Coppa Scirea 2011: a Nicola Lavacca il premio “la lealtà nel giornalismo”. L’artista D’Acunzo invita a giocare on line con i Campioni dello Scirea

19 Marzo, 2011 14:44 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

L’assessore allo sport Antonio Montemurro e il presidente del Consiglio provinciale di Matera Aldo Chietera a fare gli onori di casa, l’artista ideatore del concorso lanciato on line su facebook “I campioni dello Scirea” Vincenzo D’Acunzo e Mimmo Bellacicco, uno dei fondatori del torneo di calcio giovanile dedicato a Gaetano Scirea. Questi i relatori presenti al tavolo della sala consiliare della Provincia di Matera per la cerimonia di consegna del premio “La lealtà nel giornalismo”, un’iniziativa collaterale all’evento sportivo rispolverata in occasione della quindicesima edizione del torneo, che per la prima volta si allarga a sedici squadre e sarà ospitato su undici campi, sette lucani e quattro pugliesi. Si giocherà nel materano allo stadio XXI Settembre di Matera e sui campi di Miglionico e Grassano e su quattro campi della provincia di Potenza: Avigliano, Acerenza, Genzano di Lucania e Picerno mentre in Puglia la Coppa Scirea sarà presente ad Altamura, Castellaneta e Noicattaro. Per la prima volta saranno sedici le formazioni invitate al torneo: si affronteranno in quattro gironi da quattro squadre la Juventus, l´Inter, il Pateadores Fc Usa, il Deportivo Guadalajara, lo Zenit San Pietroburgo, lo Sparta Praga, il Partizan Belgrado, l´Honved Budapest, il Napoli, la Reggina, il Bari, la Juve Stabia e quattro squadre di puro settore giovanile: il Fc Matera, la rappresentativa di Basilicata selezionata dalla Figc, la Polisportiva Bellavista di Bitonto e Area Virtus Ludi di Noicattaro.

Alla prima conferenza stampa che ha svelato le prime novità dell’edizione 2011 del torneo internazionale di calcio under 16 che ricorda la figura di un campione eccezionale hanno partecipato anche il responsabile dell’area marketing Antonello Di Stefano, impegnato nell’attività di promozione del torneo assieme a Rocco Galasso e Vincenzo Mitro mentre Cesare Valerio, dirigente dell’area tecnica della Polisportiva Bellavista di Bitonto ha rappresentato una delle sedici formazioni iscritte al torneo.

Dopo i saluti dell’assessore Montemurro e del presidente del consiglio provinciale Chietera, è stato l’artista Vincenzo D’Acunzo ad illustrare il regolamento del concorso on line lanciato su Facebook denominato “I campioni dello Scirea”, che invita gli utenti ad indovinare il ritratto dedicato dal pittore di Tursi ad undici calciatori che hanno fatto carriera dopo aver partecipato a una delle precedenti edizioni della Coppa Scirea. Per partecipare al concorso basta cliccare sul link presente nel sito www.sassilive.it e da qui accedere al profilo facebook “Sassi Live” nel quale sono presenti le due pagine costantemente aggiornate da Vincenzo D’Acunzo sul concorso che andrà avanti sino all’inizio della manifestazione prevista il 10 giugno 2011. I primi due calciatori indovinati dagli utenti sono il difensore Nicola Legrottaglie, alla Coppa Scirea con la maglia del Bari e Oleksandr Shovkovskiy il portiere della Dinamo Kiev e dal 1994 titolare della nazionale ucraina. In sala anche il ritratto dedicato a Gaetano Scirea, già inserito nella nuova campagna di comunicazione e che sarà regalato anche alla signora Mariella Scirea in occasione della finalissima del toreno prevista a Matera il 18 giugno 2011.

Il momento più emozionante è arrivato con la consegna ufficiale del premio “La lealtà nel giornalismo” a Nicola Lavacca, che attualmente è impegnato nella redazione sportiva per il quotidiano Bari Sera e nella redazione pugliese della Gazzetta dello Sport “per la sua sensibilità e l’eccezionale senso di umanità dimostrato nel corso della sua luminosa carriera professionale”. Nicola Lavacca ha avuto il merito di raccontare e portare alla ribalta dei media nazionali, sulle colonne del quotidiano “Barisera” e del “Guerin Sportivo” (nel 2004) la drammatica storia dell’ex calciatore di Bari, Matera e Cosenza, Onofrio Chiricallo allora 44enne, colpito dal morbo di Parkinson. Lavacca ha raccontato inoltre su “La Gazzetta dello Sport” e sul settimanale “Vero”, il dramma di Franco Tafuni colpito dalla Sclerosi laterale amiotrofica, terribile malattia nota anche con l´acronimo SLA, dopo una vita legata al mondo del calcio prima come calciatore e poi come presidente alla guida di Altamura e Matera. “Sono molto felice di ricevere questo premio, anche perchè in passato è stato assegnato a colleghi molto più importanti di me e in questa occasione voglio sopratutto ricordare il rapporto umano consolidato nel tempo con le famiglie di Tafuni e Chiricallo. Per quanto riguarda Tafuni, che purtroppo si è arreso alla SLA, mi sento spesso con sua moglie e continuo a sostenere le iniziative che vengono promosse per sostenere la ricerca contro questa terribile malattia che ha colpito anche altri due importanti calciatori che hanno giocato in serie A come Signorini e Borgonovo mentre per Onofrio Chiricallo, colpito dal morbo di parkinson e che oggi ha 51 anni siamo riusciti a coinvolgere anche i tifosi del Monopoli e del Manfredonia che hanno raccolto fondi per sostenere dal punto di vista economico una persona che con grande dignità sta combattendo la sua sfida più difficile, quella della vita. Torno con piacere in Basilicata e sono fiero di sostenere questo torneo intitolato a Gaetano Scirea, un esempio da seguire per quello che ha espresso dentro e fuori dal campo.”

Mimmo Bellacicco, presidente del comitato organizzatore del torneo Scirea dopo aver ricordato che i campi del materano scelti per le partite sono solamente due perchè sul nostro territorio non ci sono altri campi attrezzati per ospitare una manifestazione internazionale riconosciuta anche dalla Uefa come una delle più prestigiose si è congratulato con Nicola Lavacca per il premio ricevuto e ha ricordato che nell’aula consiliare della Provincia, Ente che torna a sostenere con un investimento adeguato la manifestazione sportiva, è stata premiata anche la giornalista Rai della Domenica Sportiva Paola Ferrari. Sulla professionalità e sulla bellezza della nota giornalista non si discute ma probabilmente il giornalista Nicola Lavacca è riuscito in terra pugliese ha fare anche qualcosa in più della più illustre collega.

In sala anche Sergio Galante, presidente del comitato organizzatore di “Minibasket in piazza”, manifestazione sportiva che assieme al Giro dei Due Sassi ha deciso di fare sistema con la Coppa Scirea. Le tre manifestazioni sportive si sono candidate insieme ai pacchetti integrati di offerta turistica (piot) promossi dalla Regione Basilicata e sostenuti dall’APT. Se i numeri in termini di presenze turistiche registrate nelle giornate in cui si svolgono queste manifestazioni sportive hanno un senso, gli amministratori non potranno che riconoscere agli organizzatori quei contributi necessari per gestire una macchina organizzativa sempre più complicata a causa dei numerosi oneri da sostenere.

“Abbiamo decido di unire le forze – spiega Mimmo Bellacicco presidente della società Sassi Dream che cura l’organizzazione della Coppa Gaetano Scirea – per dimostrare che tre eventi come la Coppa Scirea, il Minibasket in piazza e il Giro dei due Sassi sono in grado di attrarre migliaia di visitatori sul nostro territorio, rispondendo così ai principi che hanno portato la Regione Basilicata a pubblicare i bandi Piot per gli eventi prodotti sul territorio lucani. Nel prossimo mese di giugno Matera sarà una delle città coinvolte in questi grandi manifestazioni di carattere sportivo che rappresentano un eccezionale veicolo di promozione turistica del nostro territorio”.

Michele Capolupo

 

Coppa Gaetano Scirea, la Provincia di Matera plaude alla XV edizione

È stata presentata presso la Sala consiliare del Palazzo provinciale di Matera, la XV edizione della Coppa Gaetano Scirea.
“Questo Trofeo oltre a essere una delle competizioni più emblematiche del mondo calcistico – ha sottolineato l’assessore allo Sport Antonio Montemurro – è uno tra gli eventi internazionali più noti. Talento, lealtà e sana ambizione si combinano in uno spettacolo entusiasmante che affascina il pubblico di ogni età.”
“La Provincia di Matera intende sostenere questa XV edizione – ha ribadito l’assessore Montemurro – anche attraverso un contributo economico. Anche se nel pieno di una crisi stringente che penalizza pesantemente le casse pubbliche, riteniamo doveroso promuovere progetti sportivi che premiano il merito e la generosità. Avere assegnato al giornalista Nicola Lavacca il premio “la lealtà nel giornalismo” è la dimostrazione di come la Coppa Gaetano Scirea sia davvero sinonimo di gioco leale.”
“A giugno la Provincia Matera – ha concluso il presidente Stella – sarà al centro di un movimento turistico incredibile che premierà l’impegno degli organizzatori, dei giovani atleti e di un territorio che crede nello Sport.”

{phocagallery view=category|categoryid=451}

 

Gioco on line “I Campioni dello Scirea” abbinato alla 15^ edizione della Coppa Gaetano Scirea, la lealtà nello sport.

Regolamento

1) Il gioco è abbinato al Torneo intercontinentale Coppa Gaetano Scirea e permette di vincere il prorpio ritratto (o di un familiare) eseguito a matite colorate dal maestro Vincenzo D’Acunzo, autore del ritratto di Gaetano Scirea scelto per la nuova campagna di comunicazione della manifestazione intercontinentale di calcio under 16 in programma sui campi di Puglia e Basilicata dall’11 al 18 giugno 2011.

2) Il personaggio è un famoso calciatore italiano o internazionale, ritratto dal maestro D’Acunzo con una maglia della squadra che indossa o che ha indossato nella sua carriera e che ha preso parte nel passato alla Coppa Gaetano Scirea. I personaggi sono 11, il primo calciatore indovinato è Nicola Legrottaglie, che ha partecipato alla Coppa Scirea con la maglia del Bari. Una cartella con le copie degli undici calciatori sarà donata alle sedici squadre partecipanti al torneo.

3) Chi partecipa al concorso su facebook non può fornire più di una risposta al giorno. Per partecipare si deve scrivere il nome del calciatore sotto la foto (cliccando sulla foto e scrivendo nello spazio sottostante). I commenti dopo il nome inficiano la risposta e la rendono nulla.

4) Il premio assegnato a chi indovina uno dei calciatori scelti dall’artista Vincenzo D’Acunzo sarà assegnato nel corso di una delle manifestazioni che saranno organizzate nei prossimi mesi. I vincitori saranno informati direttamente dall’artista Vincenzo D’Acunzo attraverso il profilo facebook aperto per il concorso.
 

 

Biografia dell’artista Vincenzo D’Acunzo (nella foto in basso mentre compone una sua opera artistica)

Nato a Padula, in provincia di Salerno nel 1950, vive e lavora a Tursi, in provincia di Matera. Ha allestito mostre personali e partecipato a manifestazioni artistiche ricevendo lusinghieri riconoscimenti. Sue opere si trovano in collezioni pubbliche e private. Le mininstallazioni concepite da D’Acunzo sono opere polimateriche eseguite con materiali riciclati, rigenerati ed ingentiliti con l’uso del colore. Il suo percorso artistico sull’uso dei materiali poveri iniziato nel 78, approda all’arte del riciclaggio nel 1992, a seguito di un lungo processo formativo incentrato sulla ricerca. L’installazione, eseguita con materiali riciclati, segna l’attuale tappa d’arrivo dell’evoluzione artistica di D’ACUNZO, sviluppatasi in vari processi periodici di maturazione, documentati e svolti in questo sito alla rubrica “percorso pittorico”. Il lungo periodo di ricerca nell’arte svolto con l’uso di materiali vari, comunque già utilizzati prima dell’impiego nelle opere (perciò riciclati), definiti “materiali poveri”, lo collocano tra quegli autori che da subito, hanno creduto in questo genere di manifestazione artistica. In occasione del natale ’95 ha eseguito l’installazione dal titolo “L’Evento”, ripresa dalla RAI in un apposito servizio televisivo. Alla fine del 2000 ha eseguito l’installazione “Miramare” quale ingresso di un complesso turistico a Roseto Capo Spulico in Calabria. Dal dicembre 2008 sue opere (4 ovali: “Gli Evangelisti”) sono state installate nella cattedrale diocesana di Tursi-Lagonegro, per il tetto della stessa cattedrale nel 2010 ha eseguito al soffitto “L’incoronazione della beata vergine”di mt 4,05×2,53. Nel 2010 Ha svolto il Tour d’arte “Equilibrio sopra la follia” durato circa sei mesi esponendo a tema una personale di opere su tavola. Nel 2011 ha avviato una collaborazione con la scrittrice Maria Antonietta D’Onofrio per un tour d’arte.

 

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.