Pantaleo De Finis è il nuovo presidente dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Matera

17 luglio, 2017 16:42 |
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

A seguito delle elezioni dello scorso giugno il 14 luglio 2017 si è insediato il nuovo Consiglio dell’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Matera per il quadriennio 2017-2021, così composto: Presidente l’architetto Pantaleo De Finis, Segretario l’architetto Lorenzo Di Gregorio, Tesoriere l’architetto Gaspare Buonsanti, Vice Presidente il Pianificatore Iunior Silvio Bianco, Consiglieri gli architettiMarica Paolicelli responsabile della commissione aggiornamento e sviluppo professionale, Marima De Pace, Domenico Liuzzi, Antonio Giulio Loforese e Valeria Presta.
Il Presidente De Finis ha successivamente dichiarato che: “Il rinnovo del Consiglio dell’Ordine degli Architetti P.P. e C. della Provincia di Matera, rappresenta una occasione imprescindibile per perseguire il rilancio della professione degli architetti. In questo periodo di grandi trasformazioni è fondamentale rimarcare che, la ricerca della qualità dell’architettura, deve essere un assunto indispensabile per la trasformazione e conservazione del nostro territorio.
Saranno avviate iniziative volte alla promozione dell’attività degli iscritti oltre che alla tutela della professione.
L’attività culturale e divulgativa sarà incrementata attraverso scambi culturali e iniziative che vedranno gli Architetti di Matera protagonisti.
Sarà fondamentale creare le condizioni per uno scambio con le istituzioni locali al fine di velocizzare e migliorare l’azione sia dei professionisti che della Pubblica Amministrazione.”
Il neopresidente De Finis ha concluso auspicando un impegno da parte di tutti gli iscritti affinché si possano raggiungere gli obiettivi della promozione e tutela dell’Architettura e degli Architetti.

Nella foto www.SassiLive.it l’architetto Pantaleo De Finis

de finis

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmail

Lascia un commento