- SassiLive - https://www.sassilive.it -

Campagna di disinfestazione, contributi per vacanze anziani, nota su Aymonino e replica di Pellecchia al Sunia

Facebooktwitterlinkedinmail

comune_di_matera.jpgPROSEGUE LA CAMPAGNA CITTADINA DI DISINFESTAZIONE E DERATTIZZAZIONE

 


Prosegue dal 07 luglio la campagna di disinfestazione dalla zanzara e di derattizzazione a tappeto in tutta la città ed i borghi, unitamente alle attività di disinfestazione moschicida.
Per il mese di luglio il trattamento di derattizzazione con disinfestazione e antilarvale a tappeto avverrà il 07 e 08 , nonché il 21 e il 22 luglio, dalle ore 23.30. Lo rende noto l’ufficio Igiene e Ambiente del Comune di Matera.
Si partirà il 07 luglio da Agna Le piane, si procederà per rione Agna, Cappuccini, rione Pini, La Nera, Serra Venerdì, zona centro compresa Villa Comunale e rione Sassi. I lavori continueranno il giorno dopo a partire dalle ore 23,30 interessando i rioni Piccianello, Spine Bianche, S. Giacomo, Serra Rifusa, zona Paip 1 e 2, e i borghi di La Martella e Venusio.
Stesso percorso nei giorni 08 e 09, 15 e 16, 22 e 23, 29 e 30  agosto per i trattamenti di disinfestazione moschicida e zanzaricida.
Nei giorni 09 – 16 – 23 – 30 agosto si eseguiranno, invece, i trattamenti di disinfezione.
Si ricorda che il prodotto utilizzato per le attività di disinfestazione è un insetticida concentrato emulsionabile che, in fase di decomposizione, non sviluppa prodotti pericolosi o tossici. E’ molto efficace contro insetti volanti e striscianti. Può essere efficacemente impiegato nella disinfestazione di fabbricati ad uso civile, industriale, agricolo, zootecnico, agglomerati urbani. Può essere impiegato in giardini, prati, cespugli ornamentali, siepi e viali alberati per il controllo delle zanzare. Il prodotto viene diluito in acqua all’1%.

 


VIGNOLA, COMUNE DI MATERA: ALLARGATA LA PARTECIPAZIONE AL SOGGIORNO VACANZE ANZIANI ANNO 2010

Anche quest’anno l’Amministrazione comunale di Matera contribuirà alle spese di soggiorno vacanze marino e termale che saranno sostenute da anziani ultrasessantenni, inclusi i disabili, residenti nel Comune di Matera, mediante l’erogazione di un contributo economico rapportato al reddito risultante dall’indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) riferita all’anno 2009.
Il soggiorno avrà durata di almeno 7 giorni nel periodo dal 20 Luglio al 30 Settembre 2010 e le domande per il contributo dovranno essere presentate, da parte degli anziani interessati, entro il termine perentorio del 15.10.2010. “In un momento di particolare difficoltà economica e sociale delle famiglie – dichiara l’Assessore alle Politiche Sociali Silvia Vignola – abbiamo voluto allargare la partecipazione incentivando la platea dei beneficiari appartenenti alle fasce più deboli della nostra popolazione. Si è pertanto ritenuto di  mantenere in regime di gratuità la fascia di maggior povertà, prevedendo altresì di corrispondere un maggior contributo, rispetto agli anni passati, anche a coloro che presentano un ISEE che non comporterebbe la possibilità di poter fronteggiare le spese per le vacanze. Ci sono molte ragioni –ha proseguito Vignola-  per rafforzare iniziative di questo tipo: si ha l’opportunità di estraniarsi dalle abitudini quotidiane, fa bene alla salute, ed è un’ottima possibilità di socializzazione che può continuare anche dopo il rientro in città . L’amministrazione comunale –ha concluso l’assessore- è particolarmente vicina alle


 

 

LA SCOMPARSA DI CARLO AYMONINO, L’ARCHITETTO DI SPINE BIANCHE                          

“Qualche giorno fa incontrando il prof. Panella abbiamo parlato di Carlo Aymonino che sapevo in ospedale afflitto da una brutta malattia. Parlando di Matera non si può non parlare di Aymonino e con la sua scomparsa la nostra città perde un autorevole protagonista di quella felice stagione di architettura che seppe disegnare nuove forme di insediamento urbano capaci di coniugare modernità e tradizione con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita dei cittadini”. Lo afferma il sindaco, Salvatore Adduce, commentando la recente scomparsa dell’architetto romano.
Fu proprio Aymonino a guidare il gruppo di progettisti che realizzarono il rione Spine Bianche, un modello di architettura urbana che si inserisce sul territorio con un basso impatto ambientale e con una positiva funzionalità per i residenti. E fu sempre Aymonino, insieme a Raffaele Panella ed a Piergiorgio Corazza a guadagnarsi il primo posto al concorso di idee del ’93 per piazza Matteotti. Il suo contributo alla città è ancora tangibile oggi anche nell’architettura di piazza Mulino. Il lavoro di Aymonino nel corso degli anni ha fortemente contribuito a far conoscere Matera non solo per i Sassi, ma anche per la qualità architettonica dei suoi rioni. E non è un caso che molti studiosi arrivino in città per misurare quella classe di creatività che ha saputo costruire a Matera un esempio della qualità urbanistica nel Mezzogiorno d’Italia. Oggi più che mai, anche alla luce di recenti scelte urbanistiche non sempre coerenti con quella scuola guidata da Aymonino, occorre rinsaldare il legame con l’architetto romano non solo intitolandogli una strada importante della città, ma anche e soprattutto riaprendo la strada della qualità urbana, a partire proprio dal rione Spine Bianche dove, se sarà necessario, bisognerà intervenire in un contesto di progettazione unitaria così come proposto dallo stesso Aymonino. La città, insomma, deve tornare a esprimere quella qualità urbana che attraverso i Sassi prima e con i nuovi rioni dopo, grazie al contributo di architetti e intellettuali come Aymonino e Olivetti ha saputo occupare un posto importante nella scuola urbanistica nazionale”.
rione Spine Bianche dove, se sarà necessario, bisognerà intervenire in un contesto di progettazione unitaria così come proposto dallo stesso Aymonino. La città, insomma, deve tornare a esprimere quella qualità urbana che attraverso i Sassi prima e con i nuovi rioni dopo, grazie al contributo di architetti e intellettuali come Aymonino e Olivetti ha saputo occupare un posto importante nella scuola urbanistica nazionale”.

ASSESSORE PELLECCHIA: INDIVIDUARE NUOVE AREE PER L’EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA AGEVOLATA

L’assessore alle politiche abitative ed al governo del territorio – ing. Pierfrancesco Pellecchia – a seguito dell’approvazione in terza Commissione consiliare del Consiglio regionale, del programma di edilizia residenziale pubblica agevolata che destina ben 25 milioni di euro alle cooperative edilizie per la realizzazione di programmi costruttivi e della nota inviata sullo stesso argomento dal SUNIA, il sindacato degli inquilini, ha rilasciato la seguente dichiarazione: “Nell’esprimere l’auspicio che la regione Basilicata destini in breve tempo gli importi già stabiliti  per l’edilizia agevolata a favore del territorio materano, la nuova amministrazione comunale ha attivato, fin dall’atto dell’insediamento, tutte le procedure e le verifiche tese a reperire con estrema rapidità aree di edilizia residenziale pubblica nell’ambito del perimetro urbano per dare immediata risposta alle esigenze sollevate anche dal sindacato degli inquilini.
La istituzione dell’Osservatorio è prova tangibile di tale impegno e della volontà di lavorare per assecondare le esigenze di edilizia sociale e per calmierare i prezzi di un mercato sempre più statico e irraggiungibile per i più.
L’azione dell’amministrazione è rivolta anche al mercato dei canoni controllati rispetto ai quali si confida molto nel “piano casa” che, come prevede il bando regionale, pone come presupposto per la partecipazione dei privati, il 40% di edilizia residenziale pubblica in locazione.
Gli uffici comunali sono impegnati a censire i lotti residui nell’ambito della pianificazione esistente al fine di evitare nuove aree di espansione, consolidare la città costruita senza intaccare gli standards urbanistici.”

 

Facebooktwitterlinkedinmail