Intesa tra Associazione Antiracket e Antiusura Famiglia e Sussidiarietà e Adoc per contrastare l’usura

13 Giugno, 2021 12:16 |
Facebooktwitterlinkedinmail

 

Angelo Festa, Presidente Associazione Antiracket e Antiusura Famiglia e Sussidiarietà: “In questo periodo di difficoltà economica cresce il rischio del sovraindebitamento e dell’usura”. Di seguito la nota integrale.

L’Associazione Antiracket e Antiusura “Famiglia e Sussidiarietà” ha attivato il numero 366.4487510 e la posta elettronica [email protected] per permettere ai i cittadini, alle famiglie e alle piccole imprese a rischio di usura o sovraindebitate di poter chiamare o scrivere e fissare un appunto manto per trovare una risposta alle loro difficoltà economiche.
“Lunedì mattina, 14 giugno 2021, alle 10,30 – ha affermato Angelo Festa – saremo nuovamente a Potenza, insieme a don Basilio Gavazzeni, Presidente della Fondazione Lucana Antiusura “Mons. Vincenzo Cavalla” e all’Amministratore delegato della Soc. Extinguo srl, presso la sede dell’ADOC Regionale, guidata da Nino D’Andrea, nel rione Malvaccaro, ove abbiamo avviato uni sportello di ascolto per incontrare famiglie e piccoli imprenditori in difficoltà economica e a rischio di usura, che questa pandemia ha messo ulteriormente in crisi e che potrebbe avere effetti devastanti.
L’intervento della suindicata Associazione e della Fondazione consiste innanzitutto nel dare sostegno alle vittime dell’usura, attraverso l’accompagnamento alla denuncia, ma anche di prevenzione, in tutte le forme possibili con piccoli contributi a fondo perduto, con la garanzia di prestiti presso banche convenzionate o l’attivazione delle procedure previste dalla Legge n. 3 del 2012 sul sovraindebitamento.
Su questi temi occorre creare sinergie e implementare un rapporto virtuoso innanzitutto con le Amministrazioni Comunali, per una maggiore informazione sul territorio, ma anche con la Banca d’Italia, ABI, le banche locali e nazionali per aiutare le famiglie e le imprese messe in crisi di liquidità dalla pandemia del Covid 19.

Facebooktwitterlinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.