Biennale fischietto in terracotta 2012: scopri i vincitori

19 Settembre, 2012 06:22 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

La giuria tecnica selezionata per la biennale internazionale del fischietto in terracotta ha definito il podio per  la terza edizione, inaugurata domenica 16 settembre a Matera nella chiesa rupestre S. Maria de Armeniis, nei Sassi di Matera. Il primo premio, del valore di 750 euro è stato assegnato alla materana Maria Teresa Giacoia, il secondo di 500 euro alla materana Maria Bruna Festa e il terzo di 250 euro al teatino Cesare Grosso Rapino. Per quanto riguarda le menzioni speciali il  miglior fischietto ad acqua secondo la giuria è quello realizzato da Cesare Grosso, il miglior fischietto straniero alla russa Irina Lapenko, il miglior fischietto “tradizione” a Udelmo Fecchio di Ariano del Polesine di Rovigo, artista di 101 anni e il miglior fischietto per l’innovazione a Roberto Pileggi di Lamezia terme.
Al concorso hanno partecipato 34 artisti provenienti da tutto il mondo: inglesi, russi, americani, danesi, ungheresi e persino dal New Mexico. 118 i pezzi in mostra tra cui numerosi lavori giunti da ogni parte d’Italia. Le opere si potranno ammirare  fino al 30 settembre nella chiesa rupestre S. Maria de Armeniis.

La giuria tecnica era composta dall’artigiano Massimo Casiello, dalla giornalista Antonella Ciervo, dal presidente di Cna Basilicata Giovanni Coretti, dal grafico Enzo Epifania, dal collezionista e architetto Beppe Lobosco e dalla collezionista Nella Vettorello. 

E dopo aver affidato alla giuria tecnica il compito di decretare i vincitori ufficiali della biennale del fischietto in terracotta edizione 2012 adesso  saranno tutti i visitatori a diventare giudici. E’ previsto anche un premio della giuria popolare che verrà assegnato a conclusione della mostra dopo aver effettuato lo spoglio delle schede raccolte e sulle quali ogni visitatore avrà espresso la propria preferenza.

L’organizzatore Piero Colapietro, presidente dell’associazione culturale  Genius Loci di Matera nonchè direttore artistico della mostra, esprime viva soddisfazione per il consenso registrato tra gli artisti che hann partecipato al concorso. Ancora una volta Matera torna alla ribalta nazionale ed internazionale e amplia la sua offerta di eventi culturali che la vedono protagonista anche per sostenere la candidatura a capitale europea della cultura nel 2019.

Doo la grande affluenza di pubblico registrata all’inaugurazione Colapietro  lancia una nuova sfida per la prossima edizione prevista nel 2014: “l’obiettivo è quello inaugurare il museo della cartapesta e del fischietto in terracotta esponendo circa 800 opere a disposizione, acquistate e donate all’associazione Genius Loci da artisti ed artigiani di tutta italia e dal mondo”.

Michele Capolupo

La fotogallery delle opere dei tre vincitori del concorso (da sinistra verso destra i primi tre classificati).

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.