E’ passata anche da Matera la fiaccola della solidarietà

7 Agosto, 2009 21:04 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Nella mattinata di venerdì 7 agosto la città dei Sassi ha ospitato la 35ma marcia della solidarietà. Un evento che coinvolge anche la vicina Puglia e la Calabria. Partita il 3 agosto scorso, la fiaccola concluderà il suo viaggio a San Giovanni Rotondo.

Da piazza Vittorio Veneto il tedoforo di turno ha guidato la marcia per le principali strade del centro storico: via Annunziatella, Via Roma, Via del Corso per raggiungere via Lucana all’altezza della Milizia e quindi proseguire per Policoro.  Alla manifestazione era presente il gruppo sportivo dell’Avis di Matera, rappresentato dal tedoforo Giuseppe Manicone tedoforo.

La marcia della solidarietà è un’iniziativa promossa dal Gruppo Sportivo della vita per la vita. A Matera è intervenuto anche il presidente Lino Lovo: “Il nostro obiettivo è promuovere la cultura del sangue e della donazione degli organi”. In marcia anche la sezione comunale dell’Avis con la presidente Isa Venezia “La Basilicata è l’unica Regione che ha raggiunto l’autosufficienza e l’anno scorso ha inviato anche 500 sacche in Sardegna per casi d’urgenza. Abbiamo aderito a questa manifestazione perché risponde alle nostre finalità e di tutte le altre associazioni che promuovono la donazione del sangue e la donazione degli organi”. Per rappresentare l’Avis Provinciale è intervenuto Vito Iannella: “La marcia della solidarietà è una manifestazione che rafforza ed allarga i confini della solidarietà, per questo l’Avis, l’Admo e Aimo che già collaborano per sensiibilizzare e promuvoere la cultura della donazione hanno deciso di aderire all’evento”. Mimmo Magnifico dell’Admo rivolge un sentito ringraziamento agli organizzatori: “Grazie per quello che fate”;

Adriano Pedicini per il Comune di Matera: “Voglio esprimere le mie congratulazioni per una manifestazione che coniuga un grande spirito di partecipazione”.

Antonio Montemurro, assessore provinciale: “Le iniziative che riguardano la salute dei cittadini vanno incoraggiate e le Associazioni che operano in questo settore vanno sostenute con contributi”;

Giovanni Musca, vice presidente AIL “Nel mese di agosto c’è carenza di sangue e voglio sensibilizzare alla donazione”;

Gianfranco Iosca vice presidente Centro nazionale di Servizi di Matera: “Oggi celebriamo il tema della donazione e sono tante le associazioni che contribuiscono quotidianamente alla soluzione di problemi che sorgono quotidianamente.

Dopo la marcia è stata letta la preghiera del donatore del sangue e degli organi”.

Carlo Abbatino  

 

 

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.