Concorso pubblico personale amministrativo Comune di Matera, Consigliere Buccico replica al sindaco De Ruggieri

15 Gennaio, 2020 15:31 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Il Consigliere comunale Rocco Buccico ha inviato alla nostra redazione una nota con cui risponde alle dichiarazioni rilasciate dal sindaco De Ruggieri sulla vicenda del concorso pubblico del Comune di Matera per l’assunzione di personale amministrativo. Di seguito la nota integrale e le prime due note già pubblicate, quella del sindaco di Matera e e la prima nota del consigliere comunale Rocco Buccico.

La reazione rabbiosa del sindaco De Ruggeri -erettosi a censore e moralizzatore della vita pubblica- è semplicemente fuori luogo: posso assicurare che continuerò nell’azione di critica e censura della attività della Amministrazione, come esige il mio ruolo di Consigliere Comunale, così come ho doverosamente fatto sulla base di una determina che, ufficialmente generata dagli.organi comunali e sottoscritta dal Segretario Generale, non ammette errori e distrazioni.
Non si avventuri il sindaco nella impervia fatica di individuare chi ruba il futuro ai giovani e lasci stare la indecenza.
A tal proposito, i cittadini materani attendono, con ossequiosa decenza, l’elenco tracciabile del mezzo stipendio con cui ogni mese il Sindaco, in una indimenticata promessa elettorale, annunciò, con l’abituale commozione, che avrebbe “carezzato” la poverta’ di tanti materani Attendo con serenita’ che il Sindaco, adica le vie legali: certamente non verrà meno da parte mia l’attenzione sui tanti e tanti aspetti -…indecenti…- della vita amministrativa della nostra città.

Concorso pubblico Comune di Matera, Sindaco De Ruggieri: “Tentativo indecente di destabilizzazione”. Smentita la nota del Consigliere comunale Rocco Buccico.

Di seguito la nota del sindaco di Matera e la nota del Consigliere comunale Rocco Buccico.

“Stiamo assistendo ad un tentativo indecente di destabilizzare il concorso pubblico bandito dal Comune di Matera per l’assunzione di personale amministrativo. Le dichiarazioni del consigliere comunale Rocco Buccico che invita alla mobilitazione i partecipanti al concorso, attraverso una fuorviante rappresentazione della realtà sono inaccettabili. Così come non è accettabile che certi operatori dell’informazione si prestino alla divulgazione di notizie non verificate, specie quando non sono nella condizione di equidistanza dalle questioni che riguardano il Comune di Matera, avendo in corso una causa di lavoro con l’Amministrazione”.

E’ quanto sostiene il sindaco di Matera, Raffaello de Ruggieri, che aggiunge: “In un articolo pubblicato sul Corriere del Mezzogiorno di domenica 12 gennaio 2020 dal titolo “Seleziona la commissione, poi entra in graduatoria – Al sesto posto tra gli ammessi alle prove scritte proprio chi aveva preparato il bando”, si affermano cose non vere. E’ falso che un dipendente comunale abbia selezionato la commissione, è falso che abbia preparato il bando pubblico ed è falso che abbia istruito la pratica per la nomina della commissione. E’ accaduto invece che il dipendente comunale, assunto con contratto a tempo determinato, in forza delle leggi che regolano il regime speciale per Matera 2019 (Cat. C), abbia protocollato una propria nota (24 settembre 2019) in cui ha esplicitato il suo potenziale conflitto di interesse e denunciato la propria incompatibilità a svolgere le attività amministrative relative alle procedure concorsuali, in quanto interessato a parteciparvi. E’ accertato che la Segretaria generale abbia, con un proprio atto, indicato i nomi dei dipendenti che dovevano occuparsi delle procedure relative al concorso, nonostante le linee guida dell’Anac chiariscano che non vi è alcuna incompatibilità laddove il ruolo ricoperto dal dipendente non sia in grado di influenzare la capacità decisionale. Un lavoratore di categoria C non ha potestà ad adottare pareri, valutazioni tecniche, atti endoprocedimentali finali, capaci di influenzare l’attività amministrativa.

E’ inoltre assodato che l’istruttoria della pratica sia stata materialmente redatta da una funzionaria in servizio all’ufficio Personale. Lo si evince dalla consultazione del software gestionale degli atti amministrativi che ha registrato da quali computer sia stato compilato e pubblicato l’atto, attraverso gli accessi al sistema. La funzionaria che ha redatto il provvedimento ha utilizzato uno schema di determina già utilizzato per altri analoghi atti presenti nel sistema, su cui era inserito il nome del dipendente ritenuto incompatibile e lo ha modificato. A conferma di tutto questo va rilevato che il lavoratore in questione, il giorno della pubblicazione della determina (15 novembre 2019) era assente dal servizio per un periodo di ferie di tre giorni, iniziati il 13 novembre.

Si rammenta, infine, che la società che ha gestito l’organizzazione del concorso è stata scelta attraverso una procedura pubblica attivata sul mercato elettronico Mepa. Tutti questi atti sono pubblici e il consigliere comunale avrebbe potuto facilmente reperirli e documentarsi prima di gettare fango sull’operato dell’Amministrazione comunale.

Non è accettabile che chi riveste cariche istituzionali – ha concluso il Sindaco – avveleni il clima politico attraverso accuse di rilevanza penale che hanno l’unico scopo di creare caos, utilizzando la sponda di compiacenti operatori del mondo dell’informazione. Adiremo le vie legali perché emergano chiare, in aula di tribunale, le responsabilità di ognuno in una vicenda indecente sotto ogni profilo morale e istituzionale. Rubare il futuro alle giovani generazioni con strumentali falsità indirizzate ad alimentare una guerra di campo, anche a fini elettorali, è il peccato più vergognoso che possa essere compiuto da un rappresentante politico eletto per servire il popolo e per traguardare il bene comune”.

Appello del consigliere Buccico su concorso Comune di Matera

A proposito del bollettino di vittoria del 7 gennaio stilato dal generale Muscaridola, credo che sia opportuno ed attuale richiedere chiarezza -e naturalmente trasparenza- sulle procedure concorsuali bandite dal Comune di Matera, affidate in via diretta al CSSelezioni con sede in Matera.

La determina relativa del 15.11.2019, a firma del Segretario Generale, indica l’istruttore della pratica che risulta, poi, regolarmente nei vertici apicali della graduatoria!

Peraltro le società di selezione, in concorsi similari, è sempre preferibile ricercarle oltre le mura domestiche per scongiurare la eventualità che candidati ammessi possano aver o avere avuto rapporti con il Centro di Selezione prescelto: del resto la lungimiranza del Segretario Generale non ha già varcato i confini della Basilicata per routinari incarichi legali si da determinare per un ceto professionale di circa mille avvocati una incredibile, inaudita ed impossibile incompatibilità ambientale?

Ritengo che tutti coloro che hanno partecipato al bando del Comune di MATERA “ASSISTENTE SERVIZI AMMINISTRATIVI/CONTABILI DI CAT. “C1” debbano mobilitarsi in massa per ottenere l’annullamento e la riproposizione del concorso!

 

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.