- SassiLive - https://www.sassilive.it -

Francesca Mazzoni da Ravenna vince #Storiedadivano di Nicoletti Home, Luca Bianchini protagonista a Matera al dinner reading con musica live di “Paola Natrella quartet”: report e foto

Facebooktwitterlinkedinmail

Francesca Mazzoni è la vincitrice dell’edizione 2021 di #Storiedadivan, l’iniziativa speciale di Nicoletti Home pensata per premiare la storia più divertente, emozionante e suggestiva, scritta in massimo 100 parole.Questa sera è stato Luca Bianchini a svelare chi si è aggiudicato il premio in palio (4 notti a Matera con una cena in un ristorante stellato) durante il dinner reading negli spazi aperti di “Brando a Casa”, in via Ridola a Matera. Una serata speciale allietata con la musica live con Paola Natrella quartet, composto dall’altamurana Paola Natrella alla voce, dal materano Lorenzo Nicoletti alla batteria, il montalbanese Nunzio Laviero al basso e Matteo Ruggero, pugliese di Spinazzola alla chitarra. Una formazione musicale di assoluto valore che è riuscita a coinvolgere in una performance canora anche Luca Bianchini, pronto a fare la sua bella figura nel karaoke di un grande successo di Battisti, “Con il nastro rosa”:

A colpire la giuria di #Storiedadivano edizione 2021, composta dalla conduttrice radiofonica di Radio Italia Marina Minetti e dagli scrittori Luca Bianchini e Simone Tempia, è stata la storia di Francesca Mazzoni che, in 100 parole, ha raccontato un ricordo legato ai suoi nonni. Un aneddoto che, nella sua semplicità, quello di portare “ogni giorno il caffè alla nonna sul vassoio buono, quello d’argento”, è sinonimo di grandi valori: la famiglia, la quotidianità, l’attenzione verso chi si ama. Valori narrati con positività e capaci di far sorridere, obiettivo principale dell’iniziativa.

Realizzata in collaborazione con Radio Italia, #Storiedadivanoè un’iniziativa speciale pensata da Nicoletti Home, storico brand di divani, perpremiare la storia migliore, reale o di fantasia, nata o tornata alla memoria sul proprio sofà, scritta in massimo 100 parole. Il premio in palio – un soggiorno di 4 notti a Matera, impreziosito da una cena gourmet in uno splendido ristorante incastonato in una grotta di tufo del Rione Sassi – nasce dalla volontà dell’azienda di promuovere il territorio di origine e far scoprire le bellezze della Murgia.

La “call for stories”#Storiedadivano, iniziata lo scorso 9 giugno e terminata il 18 luglio,ha raccolto oltre 2000 storie ed è stata aperta a tutti coloro che volevano raccontare un aneddoto o un pensiero capace di strappare un sorriso, una lacrima di gioia, una risata. Una storia che viene spontaneo raccontare su quello che nell’ultimo anno è stato davvero un grande amico, più che un complemento d’arredo: il divano, il testimone inconsapevole dei nostri pensieri positivi, divertenti, spensierati. In piedi, seduti o sdraiati.

Le storie si raccontano e si ascoltano. Per dare voce alle parole, Radio Italia è stata partner dell’iniziativa: non solo la storia più bella è stata letta in diretta oggi, ma alcuni dei racconti, scelti a caso tra quelli arrivati, sono stati condivisi con gli ascoltatori durante la conduzione di Marina Minetti, in onda dal lunedì al venerdì, dalle 16.00 alle 18.00.

“Dopo l’edizione zero, che ha visto premiato Alessio Caminiti, studente dello IED di Torino, raccontare la sua storia, dedicata alla bellezza della diversità, attraverso il rivestimento di un divano” – dichiara Giancarlo Nicoletti, Presidente Nicoletti Home – “Storie da Divano” è tornato anche nel 2021 e si è aperto al pubblico, continuando a mettere al centro le persone e la loro voglia di condividere messaggi positivi e di vita reale. La stessa voglia che abbiamo noi di promuovere la nostra terra, motivo che ci ha spinti a premiare il vincitore con uno viaggio alla scoperta delle meraviglie della Murgia”.

La storia vincitrice di #Storiedadivano

“Ti chiedi cosa siano quei granelli sul muro? Zucchero, è zucchero.
Mio nonno, nonostante fosse un pasticcione,
ogni giorno portava il caffè alla nonna sul vassoio “buono”, quello d’argento.
Lei lo aspettava seduta sul divano con un’espressione da bambina,
come la margherita aspetta la primavera, il campo la pioggia, l’orecchio il canto.
Una volta il nonno è scivolato.
Eroico, non ha mollato il vassoio, ma il caffè e lo zucchero sono volati dappertutto.
La nonna non smetteva di ridere.
Ecco, quello zucchero è la traccia della sua risata.
Certi amori lasciano impronte indelebili di dolcezza”.

La fotogallery del dinner reading per #Storiedadivano (foto www.SassiLive.it)

 

Facebooktwitterlinkedinmail