- SassiLive - https://www.sassilive.it -

Crisi al Comune di Matera, Angelino (Commissario Udc provincia di Matera): “Sindaco Bennardi non ceda ai ricatti della vecchia politica”

Facebooktwitterlinkedinmail

Crisi al Comune di Matera, Angelino (Commissario Udc provincia di Matera): “Sindaco Bennardi non ceda ai ricatti della vecchia politica”. Di seguito la nota integrale.

Da quasi un anno la città di Matera è guidata dal sindaco Bennardi, che ha vinto il ballottaggio grazie ad una coalizione a trazione pentastellata ma che è composta anche da altri piccoli partiti come Verdi e PSI e dalle liste civiche Matera 3.0 e Volt. Una maggioranza che ha fallito completamente la sua missione e che non riesce più ad amministrare. Non viene convocato un Consiglio comunale da quasi due mesi a causa delle inevitabili divisioni interne che si sono manifestate dopo le prime settimane di governo cittadino. Divisioni che si sono acuite a tal punto da bloccare la macchina amministrativa nel palazzo di via Aldo Moro. Il sindaco Bennardi ha fatto bene a non cedere alle richieste che arrivano da pezzi della sua ormai ex maggioranza, visto che ci sono otto consiglieri dissidenti che reclamano poltrone ogni giorno per tornare all’ovile. La politica del ricatto per ottenere una poltrona appartiene al passato e fa bene il sindaco Bennardi a non cedere agli attacchi che arrivano proprio da chi doveva continuare a sostenerlo. La matassa non è facile da sbrogliare e mi rendo conto che il sindaco Bennardi è finito in un “cul-de-sac”, in una strada senza uscita. Cosa fare? Ritengo che la via maestra siano le dimissioni per un ritorno alle urne ma se questo non è possibile si trovi un’altra maggioranza a patto di risolvere quanto prima questa situazione imbarazzante che sta danneggiando tutta la città di Matera.
Devo anche dire che sono molto deluso dal comportamento del consigliere comunale Rocco Sassone, che non è mai intervenuto sulla crisi in atto al Comune di Matera. Sassone impari a fare il capo dell’opposizione ma se non è in grado di farlo si dimetta. E invito anche i Socialisti a tenere un comportamento coerente rispetto al ruolo che fino ad oggi hanno avuto nella maggioranza lacerata guidata dal sindaco Bennardi. Dopo le dimissioni dalla giunta il rappresentante dei Socialisti, Tantone, ha vuotato il sacco contestando il metodo politico della maggioranza in cui è stato impegnato fino a qualche settimana fa mentre quando era assessore tutto andava bene. Ritengo che non si possa giocare con la città per qualche poltrona in più. E’ evidente che le contraddizioni di questa maggioranza a trazione pentastellata sono enormi ma a pagare è la città di Matera. Serve uno scatto d’orgoglio e di coerenza da parte di tutti ma il Movimento 5 Stelle e i suoi presunti alleati di governo cittadino pensano solo ad occupare poltrone. Questo è semplicemente vergognoso. Hanno sbandierato il cambiamento, il cambiamento in effetti c’è stato, siamo passati di male in peggio. E Matera vive la pagina più triste della sua storia politica.

Facebooktwitterlinkedinmail