Al via l’evento “Vivi la magia del Natale nella città di Matera”: presepe vivente nei Sassi di Matera e mostra “Presepi d’Italia: l’arte presepiale leccese” e presepe di sabbia (Jesolo Sand Nativity)”: report e foto

6 Dicembre, 2019 11:56 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Partirà alle ore 16 di questo pomeriggio l’evento “Vivi la magia del Natale nella città di Matera” che comprende la decima edizione del Presepe Vivente nei Sassi di Matera “Tutto in quell’istante” e la terza edizione della mostra “Presepi d’Italia: l’arte presepiale leccese” e il presepe di sabbia (Jesolo Sand Nativity). Le iniziative sono state illustrate questa mattina nella chiesa del Cristo flagellato dell’ex ospedale San Rocco in una conferenza stampa che ha coinvolto Luca Prisco, presidente dell’associazione Matera Convention Bureau, il sindaco di Jesolo, Valerio Zoggia, l’assessore al Turismo, Mariangela Liantonio, il regista Giampiero Francese per la compagnia teatrale Opera e il responsabile dell’ex ospedale San Rocco, Biagio Lafratta. In sala tra gli altri il responsabile della comunicazione della diocesi di  Matera-Irsina Mimmo Infante e il presidente della Fondazione Sassi, Vincenzo Santochirico.
“La nascita di Gesù come spartiacque tra il vecchio e il nuovo. Tra il Dio degli eserciti e il Dio dell’Amore, l’attimo in cui la storia cambia. Il mondo sarebbe cambiato da quel momento in poi. Come è cambiata la vita di Maria, Giuseppe, di Elisabetta e di Erode. Tutto cambiò, bastò un sì!”. Così prende il via la decima edizione del Presepe Vivente nei Sassi di Matera.
Alla luce del grande successo e apprezzamento ricevuto dal pubblico nelle ultime tre edizioni la decima edizione non sarà il Presepe Vivente stereotipato e statico, ma un allestimento teatrale di volta in volta differente con attori che interagiscono su un palco naturale che si estende dal centro storico di Matera al Sasso Barisano.
Le scene riprodotte sono sei: L’Annunciazione, il Mercato e gli Antichi mestieri, la Visitazione, il Sinedrio, la Corte di Erode, la Natività.
Le location interessate sono la corte e la chiesa del Cristo flagellato nell’ex ospedale San Rocco per l’Annunciazione, la Fondazione Sassi per Mercato e Antichi mestieri, la chiesa di San Pietro Barisano per il Sinedrio, la Corte di Sant’Agostino per la Corte di Erode e gli ipogei di Sant’Agostino per la Natavità.

Gli attori della compagnia Opera impegnati nella rappresentazione teatrale delle scene per il presepe vivente sono Erminio Truncellito (Giuseppe), Margherita Maffettone (Maria), Angela Nicoletti (Elisabetta), Lucia Bianchi (Maria nella scena della Visitazione), Rossella Petruzziello (Ballerina),Andrea Giannatiempo (Ballerino), Carlo Cristofaro (Angelo), Davide Lorusso (Re Magio), Emanuele Asprella (Sommo Sacerdote), Giuseppe Ranoia (popolano), Erika Francione (Maria dell’Annunciazione).

Sono utilizzati a grandi linee i frames cinematografici più rappresentativi della vita di Gesù, girati sempre tra gli antichi rioni Sassi di Matera: “Il Vangelo secondo Matteo” di Pier Paolo Pasolini del 1964, The Passion di Mel Gibson del 2004, Nativity di Catherine Hardwicke del 2006.

Le scene naturali, presentate con la formula di rappresentazione sacra teatrale, forniscono una sensazionale e coinvolgente partecipazione del pubblico. I brevi percorsi che separano i “frame della nascita di Gesù”, spingono i visitatori ad assimilare le scene, fornendo spunti di riflessione, introspezione e preghiera.
Sostanzialmente le scene rievocano tutti gli aspetti della vita quotidiana della Giudea di 2000 anni fa. Il format che ha già riscosso un grande successo nelle precedenti edizioni deve lasciare traccia e fornire insegnamento. Ecco perché al pubblico viene offerto un presepe quasi interattivo, con la presenza di accompagnatori che introducono le varie scene e gli episodi rappresentati mentre gli attori permettono al visitatore una migliore comprensione della scena: la riflessione e l’attualizzazione proposte, favoriscono la meditazione del “Mistero dell’incarnazione”.

L’inaugurazione della mostra e del percorso presepiale si terrà alle ore 17 di sabato 7 dicembre 2019. Le altre date programmate per il Presepe Vivente nei Sassi di Matera sono il 7, 8, 14, 15, 21, 22, 27, 28 e 29 dicembre 2019. Per l’occasione Poste Italiane ha realizzato l’annullo filatelico e rilascerà il Francobollo del Presepe di Matera.

A fine percorso, nei giardini pensili di Sant’Agostino, nei Sassi di Matera, l’artista veneto Giovanni Casellato presenta la sua opera dedicata alla Sacra Famiglia.

La terza edizione della mostra nazionale dei presepi d’Italia allestita nell’ex ospedale San Rocco quest’anno è dedicata alle opere in cartapesta realizzate a Matera e Lecce, due città in cui l’uso di questo materiale è rappresentativo dell’artigianato locale, pur nelle loro sostanziali differenze esecutive: grazie a questa mostra sarà possibile un confronto sull’utilizzo di questo umile materiale che grazie alla maestria degli artigiani si trasforma in vere e proprie opere d’arte. Matera trova la sua espressione più significativa nel Carro trionfale che chiude i festeggiamenti in onore della Madonna della Bruna, patrona della città dei Sassi, Lecce nelle numerose botteghe artigiane e nelle statue delle maggiori chiese cittadine. Per l’edizione 2019 della mostra dedicata al’arte presepiale gli organizzatori hanno scelto di affiancare Lecce a Matera perché la città salentina è stata una delle città in corsa nella short list per il titolo di capitale europea della cultura.
Nell’ambito della mostra nazionale dei presepi d’Italia è possibile ammirare anche il presepe di sabbia (Jesolo Sand Nativity). Un materiale semplice, povero come la sabbia, unito in modo semplice all’acqua si trasforma grazie al tocco di mani esperte in arte. Nasce così da vent’anni Jesolo Sand Nativity, un evento unico nel suo genere che attraverso la sabbia originaria delle Dolomiti dà forma al racconto della natività. Quella di creare il racconto della nascita di Cristo attraverso la sabbia è una idea tutta jesolana, che ha saputo unire la peculiarità di un territorio a vocazione turistica e la sua materia prima, la sabbia. Un’intuizione che negli anni ha colto l’apprezzamento di oltre un milione di persone e che attraverso il legame con la solidarietà, ha permesso di sostenere con oltre 700 mila euro progetti benefici in oltre 40 paesi nel mondo.

La sabbia di Jesolo e i Sassi di Matera sono due elementi semplici che si incontrano e si uniscono in maniera naturale, esprimendo ingegno, creatività e cultura italiana. Per la prima volta nella città di Matera si può ammirare il Grande presepe di sabbia con la presenza di quattro statue ad altezza naturale. L’evento è stata l’occasione per sancire un gemellaggio tra i Comuni di Matera e Jesolo, rappresentati in questa occasione dall’assessore comunale al turismo Mariangela Liantonio e dal sindaco Valerio Zoggia.

“E’ seconda volta che il presepe di sabbia Jesolo Sand Nativity si sposta dalla nostra città – ha ricordato il sindaco Zoggia – la prima volta lo abbiamo trasferito a Roma per farlo ammirare a Papa Francesco e quest’anno abbiamo pensato di rendere omaggio alla capitale europea della cultura per il 2019 con l’installazione dell’opera a Matera”.

La mostra dedicata all’arte presepiale leccese a confronto con la cartapesta di Matera e il presepe di sabbia a cura del Comune di Jesolo-Jesolo Sand Nativity si potranno visitare nell’ex ospedale San Roco dal 7 dicembre 2019 a al 6 gennaio 2020 dalle 10 alle 21. Sarà chiuso solo il giorno di Natale, mercoledì 25 dicembre e a Capodanno, mercoledì 1 gennaio 2020.

Il biglietto di ingresso per il Presepe Vivente nei Sassi di Matera è di 10 euro, il biglietto di ingresso per la mostra “Presepi d’Italia: l’arte presepiale leccese” e presepe di sabbia (Jesolo Sand Nativity) è di 5 euro. Chi vuole effettuare il percorso presepiale e visitare la mostra “Presepi d’Italia: l’arte presepiale leccese” e il presepe di sabbia (Jesolo Sand Nativity) dovrà acquistare il biglietto al costo di 13 euro.
Luca Prisco, presidente del comitato organizzatore ringrazia per la preziosa collaborazione gli sponsor Sacel, Futura 3000, BCC Basilicata e Spazio Relax, le Poste Italiane per l’annullo filatelico e le associazioni di volontariato, in particolare l’ANPS, la Croce Rossa Italiana. Un particolare ringraziamento va al Comune di Matera e a tutte le forze dell’ordine per la collaborazione e il coordinamento dei servizi di sicurezza.

Per informazioni www.presepematera.it

Michele Capolupo

La fotogallery dedicata alle scene del Presepe vivente nei Sassi di Matera (seguirà la fotogallery completa)

La fotogallery della conferenza stampa di presentazione dell’evento “Vivi la magia del Natale nella città di Matera” (foto www.SassiLive.it)

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.