18 nella piazza di Mariotto (Bitonto-BA) per il racconto musicale. L’idea di questo spettacolo è di proporre una versione jazzistica per piccolo gruppo (un quintetto con Gaetano Partipilo e Nicola Pisani sax, Francesco Schepisi piano, contrabbasso di Giorgio Vendola e la batteria del rinomato batterista romano Ettore Fioravanti) e con la voce recitante di Silvana Kühtz. Ci si troverà anche testi poetici scritti per l’occasione e commentati al momento dai musicisti, e un multi-finale scritto dai bambini (della scuola Primaria Istituto Comprensivo Don Tonino Bello di Mariotto-Palombaio) anch’esso arricchito da improvvisazioni e alcune musiche composte appositamente dallo stesso Fioravanti. Il risultato è un mix di leggerezza, allegria e intensità, nel connubio tra la storia di un bambino che non ha paura e l’intreccio tra melodie epocali, testi lirici scritti da Silvana Kühtz e il loro incontro in tempo reale con l’improvvisazione. Lo scopo è divertire grandi e piccoli raccontando una favola con una cornice sonora inedita e stimolante, continuando con riflessioni sui valori della vita alla base del racconto e terminando con diverse soluzioni per il finale. Lo spettacolo gode del patrocinio UNICEF per il progetto Soundz for children.
Si vola poi alla domenica 26 settembre 2021, per una doppietta di appuntamenti di lettura per tutti, il gioco di lettura condivisa, Clessidra, finalmente in presenza e itinerante per le vie di Matera, con partenza alle 1030 ai cancelli del campus in via Lanera, che snoderà letture di tutti coloro che hanno intenzione di condividere brani sul tema del mese, GIOIA. Due, le semplici, ma tassative regole principali. Numero uno: si può intervenire esclusivamente come partecipanti e mai come semplici spettatori, (si può giocare per pochi secondi, purché si giochi!) ognuno dà il proprio colpo di remi per far stare a galla la barca condivisa. Numero due: sulla base del tema del mese, bisogna scegliere cosa proporre: si può leggere un brano di un grande autore, mostrare immagini o scene di film, far ascoltare suoni, brani musicali, canzoni, o proporre movimento di corpi ed esperienza dei sensi intorno al tema scelto per quel mese. Tutto, nel tempo di una clessidra, che è di massimo 4 minuti a testa. Per prenotare il posto è necessario farlo attraverso questo link: https://forms.gle/5g5uzHZLC6yvFDyH9
Nel pomeriggio, il gran finale nei giardini del Museo Ridola alle 18, dove si ritrova lo spettacolo Pierino e il lupo in jazz, e stavolta ilmulti-finale è scritto dai bambini della scuola Primaria “F. S. Nitti” dell’Istituto Comprensivo Pascoli, quartiere Serra venerdì.

Il Festival della Parola | Abitare poeticamente la città a Matera si avvale del patrocinio Università degli Studi della Basilicata, del Nature City Lab,del supporto del Comune di Matera, di Fondazione Puglia e collaborazione diRegione Puglia -Assessorato cultura e sviluppo delle imprese culturali, Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio.

www.poesiainazione.it per tutte le informazioni e i dettagli.
[email protected]

 

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.