Il termometro del turismo materano nell’intervista a Viaggi di Litta

11 Agosto, 2009 09:06 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Gli anni passano ma la tendenza non si modifica. Il turismo nella città dei Sassi, patrimonio tutelato dall’Unesco, resta il classico “mordi e fuggi”, anche se si potrebbe affermare, con la crisi che si avverte in tutti i settori, che in realtà siamo di fronte ad un turismo del solo “fuggi” e poco “mordi”.

Il termometro del flusso turistico nella terra dei Sassi è misurato da Massimo Alteri, titolare dell’Agenzia “I viaggi di Litta”, presente in via Ridola nei pressi dell’ingresso da via Bruno Buozzi. L’agenzia, che offre servizi turistici di qualità alla sua clientela, attraverso guide qualificate e preparate, si distingue per ospitalità, accoglienza, efficienza e massima cordialità. Servizi che mettono a proprio agio sia i turisti che si presentano in agenzia per ricevere informazioni sulle bellezze della città dei Sassi, sia chi preferisce il contatto on line. Nella settimana che precede Ferragosto si può già fare il punto della situazione sull’andamento della stagione turistica materana con riferimento al periodo estivo: “La presenza dei turisti in questo periodo è molto bassa. Le presenze sono scarse perchè la visita guidata ai Sassi si consuma in poche ore e di conseguenza siamo costretti a definire il nostro turismo sempre “mordi e fuggi”.

“I motivi quali sono?

“Sono diversi. A mio parere una promozione non adeguata da parte dell’Amministrazione Comunale degli eventi inseriti nel cartellone Matera Estate 2009: il Comune ha distribuito una brochure che contiene le iniziative previste da luglio a settembre ma il programma non suscita curiosità e interesse da parte del visitatore occasionale o turista. Questo accade a mio parere perchè gli eventi sono ristretti ai soliti generi musicali che da anni si ripetono costantemente senza variazione alcuna, se non nelle partecipazioni dei gruppi che si esibiscono.

L’agenzia cosa propone per convincere il turista ad allungare la visita nella città dei Sassi?

“Abbiamo cominciato proponendo delle visite notturne con pacchetti turistici mirati a far scoprire il fascino dei nostri antichi rioni illuminati”

Cosa prevede il pacchetto? “A partire dalle 19 per un paio d’ore proponiamo visite guidate e quindi percorsi particolari nelle zone dei Rioni Sassi e del centro storico abbinati alla degustazione di prodotti tipici e naturalmente per chi gradisce anche la cena nei locali tipici”

Ci sono riscontri positivi? “L’esperimento, anche grazie alla collaborazione di ristoranti, hotel e bed and breakfast, si sta rivelando positivo”.

A cinque giorni dal Ferragosto che bilancio si può tracciare della stagione turistica? “Abbiamo notato con maggiore frequenza l’arrivo di turisti italiani dai villaggi della costa. Ma questo ovviamente è il classico turismo del mordi e fuggi. Sono gruppi di passaggio che si fermano a Matera per il tempo necessario per visitare i Sassi e andare via”.

Domanda inevitabile: anche il turismo fa i conti con la crisi economica? “E’ normale che accada. La gente è molto attenta a quello che deve spendere e limita i suoi acquisiti allo stretto necessario”.


 

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.