“Il ruolo dell’Università in un cambiamento d’epoca” , convegno per progetto Go-Agrotech al Campus Unibas di Matera: report e foto

14 Gennaio, 2020 12:29 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Una giornata di riflessione interdisciplinare su un tema sicuramente attuale, il ruolo dell’Università in un cambiamento d’epoca. L’’iniziativa è stata presentata questa mattina nel Campus Unibas di Matera nell’ambito delle attività che riguardano il Progetto Go-Agrotech Misura 16.1 del PSR Basilicata.

Un’occasione per approfondire il tema “Umanesimo e tecnologie”, il loro nuovo ruolo e quello degli enti di ricerca, in particolare dell’Università, nel formare gli studenti su queste nuove prospettive e strumenti.

Paola D’Antonio, Presidente del Corso di Laurea in Paesaggio Ambiente e Verde Urbano e promotrice di questa giornata di approfondimento ha dichiarato: “E’ importante conoscere gli aspetti tecnologici ma conoscere anche le modalità di approccio all’utilizzo di queste tecnologie da parte dell’uomo “.

Al convegno hanno partecipato la Magnifica Rettrice dell’Università degli studi della Basilicata, Aurelia Sole, che ha introdotto i lavori, la pro-rettrice Paola D’Antonio, l’assessore comunale e docente Unibas, Giampaolo D’Andrea, il Professor Lluis Clavell, Docente di Filosofia dell’Essere e Rettore Emerito della Pontificia Università della S. Croce di Roma, Il Professor Francesco Laviola, Direttore dell’Ufficio per la Cooperazione Missionaria della diocesi di Matera, il Dottor Vincenzo Scalcione, Direttore del Centro Studi-Istituto Maritain e la Dottoressa Francesca Vera Romano dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”.

Francesco Laviola ha relazionato su “La conoscenza amorosa”, Luis Clavel sul contriubuto della filosofia alle diverse scienze, Paola D’Antonio sulle nuove tecnologie per vivere l’ambiente, Vincenzo Scalcione su Umanesimo e tecnologie per una pedagogia dell’inclusione e Francesca Vera Romano sul paesaggio culturale e nuovo Umanesimo per un’ecologia integrale.

La fotogallery del convegno (foto www.SassiLive.it)

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.