- SassiLive - https://www.sassilive.it -

Consigliere regionale Vizziello (Fratelli d’Italia) nominato dirigente Asm, l’ira del PD Matera: “Centro destra lucano senza pudore e senza vergogna”

Facebooktwitterlinkedinmail

Consigliere regionale Vizziello (Fratelli d’Italia) nominato dirigente Asm, l’ira del PD Matera: “Evviva la nuova stagione dei concorsi. Centro destra lucano senza pudore e senza vergogna”

Solo pochi giorni fa, il presidente Bardi aveva annunciato una nuova stagione di concorsi pubblici in Basilicata ed in particolar modo nell’ambito sanitario per incrementare la presenza operativa di medici ed infermieri.
Tutto ci saremmo aspettati tranne scoprire che un consigliere regionale in carica ha assunto l’incarico a tempo indeterminato nell’azienda sanitaria di Matera come Dirigente.
Che un consigliere regionale durante il suo mandato decida di partecipare ad un concorso pubblico dell’azienda sanitaria di cui è stato, come si evince dalla cronaca politica locale,uno dei principali protagonisti nelle scelte di vertice è quantomeno bizzarro.
Nessuno intende mettere in discussione le capacità professionali del Dr.Vizziello.
Però, con buona pace dei giovani professionisti che ancora una volta scontano le scelte egoistiche fatte da alcuni rappresentanti istituzionali.
Senza tralasciare che, stando alla determina d’incarico, una delle motivazioni per cui si sarebbe proceduto all’assunzione del Dottore di Fratelli d’Italia era quella di sanare le carenze di personale ed abbattere le liste di attesa.
Non si vede come ciò possa avvenire atteso che il medico (ginecologo), opera in un settore in cui non c’è lista di attesa e per di più, come si apprende dalla stampa, il dirigente vincitore si è già collocato in aspettativa per incarichi istituzionali.
Non si tratta di una semplice scelta opinabile ed inopportuna del dottore di Fratelli d’Italia.
Ma è davvero questo il tanto propagandato cambiamento del centro destra Lucano?
Chiediamo alPresidente Bardi e all’Assessore Leone: non provate un po’ di vergogna?

Facebooktwitterlinkedinmail