Orto sociale e CIA presentano “Piantiamola! – Un Albero in ogni scuola per dire no al bullismo e al cyberbullismo” a Rotondella

20 marzo, 2017 12:35 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Mercoledì 22 marzo 2017 a Rotondella “Orto sociale” e i giovani agricoltori della CIA di Basilicata, in collaborazione con l’Associazione “i colori dell’anima”,  lanciano “Piantiamola! – Un Albero in ogni scuola per dire no al bullismo e al cyberbullismo.

Occuparsi di bullismo è una priorità per poter realizzare l’obiettivo di star bene a scuola e non solo. Anche là dove non viene registrato, il tema “bullismo” può essere un’occasione per poter insegnare l’arte di star bene con gli altri.

La prima giornata “pilota” si svolgerà a Rotondella mercoledì 22 marzo, con l’arrivo ufficiale della primavera. Dopo un primo momento preparativo in aula, i ragazzi delle classi IV e V elementare di Rotondella, Pianteranno un albero di ulivo (simbolo di pace). Un moderno concetto di “agricoltura per il sociale” di AGIA e CIA, che già in occasione di altri laboratori (ed.Alimentare) hanno coniato il motto … “se il ragazzo non va in fattoria … gli agricoltori vanno nelle scuole!” .

Perchè l’albero ? Coltivare è il gesto più antico, forse il primo che ha consentito di parlare di civiltà. Piantare e custodire un albero a scuola è coltivare prima di tutto dei saperi. Saperi che hanno a che fare con i gesti, con un apprendimento esperienziale che le generazioni più giovani non sempre hanno modo di sperimentare. Coltivare a scuola è un modo per imparare. Imparare a conoscere il proprio territorio, il funzionamento di una comunità, l’importanza dei beni collettivi e dei saperi altrui. “Imparare facendo”, sviluppare la manualità e il rapporto reale e pratico con gli elementi naturali e ambientali, di sviluppare il concetto del “prendersi cura di”, di imparare ad aspettare, di cogliere il concetto di diversità, di lavorare in gruppo oltre che permettere agganci reali con l’educazione alimentare e il cibo.

L’obiettivo delle attività è quello di fornire ai ragazzi strumenti per una migliore conoscenza di sé con “l’altro” quando essi si trovano all’interno di relazioni significative.

Il progetto, guidato dalla psicologa Antonella Magno con la collaborazione dell’educatrice Denise Manolio, nasce al fine di sviluppare e stimolare “azioni didattiche” innovative. Orientate a prevenire il fenomeno del bullismo mediante percorsi educativi finalizzati al miglioramento della stima di sé e degli altri e allo sviluppo di un comportamento responsabile, cosciente e consapevole.Anche in un ambiente scolastico non tradizionale, il giardino, dove il rapporto con gli agricoltori della CIA  apre l’esperienza formativa anche al campo dell’educazione ambientale. Previsti anche interventi delle insegnanti della scuola primaria di Rotondella, del Presidente AGIA-CIA Basilicata Rudy Marranchelli, del Presidente dell’associazione I colori dell’anima, Tiziana Fedele e di un referente dell’Amministrazione Comunale di Rotondella.

ortolab piantiamola

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento