Proposta di Stella Brienza (Centro Democratico): “Destinare un ospedale per la cura dei pazienti Covid”

29 Aprile, 2021 11:50 |
Facebooktwitterlinkedinmail

Il segretario Provinciale del Centro Democratico, Pasquale Stella Brienza, riassume di seguito una proposta semplice che mostra una via per risolvere uno dei problemi più complessi da gestire: il covid.

“E’ evidente che l’epidemia va affrontata con grande severità ed e altrettanto evidente che purtroppo le strutture sono intasate fino all’impossibile. La nostra proposta é quella di distribuire in maniera razionale la collocazione degli infettati, utilizzando le strutture esistenti e destinando un nosocomio interamente alla cura de virus”. Dopo questa prima affermazione, Stella Brienza continua per rimarcare quello di cui la comunità ha bisogno.

“Bisogna evitare che i contagiati vengano lasciati in ambienti ad alta frequentazione, scongiurando le potenzialità di passaggio del virus. Gli stessi medici con il personale sanitario devono essere supportati e posti in un sistema che escluda i passaggi nei reparti che ospitano pazienti non contagiati.
Quindi, é perentorio avere la disponibilità di un nosocomio totalmente destinato alla cura dei pazienti COVID 19 per permettere ai medici e al personale della struttura sanitaria di non creare situazioni di contagio essendo questi costretti a passare da un reparto COVID a un altro non COVID. Questa – conclude Stella Brienza – é una proposta semplice, ma che risponde agli aspetti di emergenza che in questo momento affligge i nostri destini. La proposta – assicura Stella Brienza-, sarà sottoposta all’attenzione del Presidente Bardi e dell’assessore Leone, al Prefetto di Matera Rinaldo Argentieri e a Piero Marrese, Presidente della provincia soprattutto, considerando che il nosocomio deve essere baricentrico alla provincia materana in modo da essere logisticamente strutturato per servire la comunità.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.