L’attaccante croato Marko Dugandzic e l’attaccante italo-argentino Gaston Ezequiel Corado nel ritiro del Matera Calcio: c’è la firma

15 luglio, 2017 18:21 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Continua a rafforzarsi la rosa del Matera Calcio in vista del prossimo campionato di Lega Pro. Dopo l’arrivo in mattinata dell’attaccante Giuseppe Giovinco la rosa del Matera Calcio è pronta ad accogliere altri due calciatori offensivi.

L’attaccante croato Marko Dugandzic, ex Ternana e l’attaccante italo-argentino Gaston Ezequiel Corado, ex Casertana raggiungono nella serata di sabato 15 luglio il ritiro di Serravalle di Carda per mettersi a disposizione del tecnico Auteri e unirsi al gruppo di atleti del Matera Calcio già al lavoro da una settimana. L’accordo è stato già raggiunto e sempre in serata i due calciatori firmeranno il contratto con la società del patron Saverio Columella.

Di seguito le schede di  Marko Dugandzic e Gaston Ezequiel Corado

Marko Dugandzic è nato a Osijek (Croazia) il 7 aprile 1994. E’ alto 1,88 e pesa 80 kg.
L’attaccante croato ha cominciato la sua carriera nella squadra della sua città, l’Osijek, in serie A e con questa squadra ha disputato due campionati e mezzo, dal 2012 a dicembre 2014, disputando rispettivamente 6, 26 e 6 presenze, con 3 reti segnate nella stagione 2013-2014.  A gennaio 2015 il passaggio in Italia, per disputare il campionato di serie B con la Ternana (6 presenze). Con la squadra umbra ha disputato anche le due stagioni successive tra i cadetti (12 presenze e 1 gol nel campionato 2015-2016 e 3 presenze nel campionato scorso).

Gaston Ezequiel Corado è nato il 5 febbraio 1989 a Buenos Aires (Argentina) ed ha anche il passaporto italiano. Prima di arrivare in Italia nella stagione 2015-2016 ha militato nel Club Atletico Talleres, squadra di Remedios de Escalada, città di circa 80 mila abitanti della provincia di Buenos Aires. Con la maglia “Albirrojo” ha collezionato 24 gol  trascinando il club verso la Primera B e laureandosi capocannoniere della categoria Primera C.
A gennaio 2016 il passaggio all’Union San Felipe (Serie B cilena) con cui ha collezionato 10 presenze e 2 gol, chiudendo così la stagione con 26 reti. In carriera ha indossato anche le casacche di Almagro, Temperley, General Lamadrid e Berazategui. Attaccante di 185 centimetri, forte fisicamente e abile nel gioco aereo, ma anche molto dinamico, è stato soprannominato “Pie de Angel” (Piede di angelo) dai tifosi del Talleres. Nell’ultima stagione era in forza alla Casertana (31 presenze, 8 reti)

Michele Capolupo

Sono 23 i calciatori a disposizione di mister Auteri a Serravalle di Carda fino al prossimo 27 luglio.

Di seguito i calciatori convocati suddivisi per ruolo

Portieri: Gori, Golubovic, Francabandiera

Difensori: Mattera, Stendardo, De Franco, Di Lorenzo, Scognamillo, Monteleone

Centrocampisti: Taccogna, Salandria, Maciucca, Casoli, D’Angelo, De Rose

Attaccanti: Strambelli, Dammacco, Infantino, Sartore, Sekou Gassama, Giovinco, Dugandzic, Corado.

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

8 commenti

  1. 5 giorni  

    peppe74

    Ma Dugandzic non è lo stesso che l’anno scorso era era stato in prova e fu ritenuto non idoneo o sto facendo confusione?

    • 4 giorni  

      Gianni63

      Veramente chi e’ in confusione sono gli operatori del calcio mercato del Matera.
      Non capisco tutte queste punte che tra l’ altro non sono goleador vedasi le loro schede.
      E’ inutile prendere tanto per….
      Presidente noi ci fidiamo pienamente di te, ma tu non dovresti fidarti dei tuoi collaboratori che ti offrono mezze cartucce.
      Non avere fretta a comprare piu’ in la ci saranno tanti giocatori davvero forti disoccupati.E’ da li che devi fare gli acquisti, altrimenti quest’ anno vedo una squadra molto inferiore a quella dell’ anno scorso.

  2. 4 giorni  

    redfox69

    Spero che dietro questi acquisti ci sia l’OK di Autieri. É vero che per il gioco di Auteri gli attaccanti e le mezzepunte sono vitali, ma ora penso che abbiamo bisogno di un paio di centrocampisti forti e di un terzino destro di livello.

    • 4 giorni  

      redfox69

      Concordo con Gianni63 ma ricordo che pure Maikol Negro proveniva da una squadra, se non sbaglio la Casertana, dove faceva sempre panchina e giocava l’ultimo quarto d’ora di ogni partita.

  3. 3 giorni  

    il_fatto

    Oltre che pretendere dalla società giocatori di valore ed esperienza, bisogna contribuire e dare fiducia a tutto l’ambiente calcistico materano con l’acquisto degli abbonamenti, tra l’altro con prezzi molto contenuti per una lega pro.

  4. 3 giorni  

    luca debiase

    Quest’ anno la vedo molto dura. Posso capire la cessione di inannini e carretta ma no quelle di di Lorenzo( a breve) armellino ( anche) ingrosso , negro, tra poco infantino e de rose. Se volevi vincere nn li vendevi o almeno li rimpiazzavi come si devo non con le Mezze Riserve che si stanno prendendo. Peccata l’inizio della fine

  5. 3 giorni  

    francoewf

    E’ vero che ci sono tanti nomi nuovi, ma siamo appena all’inizio, bisogna dar fiducia ai nuovi arrivati, dare il tempo che assimilino il gioco di Auteri, che si crei un’amalgama di squadra, è il campo che dà sempre le risposte chiare e inequivocabili, anch’io sono rimasto molto perplesso dalle cessioni sopratutto di Ingrosso e Negro; certo Negro al suo primo anno a Matera ha realizzato un bottino di reti considerevole, io stesso ho ribadito in molti post precedenti che non vedevo un attaccante come Negro dai tempi del grande Raffaele che nell’anno di grazia 1979 ci porto’ in B con i suoi gol, ogni pallone che toccava segnava, era rapido, opportunista, tirava delle grandi punizioni, era un attaccante completo.
    Diamo tempo alla nuova squadra di crescere e un po’ di ottimismo non guasta, in fondo Auteri è rimasto per tentare nuovamente l’assalto alla serie B.