- SassiLive - https://www.sassilive.it -

Extracomunitari del Cara protestano davanti ai Carabinieri e alla Questura di Matera

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Dopo la protesta inscenata nella serata di mercoledì presso il centro di accoglienza ubicato nell’area industriale del borgo La Martella a seguito dell’incidente in cui è rimasto gravemente ferito un loro compagno trasferito poi d’urgenza al Policlinico di Bari in prognosi riservata, protesta sedata nel giro di un paio d’ore dalle forze dell’ordine, gli immigrati si sono trasferiti quest’oggi intorno all’ora di pranzo verso il centro della città per avviare una nuova manifestazione sotto forma di sit-in davanti Comando provinciale dei Carabinieri. Dopo una sosta di circa un’ora il corteo è proseguito verso via Gattini, per sensibilizzare anche gli agenti della Polizia di Stato di Matera con un’altra manifestazione davanti alla Questura. L’incidente di mercoledì sera, peraltro probabilmente provocato dall’immigrato che viaggiava contromano su una bici e quindi poco visibile mentre il conducente della Fiat Multipla si immetteva sulla strada principale da un accesso poderale, è stata la scintilla che ha determinato una accesa forma di protesta da parte degli extracomunitari ospiti del Cara, che hanno sfogato la loro rabbia rompendo alcuni vetri e spaccando alcune sedie del Fast Motel.

Gli immigrati, circa 120 quelli ospiti del Cara di Matera, lamentano l’assenza di bus navette che avrebbero consentito un trasporto agevole nel centro di Matera, l’assenza di illuminazione sulla strada che collega il Cara al centro cittadino e la scarsa qualità del cibo servito alla mensa.

Michele Capolupo

La fotogallery della protesta degli immigrati davanti ai Carabinieri di Matera

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail