Omicidio Cristian Tarantino a Rotondella, celebrati i funerali nella Chiesa Madre

25 Gennaio, 2021 20:32 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Sono stati celebrati questa mattina da don Giovanni Messuti nella Chiesa Madre di Rotondella i funerali di Cristian Tarantino, l’ingegnere ucciso con diverse coltellate nella mattinata di sabato 23 gennaio al rione Cervaro di Rotondella, presso un punto panoramico del paese in provincia di Matera. Un evento che ha scosso tutta la comunità rotondellese, che si unita nel dolore ai familiari di Tarantino partecipando al lutto cittadino proclamato per la giornata odierna dal sindaco Gianluca Palazzo. Durante l’omelia Don Giovanni Messuti ha ricordato “il grande cuore” di Cristian Tarantino, rotondellese di 45 anni, che lascia la moglie e due figli piccoli. Le esequie si sono svolte nel rispetto delle norme anti-Covid, e quindi moltissime persone sono dovute restare fuori dalla chiesa. Al termine del rito funebre un grande applauso ha accompagnato l’uscita del feretro dalla chiesa mentre presso il Municipio gli amici di Cristian hanno fatto intonare “Grazie Roma”, la canzone di Antonello Venditti diventata l’inno della squadra di calcio della capitale, di cui era tifoso l’ingegnere rotondellese. Domenica mattina all’ospedale di Policoro il dottor Francesco Introna, medico legale del Policlinico di Bari, aveva eseguito l’autopsia sul corpo di Tarantino.

Secondo quanto ricostruito al momento dagli inquirenti l’uomo sarebbe stato ucciso da numerose coltellate al termine di una lite furibonda con un suo compagno d’infanzia, Antonio Favale, operatore ecologico di 44 anni, che da qualche giorno non andava a lavorare. Favale è ricoverato da sabato scorso all’ospedale di Policoro ed è in coma farmacologico. Il bollettino medico prevede il risveglio tra domani e dopodomani.  Favale vive con sua madre, una persona anziana con problemi di salute e suo fratello. In paese si era anche diffusa anche l’ipotesi che Tarantino e Favale potrebbero essere stati accoltellati da un’altra persona dopo il ritrovamento di un solo coltello vicino al corpo della vittima ma questa ipotesi per il momento non è stata confermata dagli inquirenti, che hanno ascoltando abitanti presenti in zona e hanno visionato le immagini registrate dalle telecamere di sicurezza di un locale. Le indagini dei Carabinieri sono coordinate dal Pubblico ministero Annunziata Cazzetta. Introna dovrà presentare la relazione sull’autopsia eseguita sul corpo di Tarantino entro 60 giorni.

Michele Capolupo

Nella fotogallery l’ingegnere Cristian Tarantino, l’operatore ecologico Antonio Favale, l’intervento dell’elicottero e la zona del rione Cervaro in cui è avvenuto l’omicidio (foto www.SassiLive.it)

 

 

 

 

 

 

 

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.