Disagi attività commerciali con avvio raccolta differenziata rifiuti a Matera, lettera aperta di Confesercenti Matera al sindaco Bennardi

20 Ottobre, 2020 17:14 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

La Presidente di Confesercenti Matera, Angela Martino e il presidente di Confesercenti Assoturismo, Gianni Genco hanno inviato una lettera al sindaco di Matera Domenico Bennardi per segnalare i disagi delle attività commerciali con l’avvio raccolta differenziata a Matera. Di seguito la nota integrale.

La precedente Amministrazione, nei mesi scorsi, aveva avviato un confronto con la scrivente associazione di categoria ed altre prospettando quella che sarebbe stata la nuova raccolta differenziata in Città. Dagli incontri che si sono susseguiti sono emerse una serie di difficoltà, con particolare riguardo al rispetto delle norme igienico sanitarie per le attività di somministrazione, a cui il Comune ha risposto con una richiesta di aggiornamento (scorso mese di luglio) di fatto mai avvenuta.
In questi giorni, come è noto, la “raccolta differenziata” ha ripreso il suo iter e puntualmente le difficoltà sono venute fuori in ogni loro forma; tralasciando le criticità di un sistema di raccolta oramai obsoleto, rimane in capo all’utente la responsabilità del conferimento del rifiuto attraverso bidoni che possono essere manomessi da terzi, orari di conferimento che ledono le esigenze delle attività, la non rispondenza delle attività a conferire il rifiuto in determinate giornate e non in base alle effettive esigenze, l’impossibilità di conservare i bidoni negli spazi già predeterminati delle attività.
Pertanto la richiesta della scrivente è rivolta affinchè la nuova Amministrazione da Lei rappresentata, da subito si faccia carico di quanto da noi sempre evidenziato a chi, in passato, ha avuto la responsabilità di programmare il nuovo sistema di raccolta non confacente affatto alla realtà delle nostre imprese.

Distinti saluti.

 

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

1 commento

  1. 1 mese  

    pedrito_93

    una foto che parla da se’; una volta Matera era molto piu’ pulita anche quando i Sassi erano molto piu’ popolati.
    Una cosa è certa inequivocabile: la città va pulita ogni giorno, l’immondizia va raccolta tutti i giorni, anche nell’ultimo sistema di raccolta che c’è stato fino ad ora, spesso in tanti punti della città si notavano i grandi bidoni della plastica o dell’organico o della carta stracolmi e tenuti li’ per tanti giorni prima che venissero smaltiti e già questo non va bene, ed e’ qui che bisogna intervenire, come una casa che bisogna cercare di tenere pulita tutti i giorni lo stesso vale per una città, bisogna partire dal principio che ogni santo giorno bisogna raccogliere l’immondizia dalle strade e non lasciarla li’ come si è visto spesso per settimane con bidoni stracolmi e tutto intorno a terra immondizia lasciata li’ per giorni; no, non ci siamo, spesso ho visto bidoni della plastica o dell’organico svuotati in un giorno e alla fine dello stesso giorno già stracolmi, quindi non si puo’ aspettare che dopo una settimana vengano a raccoglierla, e poi la gente cosa fa? la tiene in casa? o peggio ancora la butta a terra?io credo che bisogna partire di li’: se si vuole tenere perfettamente pulita una città, bisogna raccogliere l’immondizia tutti i giorni, altrimenti questo problema non lo risolveremo mai.
    Bisogna potenziare il vecchio sistema di raccolta mettendo piu’ bidoni, ma l’immondizia va raccolta tutti i giorni, solo cosi’ la città rimane pulita.