Crisi di governo, deputato Casino (Forza Italia): “Governo di unità nazionale o voto, no a soluzioni raccogliticce”

26 Gennaio, 2021 15:27 |
Facebooktwitterlinkedinmail

 

“Di fronte ad una crisi tanto grave dove al dramma dei contagi si sommano la carenza di vaccini, i ristori che non arrivano, le attività che chiudono, crediamo sia necessario mai come oggi anteporre il bene degli italiani ad ogni altra cosa.
Abbiamo sfide importanti che ci attendono nell’immediato come la presentazione di un Recovery plan serio, dettagliato, con cui ripartire. Occorre inoltre tentare di contenere la pandemia per uscirne nel più breve tempo possibile.
In questo scenario Forza Italia ritiene essenziale ci sia un governo forte, autorevole, espressione delle migliori competenze che pure l’Italia ha a disposizione, non certo un Conte Ter che nascerebbe per mantenere le poltrone, non certo sulla base di grandi e luminosi programmi per il nostro futuro.
Per noi la soluzione è il governo di unità nazionale o il voto, non certo un pastrocchio che non potrebbe dare ai cittadini quelle risposte che attendono e che meritano.
Ci affidiamo alla saggezza del presidente della Repubblica e siamo certi che saprà indicare la strada migliore da percorrere”.
Così Michele Casino, deputato di Forza Italia.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 commento

  1. 4 settimane  

    BIANCAZZURRO

    Anche noi cittadini Italiani speriamo nella saggezza del presidente della Repubblica e ormai da troppo tempo che il popolo si ritrova presidenti del consiglio non eletti da nessuno, abbiamo assistito a governi tecnici e altri elementi che non sono frutto della scelta popolare, oggi parlando con un signore che da sempre sostiene forza italia mi ha detto che se Berlusconi si butta nel calderone di questo fantomatico governo di unità nazionale, perderà molti consensi!! Va data la voce al popolo e anche il nuovo Presidente del Consiglio dovrebbe essere sempre frutto del espressione popolare per non esacerbare l’enorme frattura esitente tra la politica e il popolo!! meditate……….