Eventi musicali e mostra di “IN ViTRØ” per Matera 2019 – Casa Cava e Palazzo del Casale – Sassi di Matera

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Domenica 22 settembre 2019 alle ore 20 nella Casa Cava di Matera è in programma l’esecuzione di brani musicali con Maxime Corbeil-Perron, Sergio Lanza, JusteJanulyte, Alexander Khubeev, Annie Tådne, Cesare Saldicco, Jasper Vanpaemel, Talia Amar, Nicoletta Andreuccetti.
I brani saranno eseguiti dalla voce di Eleonora Claps, dalbajan di Germano Scurti, dal violoncello di Francesco Dillon, dal clarinetto di Daniel Boeke, dal sax di Gianpaolo Antongirolami, dall clarinetto di Enrico Di Felice e dalle percussioni di Fabio Macchia.

L’evento è organizzato in occasione della mostra di arte sonora IN ViTRØ. La sound art incontra la musica elettroacustica del Matera Intermedia Festival.

Concerti, performance live e installazioni di artisti provenienti da tutto il Mondo che vedono nel suono la modalità privilegiata per analizzare la nostra percezione delle cose, per osservare le discontinuità e le ambiguità del nostro tempo. La mostra fa parte del progettoIN ViTRØ ~ ArtificialSønificatiøn coprodotto dall’associazione LOXOSconcept e dalla Fondazione Matera Basilicata 2019, con il sostegno di BCC Basilicata, e porta in città la sperimentazione sonora all’interno del topic “Futuro Remoto”.

Evento importante dalle ore 18 è l’anteprima mondiale dell’installazione sonora “NCS_Hypogean-City” che propone una rappresentazione sonora della storia geologica di Matera a partire dai tre elementi del tufo: calcio, carbonio e ossigeno. L’installazione è realizzata dallo ZKM – Center for art and media di Karlsruhe, uno dei più importanti centri di sperimentazione sonora in Europa, appositamente per il progetto IN VITRO. Verrà inoltre presentata l’installazione “L’acqua non è un suono” del Collettivo Agata in collaborazione con il Conservatorio di Musica D. Cimarosa di Avellino.

Nel Palazzo del Casale  si può anche visitare la mostra di sound art che propone installazioni di artisti internazionali. Si passa dall’imponenza della struttura sonora di “Expansion of Universe” dell’austriaco Rudolf Wakolbinger all’interattività ludica di “Primo Scenario” di Emiliano Bagnato; dalla presenza totemica di “Doppelkonzert” del collettivo Polisonum alla delicatezza sospesa di “Frequencies” del canadese George Rahi; dalla critica all’obsolescenza pianificata dell’inglese Simon Whetam con “Made to Malfunction” fino alla riflessione sui temi ambientali dell’americana Terry Dame con “Melting”. A partire dal 21 Settembre, inoltre, la mostra si arricchisce di una nuova opera: “Mapping Memory” del collettivoSpaziomusica.
La mostra sarà visitabile fino al 29 settembre negli orari 10-13 e 16-19 (lunedì e martedì chiuso)presso il Casale.

Maggiori informazioni sul programma sul sito www.in-vitro.it

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Night & day di domenica 22 settembre 2019