- SassiLive - https://www.sassilive.it -

Regione Basilicata punta a investire sull’aeroporto di Salerno. De Filippo contestato da sindaco di Policoro, Pedicini (Fratelli d’Italia), Confapi Matera, Stella (Presidente Provincia di Matera), Casapound Italia e Matera Si Muove

Facebooktwitterlinkedinmail

Il sindaco di Policoro Rocco Leone contesta l’ipotesi che vedrebbe la Regione Basilicata pronta ad investire sull’aeroporto di Pontecagnano: “Occorre investire sull’aeroporto dello Jonio per far decollare l’economia”. Di seguito la nota integrale.
“Il Presidente De Filippo volta le spalle al materano e guarda alla vicina Campania, mortificando di fatto il territorio più produttivo e dinamico della Basilicata”. Il Sindaco della Città di Policoro, Rocco Leone, interviene a seguito delle polemiche innescate dalle dichiarazioni del Presidente lucano, Vito De Filippo, di voler investire nell’aeroporto salernitano “Costa d’Amalfi” di Pontecagnano: scelta che, di fatto, favorirebbe solo l’utenza potentina, a svantaggio del flusso turistico dell’intero arco ionico e dell’area produttiva del metapontino, già fortemente penalizzati a seguito della soppressione dei treni di lunga percorrenza. “Ha ragione il Sindaco di Pisticci – dichiara Leone – che parla di scelta senza senso e fuori dalla realtà, dopo che la stessa Regione Basilicata, per l’ampliamento della Pista Mattei, ha stanziato ben 8 mln di euro ed altri fondi per la bonifica dell’area”. “Bisogna pensare alla Pista Mattei – prosegue il primo cittadino – come all’aeroporto dello “Jonio”, che abbracci anche le esigenze dei comuni dell’alto ionio cosentino, penalizzati anche loro da istituzioni regionali che guardano altrove, piuttosto che ad un’intera costa che fa registrare il tutto esaurito in estate, in termini di presenze di flussi turistici, e che propone, nel settore dell’agroalimentare, prodotti di qualità da esportare in tutt’Europa”. “Proprio nei giorni scorsi – continua Leone – ho ricevuto una delegazione di cittadini calabresi, rappresentanti del Comitato “Codiss Tre Sibaritide”, del “Comitato No Triv Mediterraneo” e produttori, che avevano espressamente chiesto di parlare con la nostra Amministrazione per proporre la realizzazione di un aeroporto “Siritide-Sibaritide” che possa sorgere a cavallo delle due realtà ioniche”. “E’ stato un incontro proficuo – conclude Leone – utile a conoscere meglio due territori confinanti che hanno bisogno di dialogare tra loro: due aree che, insieme, possono proporre e realizzare un progetto comune per uscire da un assurdo e quanto inconcepibile isolamento”.

 

Adriano Pedicini, candidato alla camera dei deputati con Fratelli d’Italia icontesta l’ipotesi che vedrebbe la Regione Basilicata pronta ad investire sull’aeroporto di Pontecagnano.

Ho letto con piacere il dibattito che si é sviluppato intorno all’uscita quantomeno discutibile del Presidente della Regione Vito De Filippo. Affermare che la regione Basilicata ha intenzione di investire nell’aeroporto di Salerno è una di quelle uscite volte a pensare a sè stessi,tipiche della campagna elettorale. Forse De Filippo si dimentica che la Basilicata è anche Matera e che la nostra Provincia non solo esiste, ma ha anche deciso di svegliarsi. Il decreto del governo Monti non è passato, la nostra Provincia esiste ed è indipendente, non siamo in Puglia nè siamo schiavi di Potenza.
A mio parere, costruirsi l’aeroporto sotto casa, che poi resterebbe poco utilizzato e poco conosciuto, non è un grande traguardo cui ambire, soprattutto se teniamo in considerazione le grandi incompiute del nostro recente passato; riferimenti alla ferrovia non sono casuali. Nell’ultimo periodo, a livello nazionale si è sviluppato un discorso ampio relativo agli aeroporti, ai tagli che probabilmente verranno apportati ai piccoli aeroporti che non si sa se continueranno a vivere o chissà di che morte moriranno. Pertanto la pista Mattei è uno di quei progetti di cui non riesco a trovare un rapporto positivo tra costi e benefici. Piuttosto credo che si potrebbe investire nell’aeroporto di Salerno, per quanto riguarda la provincia di Potenza, andando a potenziare i collegamenti tra le due città. Allo stesso modo, però, la provincia di Matera dovrebbe investire nell’aeroporto di Bari, a noi vicino e molto funzionale. Allo stesso modo dovremmo potenziare i collegamenti tra Matera e Bari, proprio per permettere una buona fruizione dei servizi aeroportuali per i cittadini materani e per i turisti. Pensare a un punto dedicato, a una biglietteria dedicata all’aeroporto nella nostra città è sicuramente interessante.


 

Investire nell’aeroporto di Pontecagnano? Per Confapi scelta contraddittoria e dannosa per la regione

Confapi Matera non condivide l’ipotesi paventata che la Regione investa per la crescita dell’aeroporto di Pontecagnano, in provincia di Salerno, entrando nella società di gestione attraverso l’acquisto di quote societarie, dove sono disponibili 2 milioni di euro riservati ai terzi.

Condividendo le perplessità del sindaco di Pisticci, Confapi ritiene che, dopo la giusta decisione presa dalla Regione di stanziare 8 milioni di euro per il prolungamento della Pista Mattei, cui si aggiungeranno cospicue risorse per la caratterizzazione e l’eventuale bonifica, non è opportuno diventare soci di un aeroporto concorrente. Promuoviamo la Basilicata o la Campania? Si tratterebbe di una scelta contraddittoria e dannosa per la regione.

Il governo regionale si è più volte pronunciato sull’utilità di potenziare lo scalo di Pisticci; non può quindi fargli concorrenza rafforzando il “Costa d’Amalfi” e dirottando i flussi di viaggiatori in Campania. Altre operazioni a perdere come quella sui derivati i cittadini e le imprese lucane non le vogliono.

Inoltre, se la scelta politica è quella di incentivare gli scali extraregionali, sono senz’altro soluzioni migliori quella di Bari-Palese oppure del costruendo aeroporto della Sibaritide o l’inutilizzato scalo di Grottaglie.

         A questo punto ci si chiede se sia lecito investire nell’aeroporto di Pontecagnano, dopo aver speso molti soldi per la Pista Mattei e, soprattutto, considerato che la Basilicata soffre di una grave carenza infrastrutturale per quanto riguarda le strade e le ferrovie. Miglioriamo il sistema lucano dei trasporti e della mobilità, invece di sprecare le poche risorse che abbiamo.

 

Aeroporto di Salerno, le preoccupazioni della Provincia di Matera –  Ancora una volta la volontà di ampliare gli orizzonti finisce per affossare questo territorio. Il presidente della Provincia di Matera Franco Stella e l’assessore alle Reti e Infrastrutture strategiche Angelo Garbellano, solidali con il sindaco di Pisticci Di Trani, esternano le proprie ansie al presidente De Filippo rispetto alla intenzione della Regione di investire nell’aeroporto salernitano.
“Leggiamo con preoccupazione, tra l’altro compiutamente espressa dal sindaco di Pisticci Vito Di Trani, la volontà della Regione di investire nell’aeroporto “Costa d’Amalfi” di Pontecagnano. Una prospettiva che definisce una intenzione che, per quanto “attenta e rigorosa”, esiste e dunque è reale. Ma, a questo punto, – si legge nella nota – ci chiediamo come un proposito del genere si possa conciliare con la struttura di Pisticci per la quale la stessa Regione Basilicata ha già stanziato 8 milioni di euro. Un investimento importante che si potrà realizzare solo a completamento della caratterizzazione ambientale dell’area; problema sul quale proprio questa Provincia era intervenuta, sollecitando la Regione a vincolare urgentemente i fondi disponibili pena la revoca degli stessi, ricevendo poi ampie rassicurazioni dall’assessorato regionale preposto.”
“Dunque Pista Mattei volano dello sviluppo regionale, come ampiamente sottolineato dai vertici regionali, che oggi sembra perdere ogni fondamento alla luce di un nuovo progetto politico. Perché quello che si evince, alla vigilia di un appuntamento elettorale così importante, è una frattura tra quanto sostenuto fino a oggi e i nuovi propositi.
Un territorio come il nostro, – sottolineano Stella e Garbellano- al di là di disegni o ambizioni pur comprensibili, merita onestà e coerenza, soprattutto in un frangente a dir poco difficile come quello attuale. Questo è il momento di perseguire gli obiettivi che ci siamo dati, traguardi riferiti esclusivamente alla priorità regionale: lo sviluppo compiuto dell’intera regione che deve guardare alle due province come a due realtà che interagiscono per realizzare la propria crescita e svincolarsi da arretratezze non più accettabili.”
“Consapevoli che il senso di responsabilità proprio delle istituzioni sia la lanterna di Diogene che contrassegna il percorso delle stesse, – concludono il presidente Stella e l’assessore Grabellano –  si auspica che quanto manifestato dal sindaco Di Trani, condiviso interamente da questa Amministrazione, non si realizzi, pena l’ennesimo ingiustificato colpo a una già lacerata Basilicata.”

 


Massimiliano Amenta, rappresentante del Comitato Matera Si Muove, contesta la scelta della Regione Basilicata di investire sull’aeroporto di Salerno. Di seguito la nota integrale.

“La Basilicata pronta ad investire sull’aeroporto di Salerno”.
Rieccoci! Potenza Capoluogo e la sua avidità ritorna a farsi sentire e lo fa direttamente dalla voce del caro Presidente De Filippo, impegnato nel “tour” elettorale assieme al suo amico Enrico Letta.
Anche in piena campagna elettorale non usa mezzi termini il Presidente della Regione per ribadire ancora una volta il disinteresse verso il territorio materano, ed in modo particolare della nostra Provincia, ormai tagliata fuori da ogni intervento e programmazione Regionale.
Da notare poi, la sagacia politica e amministrativa del nostro caro Presidente di intravedere nell’aeroporto di Salerno la definitiva consacrazione della Regione Basilicata, ultimo tassello verso un sicuro sviluppo..
Vorremmo ricordare al Presidente De Filippo che la pista di Pontecagnano non è presente tra gli aeroporti strategici previsti dal piano Nazionale degli aeroporti stilati dal rapporto dell’ ENAC, (invitiamo De Filippo a leggere il rapporto) che vede invece lo scalo di Bari- Palese tra gli aereoporti di maggior flusso di viaggiatori e inserito tra quelli strategici.
Non possiamo dimenticare la pista Mattei, che consentirebbe al metapontino e al territorio Materano di beneficiare del flusso turistico che porterebbe con se la realizzazione definitiva di quella tratta.
Stiamo parlando,dunque, dell’ennesimo investimento sbagliato di Potenza- Regione- Capoluogo ma soprattutto dell’incapacità dei nostri amministratori Regionali di individuare nell’aeroporto di Bari ( a poco piu di 50 Km dalla nostra città) un serio e credibile sviluppo per il territorio e per la Città di Matera che si vedrà tagliata fuori a causa dalla decisione della Regione di investire nell’aeroporto di Salerno,di gran lunga inferiore allo scalo Barese!
Matera SI muove vigilerà sui provvedimenti che verranno presi in merito a tale vicenda e farà di tutto affinché il territorio Materano non venga tagliato fuori da un sistema regionale politicamente fallito!

Massimiliano Amenta, Comitato Matera Si Muove.

 

Aeroporto Salerno, Casapound Italia contesta De Filippo: “Matera sempre più abbandonata”.  “Se serviva ancora una prova del disinteresse della giunta regionale nei confronti della provincia di Matera eccoci serviti”. Così CasaPound Italia della Basilicata commenta le parole del presidente della regione Vito De Filippo, che ha dichiarato di essere interessato a investire sull´aeroporto di Salerno.“Tralasciando il progetto della pista Mattei, di cui si potrebbe parlare per ore in un periodo in cui si cerca di razionalizzare gli aeroporti presenti sul territorio nazionale e che rischia di diventare una nuova “Matera-Ferrandina” – prosegue il movimento – vogliamo invitare il presidente De Filippo a fare un giro per le strade della Basilicata per valutare di persona le condizioni della Basentana, che da anni è caratterizzata da deviazioni e tratti chiusi, la situazione del Viadotto Calciano 2, i lavori sul collegamento Matera-Foggia, la linea abbandonata Matera-Ferrandina. Lungi da noi voler addossare la responsabilità di queste situazioni al presidente della regione, ma di certo non possono passare inosservati il silenzio, il disinteresse e l´abbandono in cui sono state lasciate le associazioni e le istituzioni della provincia di Matera di fronte a una battaglia per la crescita del nostro territorio”.

“Sono passati pochi mesi – ricorda Cpi – dal dibattito sulla soppressione della provincia di Matera voluta dal governo dei tecnici e che ha visto gran parte dei politici lucani riconoscere il ruolo cruciale della città dei Sassi all´interno della regione. Eppure – conclude il movimento – oggi come ieri le scelte vanno tutte nella direzione opposta, condannando Matera a un ruolo sempre più marginale nello scenario regionale e nazionale”.

CasaPound Basilicata

La Regione Basilicata interessata all’aeroporto di Salerno. E’ quanto ha dichiarato Vito De Filippo, presidente della Regione Basilicata a Pontecagnano in occasione della visita allo scalo aeroportuale di Enrico Letta, impegnato in un tour elettorale nel salernitano. Dichiarazioni destinate a far discutere visto che a breve  sarà pubblicato il bando per dare il via all’aumento di capitale del consorzio aeroportuale, che passerà dagli attuali 4,8 a 10 milioni di euro di cui tre riservati ai vecchi soci e due a terzi, con l’obiettivo di favore l’ingresso di nuovisoci istituzionali. E tra questi c’è anche  la Regione Basilicata. A confermarlo è Vito De Filippo: “Siamo interessati – dice De Filippo – ma attenti e rigorosi. Questo aeroporto può essere utile se supera una dimensione regionale: la Basilicata, o almeno la provincia di Potenza, può considerare quello di Salerno come un suo aeroporto regionale». E se dal presidente lucano arriva un’amara considerazione sulla «storia gestionale non totalmente positiva» del Costa d’Amalfi certo il segnale di attenzione è forte. E del crescente ruolo dell’aeroporto ha dovuto prendere consapevolezza anche il Pd salernitano.

A questo punto è lecito chiedersi che destinazione potrà avere la Pista Mattei non appena saranno completati i lavori per il prolungamento della pista. Ricordiamo in proposito che in questi giorni sono in arrivo i fondi per la caratterizzazione dell’area e per procedere eventualmente alla bonifica.  Inoltre a Policoro è stato presentato in una conferenza stampa un progetto per realizzare un’aeroporto nella piana di Sibari.

Facebooktwitterlinkedinmail